Mangiare all'aperto a Firenze: 5 idee per evitare la ribollita

Pubblicato il 6 maggio 2021

Mangiare all'aperto a Firenze: 5 idee per evitare la ribollita

Dei tavoli all’esterno, un dehors, un giardino interno, un tendone: se un ristoratore vuole riaprire le porte ai propri clienti deve adottare una (o più) di queste soluzioni. Chi vuole mangiare al ristorante può prenotare sia a pranzo che a cena, ma deve prepararsi psicologicamente per mangiare all’aperto. Un altro elemento da valutare prima è la proposta culinaria del locale. È cresciuta la voglia di provare piatti e ingredienti nuovi, che non siano quelli abituali della tradizione toscana, ma nemmeno gli ormai scontati all you can eat (senza confonderli con la cucina fusion). Ecco dunque una lista di idee per vivere esperienze gustative diverse dal solito.

La cucina giapponese contemporanea

Hai mai mangiato in un giardino Zen? Da Aji Tei si può gustare dell’ottimo sushi all’aperto, immersi in un’atmosfera magica e di totale relax. Il design del locale è stato infatti studiato dall’architetto Francesco Santoni dello Studio Forma e l’elemento chiave è l’acqua. All’esterno è presente una fontana, il cui corso d’acqua attraversa il social table centrale, mentre nella sala interna le pareti e il soffitto ricordano le onde del mare giapponese di Hiroshige Ando. Il locale è specializzato nella cucina nipponica contemporanea con influenze mediterranee. Può capitare che le materie prime non siano sempre reperibili, ma la mancanza viene compensata dalla varietà e dalla fantasia dei piatti proposti. Spiccano il Tonno Tartufo Roll con tonno, salsa di tartufo e funghi, gamberi fritti, philadelphia e sesamo; e l'amatissimo Hell Roll, un sushi piccante preparato con una procedura particolare, dove prima bisogna marinare la pelle di salmone per 24 ore, poi quando il sushi è pronto, viene guarnito con una salsa composta da 8 differenti varietà di piccante. I posti a sedere (50/60) sono ben distanziati ed essendo limitati è sempre consigliabile prenotare; in alternativa sono sempre attivi i servizi di asporto e consegna a domicilio.    
Aji Tei. Viale Spartaco Lavagnini, 20A – Firenze. Tel: 3274067483

La cucina indiana, tandoori mon amour

Tra i primi a portare il forno tandoori in Italia, il Maharajah  è un ristorante indiano tout court con una meravigliosa cucina a vista che possiamo ammirare quando entriamo nel locale.  Oltre alle specialità indiane che conosciamo tutti qui un occhio è dedicato alle specialità dell'India del Nord e propone anche un menu ayurvedico. Le specialità tandoori trovano grande spazio all'interno del menu; per quanto riguarda il pollo ad esempio si va dal tandoori chicken al chicken Maharajah marinato con erbe e spezie indiane fino ad arrivare al Murg tangri kabab (cosce di pollo marinato con spezie indiane). Grazie ai tavoli all’aperto si possono gustare queste specialità anche al locale basandosi sui nuovi orari: dal martedì alla domenica pranzo dalle 12 alle 15 e cena dalle 18.30 alle 21.30; il lunedì solo cena dalle 18.30 alle 21.30.
Maharajah Ristorante Indiano. Via Del Ponte Alle Mosse, 166/R – Firenze. Tel: 0557095362

La cucina asiatica fusion

Si può intraprendere un viaggio enogastronomico cosmopolita anche rimanendo a Firenze. Questa è la forza della cucina fusion del Firenzen che fonde in modo creativo piatti cinesi, giapponesi, coreani, hawaiani e thailandesi. Teresa, la proprietaria, è stata la prima a proporre a Firenze il poke (in cui puoi unire i tuoi ingredienti preferiti) e gli abbinamenti tra il cibo e i vini della cantina. Vengono consigliati, ad esempio, i Ravioli "Bao" saltati in crosta con un Pinot Nero, e i gamberoni al curry giallo con un Traminer. Molto apprezzati anche i Gua Bao: panini al vapore che sono un tipico street food taiwanese. Il noodle bar è aperto tutti i giorni a pranzo e cena ed è consigliabile prenotare prima un tavolo all’aperto, nel dehor all’ingresso, o nel giardino interno.
Firenzen Noodle Bar. Via Guelfa, 3 – Firenze. Tel: 0559062056

La cucina ottimizzata per il delivery


L’apertura è doppia per il Deliburger che ha una sede in via Carlo del Prete e l’altra in via Enrico de Nicola. In tutti e due gli store ora c’è la possibilità di mangiare anche all’aperto: un hamburger super farcito (anche in versione veg, xxxl e kids), tartare gourmet, insalate per tutti i gusti, contorni e fritti e chicche come il Pantondo: una particolare piadina ligure. Per chiudere il pranzo ci sono anche i dolci come il bun Nutella. L’asporto e il servizio delivery (che si capisce essere il punto forte già dal nome) sono sempre attivi, infatti, il locale è aperto tutti i giorni a pranzo e a cena. 
Deliburger Firenze Nord. Via Carlo del Prete, 106/D – Firenze. Tel: 055412462
Deliburger Firenze Sud. Via Enrico de Nicola, 17/18 – Firenze. Tel: 0556504150

La cucina vegana e macrobiotica

Per chi non ha mai sentito la parola macrobiotico potrebbe essere utile capire la filosofia alla base di questo tipo di dieta. Si sviluppa a partire dal pensiero taoista che vede il mondo come governato da due forze opposte e complementari (yin e yang). La stessa logica viene applicata all'alimentazione in cui si prediligono cibi di origine naturale: per lo più cereali, legumi e vegetali. Non è semplice capire cosa si può mangiare e cosa no, ma al Ramerino sono specializzati in piatti che seguono questa dieta. Immancabili i falafel di ceci con humus, i dolci vegani (come la torta di riso al cioccolato) e senza glutine (come i biscotti realizzati con farina di castagne). Per chi volesse mangiare al locale si può prenotare uno dei tavoli all’esterno e rimangono sempre attivi anche i servizi di asporto e consegna a domicilio a pranzo e cena.
Ramerino. Piazza T. Tasso, 3/R – Firenze. Tel: 055221167
 
Per i fiorentini che non riescono a rinunciare ai sapori della tradizione ecco una lista di schiacciate farcite indimenticabili.   
 

Foto di copertina di Lee Myungseong da Unsplash
Foto interne dalle pagine social dei locali

  • MANGIARE ALL'APERTO

scritto da:

Alice Burato

Un nome e un destino: vivere nel Paese delle Meraviglie. Amo la pasta alla carbonara, l'odore delle pagine dei libri mentre li sfoglio e giocare a tennis quando ho bisogno di staccare la spina. La mia attività preferita? Cercare nuovi ristoranti da provare.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Se il Covid cambia anche le abitudini alimentari. E la pasta diventa il piatto più cucinato a cena

La pasta è la pasta; e si conferma protagonista indiscussa della tavola: per 4 italiani su 10 è l’alimento più cucinato nell’ultimo anno ed è anche regina del pasto serale in compagnia.

LEGGI.
×