Fast food non mi avrai. 6 locali di Padova dove farti una buona cena se sei sempre in bolletta

Pubblicato il: 4 marzo 2019

Fast food non mi avrai. 6 locali di Padova dove farti una buona cena se sei sempre in bolletta

Chi l’ha detto che per mangiare bene bisogna pagare cifre agghiaccianti?
Leggi qui sotto se il tuo portafogli avrebbe bisogno di una rimpolpata, ma allo stesso tempo rinunciare ad una cena fuori con gli amici ti scoccia. Ti sto per raccontare i 6 locali di Padova da cui sia tu che il tuo conto in banca uscirete pieni.

Quello che ‘te gusta’

S’Aligusta è quel ristorantino dall’aria rustica che ti fa sentire come a casa tua. L’accoglienza del personale è quella che si ha con un vecchio amico, quindi appena entri ti senti a tuo agio.
S’Aligusta è una pizzeria-ristorante di sostanza, dove i sapori sono genuini e le porzioni come quelle della nostra nonna quando andiamo a mangiare da lei.
Hai un’ampia gamma di scelta che va dalla pasta, al pesce, dalle insalate alla pizza, che cotta nel forno a legna è fragrante e leggera.
Da bere? La cantina conta più o meno 30 etichette di vini, e la birra la puoi scegliere sia alla spina che in bottiglia.
Proprio per la qualità (e la quantità) di quello che si mangia, se pensi di andare da S’Aligusta nel week-end, ti consiglio di prenotare.

Friti, rosti e sofegai

A Banda del Buso non vuole ammaliare i suoi clienti con proposte gourmet, e con slogan come “la buona cucina di una volta”. In questo posto troverai le più buone ricette venete, tutte fatte con materie prime genuine che allo stesso tempo non ti fanno spendere un occhio della testa.
Il menù si rinnova regolarmente in nome della stagionalità. Se sei uno della vecchia scuola che rimpiange le osterie di una volta, scommetto che salteresti sulla sedia potendo mangiare una fetta di polenta con formaggio e salsiccia, o una polpetta, o un crostino di baccalà. Questo e altro trovi per gli aperitivi.
Per il pasto vero e proprio si va da risi e bisi alla gallina imbriaga, dal muso in toccio alla lepre in tecia.
Tutto ciò accompagnato da birre artigianali e vini serviti in bottiglie anche da un quarto.
Con la sua semplicità, la Banda conquista da anni generazioni di residenti e studenti. Si potrebbe dire che è il locale di cui ogni città ha bisogno.

Dall’Oriente con furore

Qualcuno definisce un pasto da Peace'n'Spice una specie di viaggio dalla lunghezza proporzionale alla capienza del tuo stomaco.
Asiatica, libanese, afghana. Queste sono solo alcune delle cucine che trovi in questo locale etnico.
Le modalità di ordinazione non sono le stesse degli altri ristoranti, ma del resto Peace ‘n’ Spice è un locale che si distingue. Ordini dal menù 2 o 3 elementi che comporranno il tuo piatto. Quando questo ti arriva, è una gioia. Il piatto è del tutto caratteristico, con disegni variopinti, e gli odori che sprigiona non sono da meno. È una sinfonia di sapori, consistenze, colori. Se non ami la cucina troppo speziata, stai tranquillo perché Peace‘n’Spice fa uscire piatti equilibrati e gustosi.

L'osteria all night long

Se pensi all’osteria come ad un posto dove ci vanno gli over 70 a giocare a briscola, fai un salto da Osteria Barabba e cambia subito idea.
In questo locale suggestivo e dall’arredamento minimal, mangi un po’ di tutto: puoi iniziare con un aperitivo, passare per un toast o un panino, entrambi golosamente farciti, oppure buttarti subito su un piatto caldo. Carbonara, tagliatelle al ragù e risotto di radicchio sono solo alcune possibilità.
Come non ti aspetti da un’osteria, da Barabba la festa continua anche dopo cena con musica live, drink e feste private.

Trattoria portami via

Non c’è niente di meglio di un pasto a casa di mamma e papà. Loro sì che sanno coccolarci con i piatti che più ci piacciono.
Ma la Trattoria al Fungo non è certo da meno. Pochi posti a sedere e gestione familiare. Questi sono i punti forti della trattoria: ogni cliente si sente un po’ come a casa, e i pranzi e le cene riescono ad essere conviviali e intimi, senza decine di persone che parlano una sopra l’altra per tutta la sala.
Hai dei dubbi sul menù? Il gestore ti racconta con passione i piatti. E lì senti proprio l’amore e la passione.
Si mangiano i piatti della tradizione veneta. Il nido di polenta con i porcini e il petto d’oca è solo una della specialità della casa. Adesso che ne parlo mi sembra già di sentirne il sughetto in bocca…

Foto copertina dalla pagina Facebook di Peace'n'Spice 

Per restare sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter


 

  • SPENDO POCO E MANGIO BENE

scritto da:

Agnese Farinato

Uscire dalla comfort zone è la cosa che faccio con più difficoltà, ma è anche quella che, quando mi riesce, ma dà più soddisfazioni. Mi metto alla prova come posso, con le piccole cose, anche. Conoscere nuove persone, cambiare il modo in cui faccio le cose, farne di nuove, mettere in discussione gli assiomi.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Tutto quello che devi sapere sulla vino-terapia in Italia: 10 location che uniscono enogastronomia e relax

10 Spa che vanno dalla montagna al mare, passando per le colline del centro Italia.

LEGGI.
×