Frappe e Castagnole a Roma, arriva la mappa definitiva

Pubblicato il 9 febbraio 2024

Frappe e Castagnole a Roma, arriva la mappa definitiva

I dolci della tradizione del Carnevale romano dove il fritto regna sovrano si trovano praticamente ovunque in questo periodo. Ma pochi sono quelli che sanno farli veramente bene. Ecco allora la mappa delle migliori della Capitale

C’è un periodo dell’anno, quello tra la fine delle Feste e San Giuseppe dove le guantiere dei dolci della domenica a Roma si riempiono di cose fritte al posto delle classiche pastarelle. Si comincia subito con le tradizionali frappe (i fiocchi di pasta fritta aromatizzata agli agrumi) spolverate con abbondante zucchero a velo e accompagnate dalle immancabili “cugine”, le castagnole (piccole palline di pasta morbida lievitata ed aromatizzata, successivamente fritte e cosparse di zucchero in granelli). Questi, infatti, sono i tradizionali dolci romani dedicati al Carnevale ed è praticamente impossibile resistere alla tentazione di comprarne un vassoio pieno, visto che sono praticamente ovunque. A queste, poi, si aggiungono durante e dopo i mitici bignè di San Giuseppe, ripieni con crema pasticcera o, come antica tradizione romana vuole, di ricotta fresca. Se dei bignè di San Giuseppe ce ne occuperemo – e con molta attenzione – più avanti, adesso è il momento di fare una mappatura delle migliori frappe e castagnole di Roma, perché è vero che le fanno tutti, ma quelle veramente buone e particolari non sono poi molte. Ecco allora gli indirizzi preferiti da 2night. Prendi bene nota.

Al Quartiere Della Vittoria vai sul sicuro

Frappe delicate e saporite, come quelle di un tempo, una frittura perfetta e asciutta che dà soltanto piacere al palato, segno di utilizzo di ingredienti di prima qualità, in primis l’olio. Ma il vero capolavoro di Sabotino sono senza dubbio le Castagnole classiche o ripiene, una vera e propria droga a cui è impossibile resistere, creano dipendenza e va a finire che le desideri anche a Ferragosto.
Sabotino, Via Sabotino, 19/29 Roma – Tel: 0645550580

A Casalbertone ci pensa Valentina

Per me le frappe devono essere semplici e leggere, esattamente come quelle che prepara Valentina Santangelo, pastrychef e proprietaria del laboratorio Zucchero & Cannella a Casalbertone. Piccole, ordinate, mai troppo spesse, croccanti il giusto, senza eccesso di zucchero. Da provare la versione classica e quella “della nonna”, ossia aromatizzate con il Marsala stravecchio.
Zucchero & Cannella, Via Antonio Baldissera, 3 Roma – Tel: 3803631535

All’Esquilino anche le frappe “da passeggio”

Una tradizione di famiglia, con decenni di esperienza alle spalle. Le frappe e le castagnole di De Santis Santacroce alle porte dell’Esquilino sono una certezza assoluta a Roma in tempo di Carnevale. Croccanti il giusto, mai pesanti, mai unte le frappe, mentre rimangono delicate e morbide (anche per diversi giorni) le castagnole. Molto carina e golosa la loro idea del “cartoccio di frappe” da passeggio: un cartoccio colmo di frappe bollenti condite con cioccolato, crema al pistacchio o altro ben di dio da mangiare al volo.
De Santis Santacroce, Via di Santa Croce in Gerusalemme, 17/21 Roma –Tel: 0670301912

Al Tuscolano la semplicità della tradizione

A Cinecittà sono ormai una vera e propria istituzione, ma le Sorelle Giordano per noi raggiungono il top proprio a Carnevale grazie alle loro frappe e castagnole, in assoluto tra le migliori in tutta Roma Sud. Tanta tradizione, pochi fronzoli e una frittura davvero ben fatta e leggera. Le castagnole invece sono saporite e mai secche (come purtroppo altrove accade spesso), tra le nostre preferite quelle al rum.
Sorelle Giordano, Via Giulio Agricola, 129 Roma – Tel. 0671583853

A Torre Spaccata ecco i capolavori di Ilario

Ultima scoperta a Roma una piccola pasticceria di quartiere tra Lamaro e Cinecittà gestita da Ilario e dalla sua famiglia. La Pasticceria Novelli è un luogo di felicità assoluta per gli adulti e per i bimbi. Anche nella giornata più storta e nera, se vieni qui e assaggi uno dei loro dolci siamo certi che ti tornerà il buon umore. Tra i capolavori di Ilario a Carnevale spiccano le frappe e la castagnole (quelle vere, non i bignè) al rum o normali: leggere, fritte come si comanda, senza orpelli o artifizi inutili. E poi la gentilezza di Ilario fa una differenza pazzesca. Bravissimi.
Pasticceria Novelli, Via Filomusi Guelfi, 55 Roma –Tel. 067212525

A Villa Fiorelli va in scena la semplicità

Non importa quanto la pasticceria sia bella, elegante o infiocchettata. Per fare le cose per bene basta anche un minuscolo laboratorio di quartiere, una vetrina ben fornita ed un sorriso sempre pronto da regalare. Come, per esempio, da Pastafrolla, minuscolo laboratorio davanti a Villa Fiorelli, specializzato da anni in dolci di ogni tipo, compresi i grandi fritti della tradizione, tra i quali, ovviamente spiccano le frappe (squisite, leggere) e le castagnole.
Pastafrolla, Piazza di Villa Fiorelli, 13/A Roma – Tel. 3336943097

A Malatesta le frappe del "Campione del mondo"

Famoso in primis per la qualità del suo gelato  (campione del mondo Sigep 2021), il Cannolo Siciliano di Eugenio Morrone a piazza Malatesta merita con onore le luci della ribalta anche per i dolci tradizionali del carnevale. Frappe e castagnole qui sono squisite e leggere. Una menzione d’onore alla loro castagnola all’alchermes, di solito non la nostra preferita, ma in questo caso bilanciatissima e golosa.
Il Cannolo Siciliano, Piazza Roberto Malatesta, 16/A-B Roma – Tel. 062751006

Al Centro Storico nel forno di famiglia

Quando si parla di tradizioni dolciarie a Roma spesso protagonisti sono anche i forni storici di quartiere. E’ il caso, per esempio, del Forno Monteforte a via del Pellegrino, in pieno Centro Storico. Qui il Carnevale è sentito, eccome! Le loro frappe meravigliosamente leggere e fragranti trionfano ogni giorno in questo periodo in vetrina. Un trionfo di profumi, aromi e una frittura praticamente perfetta fanno sì che entrino con ampio merito e margine nella nostra top 10.
Forno Monteforte, Via del Pellegrino, 129 Roma – Tel. 0625399550

Al Quadraro non solo per il ciambellone

Loro sono famosi soprattutto a Roma per il ciambellone, dolce per il quale si viene in pellegrinaggio qui al Quadraro al loro laboratorio da tutta Roma per quanto è amato e (giustamente) apprezzato. Ma non tutti sanno che la Pasticceria De Quintili è “gagliarda” anche e soprattutto adesso nel periodo di Carnevale per le sue strepitose castagnole: alla crema, classiche, al rum, all’alchermes. Non ce n’è una che non sia da urlo.
Pasticceria De Quintili, Largo dei Quintili, 21/B Roma – Tel. 0676962542

Ai Parioli non sbagliano mai

Ogni volta che ci capita l’occasione di venire alla Pasticceria Gruè ai Parioli usciamo sempre col sorriso. Il merito è della bravura e della passione di questi ragazzi per un mestiere che ha bisogno della massima attenzione anche nel minimo particolare. A Carnevale, per esempio, le loro frappe – classiche e al cioccolato – sono semplicemente pazzesche: frittura perfetta, friabili, mai pesanti al palato e mai eccessivamente coperte di zucchero.
Pasticceria Gruè, Viale Regina Margherita, 95 Roma – Tel. 068412220

Foto di copertina tratta da pagina Facebook di De Santis Santacroce
 

  • SWEET HOUR
  • CARNEVALE

scritto da:

Lorenzo Coletta

Romano, giornalista, dopo una prima esperienza di giornalismo radiofonico con l'agenzia Econews, ha cominciato ad appassionarsi al grande mondo dell'enogastronomia. Ha contribuito nel 2014 alla redazione della Guida dei Ristoranti di Roma di Puntarella Rossa edita da Newton Compton.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Spiagge! Elette le più belle del mondo per il 2024 secondo Lonely Planet

Anche tre italiane in classifica.

LEGGI.
×