Due palle non bastano: il gelato veneziano che ti meriti

Pubblicato il: 9 agosto 2020

Due palle non bastano: il gelato veneziano che ti meriti

Diciamo la verità, un bel gelato va bene sempre, non soltanto d’estate. Soprattutto quando è buono. Ancora meglio quando puoi gustartelo circondato dalla bellezza di Venezia. Però, se vogliamo dirla tutta, il refrigerio goloso che si prova assaggiando con voluttuosa parsimonia, un poco per volta, un gelato artigianale in un torrido pomeriggio di agosto è una di quelle sensazioni che creano dipendenza. Cono, coppetta, coppa (per i più audaci). La forma non conta, il contenitore nemmeno. Leccarlo avidamente o degustarlo con perizia, non cambia il risultato: l’importante è non farlo colare. Poi, e non sono io a dovertelo dire, non tutti i gelati sono uguali.

È difficile, le amiamo tutti, a volte segretamente, ma almeno questa volta lasciamo stare le grandi catene internazionali: il gelato “come una volta” di Grom, quello “fatto fresco ogni giorno” di Venchi e il “gelato al naturale” di Amorino. Buoni? Certo. Originali? Non proprio. Venezia è la vetrina migliore per i gelati migliori (e non solo, purtroppo), ecco perché vale la pena cercare un po’ più a fondo e trovare dei gelati “speciali” da leccarsi i baffi, buoni, freschi e artigianali per davvero. Due palline qualunque non bastano più.

Quello a ritmo di reggae

Se non la conosci allora hai ancora la possibilità di fare scoperte straordinarie a Venezia. Quello con la Gelateria Alaska - e con il suo fondatore Carlo Pistacchi, gelataio ed esperto di musica reggae, e il suo socio Roberto - è uno degli appuntamenti in laguna da non mancare. Qui il gelato è naturale, delicatissimo e fatto col cuore e col ritmo giusto. “A la ska”, mica per niente.

Gelateria Alaska, Calle Larga dei Bari 1159, Venezia - Tel. 041 715211

Quello in gelatoteca



Nascosta in bella vista nell’antico Sotoportego de la Bissa a due passi da Rialto, la Gelatoteca Artigianale Suso è di sicuro la gelateria più social di Venezia. I turisti fanno a gara per accaparrarsi le ottime cialde firmate e scattarsi un selfie sul primo ponte a disposizione. I locals non lo fanno, ma il gelato lo prendono lo stesso qui perché è buono, naturale (anche vegano) e di grande qualità.

Gelatoteca Suso, Calle de la Bissa 5453, San Marco, Venezia - Tel. 348 5646545

Quello alla Mela (Verde)



Un piccolo brand veneziano di grande successo, con una gelateria a Venezia e una a Zelarino. Gelateria La Mela Verde propone gelati artigianali e ottime crêpes, entrambi realizzati partendo da ingredienti di prima qualità: pistacchi e mandorle siciliane, nocciole del Piemonte, ma anche biscotti bussolà buranelli e, ovviamente, le mele più verdi.

Gelateria La Mela Verde, Fondamenta de l’Osmarin 4977A, San Marco, Venezia - Tel. 349 1957924

Quello in coppa, come una volta



La tua gustosa madeleine, puoi trovarla alla Serra dei Giardini. A fare le veci del dolce proustiano ci pensa una vera, abbondante coppa gelato. Piena fino al bordo del lungo bicchiere in vetro, decorata, dagli abbinamenti che definire classici è poco, insomma quella coppa gelato che è pronta a riportarci ai nostri più felici ricordi d’infanzia. Ma anche il gianduiotto è imperdibile. Gustarli in mezzo al verde, scegliendo i gusti dal bellissimo carrettino - rinnovato in tutta la sua bellezza -  completa un quadro fatto di sapori e bellezza.

Serra dei Giardini, Castello, Venezia - Tel. 041 2960360

Quello da bàcaro



È un bàcaro, ma del gelato. Due cose che amiamo tutti si sommano in questa piccola, grande gelateria artigianale e familiare che realizza anche ottimi ghiaccioli, gianduiotti e panne in ghiaccio. Ingredienti freschi e naturali, porzioni abbondanti e un gentilezza d’altri tempi fanno del Bacaro del Gelato l’unico possibile bàcaro senz’ombre.

Bacaro del Gelato, Fondamenta della Misericordia 2499, Cannaregio, Venezia - Tel. 347 0507737

Quello d’oro (anche vegano)



Gelati, granite, crêpes, ghiaccioli, frappé, sorbetti, torte (gelato, ovviamente) e pasticceria. Tutto buonissimo. Si può eccome alla Gelateria Ca’ D’Oro. Una cura particolare nella selezione degli ingredienti, delle migliori materie prime, e un occhio anche alla presentazione del tutto, che non guasta mai. Numerose opzioni vegane, abbinamenti irresistibili e stagionali e pure un gran buon tiramisù.

Gelateria Ca’ d’Oro, Strada Nova 4273/b, Cannaregio, Venezia - Tel. 041 5228982

Quello old school



Di classici intramontabili, ormai ne rimangono ben pochi. È per questo che la Gelateria da Tita, dal 1932 il gelato artigianale del Lido di Venezia, merita attenzione a prescindere. Non è cambiato molto dagli anni ruggenti, nonostante il mondo non sia di certo più lo stesso. Se vuoi fare un viaggio nel tempo, a base di gelato, magari tornando dalla spiaggia, questo è il posto che fa per te.

Gelateria da Tita, Gran Viale Santa Maria Elisabetta 61, Lido di Venezia - Tel. 351 7444747

Foto di Copertina by Marika Sartori on Unsplash. Le foto dei locali sono prese dalle loro pagine Facebook. 

  • SWEET HOUR

scritto da:

Giacomo Pistolato

Cinefilo e gattofilo, mi piace scrivere e osservare. Vivo e scelgo Venezia, quasi tutti i giorni. Non amo le contraddizioni. O forse si.

IN QUESTO ARTICOLO
×