Perché gli hamburger di Roma sono una cosa seria e dove mangiare i tuoi preferiti zona per zona

Pubblicato il: 12 giugno 2020

Perché gli hamburger di Roma sono una cosa seria e dove mangiare i tuoi preferiti zona per zona

Dall’America con furore, l’hamburger è diventato tra i cibi importati più apprezzati anche qui in Italia. Ormai tutte le grandi città (e non solo), sono piene di locali dove l’hamburger rientra nel menu. Basti pensare a Milano, dove ogni zona ha il suo hamburger particolare, dal classico al gourmet, passando per l’alternativa vegan. Anche a Roma l’hamburger è un must, tant’è che ormai quasi non risente più delle sue origini oltreoceano, visto l’utilizzo di materie prime italianissime o la sperimentazione di nuove combinazioni dai sapori inediti. L’hamburger è diventato terra su cui sperimentare, alla continua ricerca di novità. Addio all’hamburger del fast food, insomma, a Roma l’hamburger è una cosa seria. Vediamo dove mangiarne di buoni, zona per zona.

L’hamburger sottovuoto di Prati

L’hamburger è un vero cult della cucina americana, ma è anche il piatto forte di Cult Burger & Things, in zona Prati. Il panino non è il solito panino, perché la carne non è la solita carne; qui è cotta sottovuoto, a bassa temperatura, in modo da mantenerne intatte le sostanze nutritive e renderla succosa anche se non è al sangue. L’hamburger più apprezzato è l’Emily, con composta di pomodorini piccanti e pistacchio, mortadella, stracchino e rucola, ma nel menu ci sono circa quattordici proposte, tra cui alcune di particolari, come il mele e lardo. Gli hamburger ci sono anche in versione gigante, per i mangiatori seriali. Oltre i burger, però, impossibile non citare gli antipastini fritti, come i bite di manzo, ripieni di cheddar filante, oppure le tapas o la picanha e le ribs. Insomma, un angolo di America nel cuore di Roma.
Si consiglia la prenotazione nei social, telefonando o tramite un messaggio Whatsapp.
Sono aperti tutti i giorni, anche con asporto e consegne a domicilio.
Cult Burger & Things, Via Ostia 29 – tel: 0648744661

Il pizza (e) hamburger a Portuense

Il genere umano si distingue in tre categorie: i pizza lovers, i burger lovers e gli indecisi. Questi ultimi, da Officine Resta, in zona Portuense, trovano pane per i loro denti grazie all’originale pizzaburger, in altre parole una pizza nella forma, ma un hamburger nei condimenti. Un esempio? Il Resta’s, un cheeseburger smontato su pizza, con fiordilatte, tritato di manzo, bacon stufato, salsa bbq e crema di cheddar. Per i tradizionalisti, ci sono anche i classici hamburger, mentre, per chi non teme un po’ di grassi di tanto in tanto, c’è il daddy, con crocchettone gigante di maccheroncini e formaggio con doppia panatura. E pare che qui gli hamburger siano tutti XXL. Leggero è un’altra cosa!
Il locale fa servizio a domicilio tutte le sere, dalle 19 alle 23 e resta attivo anche l’asporto.
Si consiglia la prenotazione telefonica per riservare un tavolo.
Le Officine Resta, Via dei Silvestrini 5 – tel: 0664494530

L’hamburger rock di Via Veneto                                          

Una capatina da Hard Rock Cafè, in Via Veneto, è un must, così come in ogni altra capitale che ne abbia uno. La maglietta bianca con il nome della città è il souvenir più gettonato. Allora, già che ci siamo, guai lasciare lo shop senza passare per il ristorante. Ma gli hamburger, qui, sono amati tanto dai turisti quanto dai romani, tant’è che Google e Tripadvisor li colloca ai primi posti delle preferenze. E non è un caso. Il panino storico è l’Original Legendary Burger, di black angus, con bacon, cheddar, anelli di cipolla, lattuga e pomodoro, ma ci sono anche gli hamburger in versione gluten free. Sedersi ai tavoli di Hard Rock Cafè è un’esperienza; sembra di stare all’interno di un museo del rock, dove si respira musica e si mangia all’americana, anche se alcune proposte, come l’amatriciana burger, sono un chiaro omaggio all’Italia. Il locale è aperto tutti i giorni, con proposte per l’happy hour.
Si consiglia la prenotazione telefonica o nel sito. Attivi anche delivery e take-away.
Hard Rock Cafè, Via Vittorio Veneto 62/a – tel: 064203051

L’hamburger vegan a Porta Pia

Anche Roma risponde alle tendenze del ventunesimo secolo e si dà all’hamburger 100% vegano. Dove? Da Flower Burger, in zona Porta Pia, un’istituzione nel mondo dello street food vegan. Qui gli hamburger di carne sono sostituiti da burger di ceci e orzo, fagioli, pisellini e lenticchie; e, meraviglia delle meraviglie, cosa che li rende ancora più all’avanguardia è che sono colorati: il Cherry Bomb, ad esempio, è rosa, perché realizzato con estratto di ciliegia e di barbabietola, mentre lo Spicy Cecio è giallo, perché fatto con la curcuma. È possibile cambiare anche il pane o il gusto del burger, oppure scegliere la bowl. Un tripudio di colori, quelli dell’arcobaleno, e di sapori, inediti.
Il locale ha riaperto a cena e continua con i servizi di delivery e take-away.
Flower Burger, Via Alessandria 21 – tel: 3335984599

L’hamburger Italian style (e non solo) in Trastevere

Black angus texano, manzo prussiano e picanha danese, sono questi i tagli di carne pregiati utilizzati da The Burger Factory per fare dei suoi panini degli hamburger gourmet, altroché roba da fast food. In menu le proposte, però, parlano anche italiano: c’è il Purple, ad esempio, con cipolla caramellata, guanciale croccante di Amatrice e doppio cheddar, oppure c’è il Carbonaro, con zabaione di uovo, pecorino romano e doppio bacon. E che dire del Gonzo? Con radicchio, speck dell’Alto-Adige e gorgonzola dolce. Il pane è artigianale e arriva tutti i giorni fresco dal forno. Per un tocco di esotico, il Rainbow è la scelta giusta, ha anche l’avocado e il succo di lime.
Il locale è aperto tutti i giorni eccetto la domenica, anche per asporto (con sconto del 10%) e consegne a domicilio.
The Burger Factory, Via Giovanni da Castel Bolognese 20 – tel: 0632090588

L’hamburger con le patate al forno a San Giovanni

Hamburger più patatine fritte è una certezza. Hamburger più patate al forno è una sorpresa. Da Franz Burger, a San Giovanni, il panino ce lo servono così. Il locale nasce con la voglia di riscoprire un classico dello street food americano, all’interno di un ambiente familiare dove scambiare quattro chiacchere con gli amici. Tutto è rigorosamente homemade. Ogni hamburger è personalizzabile, possiamo scegliere la carne e anche il tipo di pane, proprio come se fossimo a casa nostra. Poi ci sono i condimenti, anche questi per tutti i gusti: c’è il gordo, con pomodoro, insalata, uova strapazzate, cipolla, zucchine, peperoni, bacon e cheddar, oppure il tropicale, con crema di avocado, cetriolo fresco, melanzane e doppio cheddar. In aggiunta si possono scegliere i “rinforzi”, ovvero altri ingredienti da aggiungere, ad esempio i cetriolini sottaceto. Le patate al forno ci sono anche con il bacon, wow!
Il locale è aperto a pranzo e a cena dal lunedì al sabato e solo alla sera di domenica. È obbligatoria la prenotazione telefonica o sul sito. Attivi delivery e take-away.
Franz Burger, Via La Spezia 127/a – tel: 067011695

L’hamburger gourmet a Ostiense

Si definisce un "gastropub", ma The Bridge, a Ostiense, è pub nel “vestito”, arredato in stile industrial vintage, e ristorante nell’anima. Cucina romana e toscana si compenetrano, grazie alla chef Serena, romana di adozione, toscana di nascita, lasciando spazio a un po’ di America nei burger di ciccia, ma dai sapori nostrani: l’italiano, con mozzarella, pomodoro, pesto e burrata o il cacio ‘mbriaco, con pecorino, guanciale, cicoria e maionese al Syrah. C’è anche il burger vegan, il cecio, con hamburger di ceci homemade, cavolo viola, pomodoro e crema di zucchine. Tutti serviti con patate dippers. Di romano doc, poi, c’è la pinsa leggera e digeribile, tradizionale o gourmet, in linea con il resto del menu. E da bere? Sette birre alla spina a rotazione e oltre sessanta etichette di birre artigianali selezionate.
Si consiglia la prenotazione. Attivi anche delivery e take away con ordinazioni dal sito o tramite l'app del locale.
The Bridge, Viale Giustiniano Imperatore 3/5 – tel: 0683766034

L’hamburger all you can eat in zona EUR

Allegria, buona cucina e musica, questa l’atmosfera di Chattanooga da oltre vent’anni, in zona EUR, dove mangiare no-stop è un appuntamento serale quotidiano: martedì, tacos; mercoledì, burritos; giovedì, cheese bacon burger; domenica, grigliata. I burger, serviti con patatine dippers, risentono dei gusti e dei sapori latini: quello della casa, ad esempio, è ripieno di pollo con panatura croccante, pulled pork sfilacciato in salsa tomatillo, bacon, mango, yuca fritta e coleslaw. Oppure c’è il Beyond Burger, che sa di carne, ma è totalmente vegetale e fatto con barbabietole, patate, noci di cocco, bambù e piselli. Una valida alternativa per i vegetariani. Stessa formula per gli hamburger anche nel locale di Via Appia Nuova, quindi doppia opportunità per i più golosi.
Si consiglia la prenotazione telefonica o tramite Whatsapp.
Chattonooga, Via Benedetto Croce 61-69 – tel: 0659604290 o 3480568751

L’hamburger rinnovato in Piazza Navona

Nel 1890 nasce Camillo, in Piazza Navona, ristornate di famiglia ormai giunto alla quarta generazione di gestori, oggi Filippo e Tommaso, giovani talentuosi e pieni di idee per rinnovare il locale e renderlo un punto di riferimento per i romani. Ed è da questi presupposti che nasce un menu agile, in cui gli hamburger sono studiati per raggiungere la perfezione, ricercando i giusti sapori anche in tradizioni gastronomiche lontane come quella giapponese: il Baobab, ad esempio, è un panino al vapore con maialino cotto a bassa temperatura, salsa hoisin e cetriolini; oppure c’è il beyond burger, vegetariano. E il Costolettburger? Con bbq ribs disossate su pane fatto artigianalmente. Che sappia di Roma, ma in modo originale, poi, c’è la Carbonara, una crocchetta fritta ripiena di salsa carbonara, da provare. Un menu che piace tanto al romano quanto al turista e alla portata delle tasche di tutti.
Aperti dalla mattina fino a tarda sera, è disponibile anche il servizio di asporto.
Camillo, Piazza Navona 79 – tel:  066861118

L’hamburger del birrificio in centro storico

La buona birra, in bottiglia, di produttori nazionali, e la birra alla spina, a scelta tra quaranta, più una selezione di birre internazionali, non possono certo essere bevute a stomaco vuoto. Da Open Baladin, una succulenta lista di hamburger si affianca a questo elenco di birre pressoché infinito. In menu ci sono particolari proposte, come il tartare burger, con tartare di fassona, cipolla marinata alla birra, maionese al pepe di Sichuan e capperi, senape e insalata, oppure l’onorevole, con pesto di pistacchio, pecorino, prosciutto cotto grigliato e pomodori secchi sott’olio. E poi ci sono gli hamburger vegetariani, di melanzana o di ceci, lenticchie e quinoa. Ma le proposte di cucina comprendono anche antipasti sfiziosi, primi piatti della tradizione e carne alla griglia. Il locale ha riaperto con orari modificati, tutti i giorni a pranzo (12-15) e a cena (18-23).
Si consiglia la prenotazione telefonica, via mail o tramite Messanger.
Open Baladin, Via degli Specchi 6 – tel: 066838989

L’hamburger street food all’italiana a San Lorenzo

Un hamburger che nasce dalla passione per lo street food americano, ma rivisitato con prodotti italiani e stagionali: questo è Hamburgeseria, a San Lorenzo. Il piatto forte del locale, come dice il nome stesso, è l’hamburger; lo scortese, con brie, radicchio alla piastra, mayo alla senape e miele, è il perfetto esempio di italianità; il gasperino, con insalata, pomodoro, uovo, pecorino a scaglie, pancetta di Amatrice e mayo, altrettanto. C’è anche il fish burger, con il salmone, le zucchine, la rucola e maionese al lime. Profumi e sapori italiani in un piatto made in America. Ogni giorno nuove proposte, anche primi, wrap e insalate.
Si consiglia la prenotazione telefonica. Attivi delivery e take-away.
Hamburgeseria, Via dei Reti 40 – tel: 0644701298

L’hamburger componibile di Testaccio

Per chi non si accontenta delle proposte in menu e al ristorante chiede sempre qualche aggiunta, da The Meat Market, in zona Testaccio, può farlo senza essere guardato storto dalla cameriera ormai esasperata. Qui, infatti, l’hamburger è componibile: si può scegliere la carne, la sua cottura, gli ingredienti e pure le salse, il che rende molto più divertente la cena. Per tutti gli altri ci sono gli hamburger in menu: il Parallelo, con scarola, uvetta, pinoli, pancetta arrotolata e maionese al rosmarino; il Pueblo, con lardo di colonnata, pecorino a scaglie, pomodori secchi, rucola e maionese home made; l’Ermes, con pomodoro, cetrioli, feta greca, rucola e salsa al guacamole. Tutti accompagnati da croccanti patate al forno.
Attivo il servizio delivery.
The Meat Market, Via Marmorata 157 – tel: 3457792010

L’hamburger di scottona italiana a Talenti

Da Manforte, a Talenti, gli hamburger sono solo una parte del ricco menu, che comprende pizze, bruschette, fritti sfiziosi e insalate, ma sono una parte bella corposa. Il locale utilizza solo tagli pregiati di scottona italiana – reale, brisket e chuck – per i burger, cotti secondo ricetta americana, ma con materie prime made in Italy. Il burger della casa è speciale, perché cambia ricetta tutti i mesi ed è sempre una novità. Gli hamburger, poi, spaziano tra i continenti: c’è tuttobbono, con insalata, melanzane fritte, pomodorini confit e bufala; il mekiko, con insalata, pomodoro, salsa messicana, pancetta croccante, cheddar fuso e guacamole; lo scandinavo, con hamburger di salmone, zucchine e carote croccanti saltate con scorza di limone, insalata, pomodoro e salsa allo yogurt. Attenzione particolare è posta al gluten free, con un’area della cucina dedicata a queste preparazioni.
Aperti a cena, in due turni, con possibilità di mangiare all’esterno e menu usa e getta. Si consiglia la prenotazione telefonica.
Manforte, Via Giovanni Zanardini 39 – tel: 0682013179





Questi gli hamburger di Roma da provare zona per zona. Ogni hamburger ha una sua storia e una sua originalità, frutto della creatività degli chef, capaci di fare, di quello che dovrebbe essere un semplice panino, una vera chicca enogastronomica. Questi i posti di oggi. Ma quella degli hamburger non è certo una moda di adesso. Lo dimostra un articolo di qualche tempo fa dove avevamo stilato una classifica degli hamburger basato sulla popolarità web tra i romani.  Oggi la classifica sarebbe molto diversa (alcuni di quei posti non esistono più)  ma sicuramente  molti dei locali che abbiamo menzionato nel nostro articolo ne farebbero parte, perché ormai Roma è a tutti gli effetti la capitale dell’hamburger di qualità. Allora, mentre aspettiamo che si liberi un posto per la nostra cena in hamburgeria, concediamoci un aperitivo con gli amici nei locali aperti di Roma, cosa bella e che mancava troppo; poi lasciamo il bicchiere e addentiamo l’hamburger… Ecco che la serata si fa davvero perfetta! 


Foto di copertina dalla pagina Facebook di Camillo
Foto di Officine Resta di Andrea Martelli per 2night
Altre foto interne dei locali dalle pagine Facebook degli stessi
Foto di Roma (nell'ordine) di Caleb Miller, Dvid Köhler, Claudio Hirschberger e Mattew Warings su Unsplash

  • TENDENZE FOODIES
IN QUESTO ARTICOLO
×