La mia esperienza da FirenZen, il vero asian food a Firenze

Pubblicato il 15 dicembre 2017

La mia esperienza da FirenZen, il vero asian food a Firenze

Uno dei pochi ristoranti in città dove gustare i sapori autentici dell'Asia

Può anche passare inosservato FirenZen, nell'ultimo tratto di via Guelfa poco prima di arrivare in via Cavour. Due vetrate sulla strada che lasciano intravedere un interno minimalista, dai colori tenui e con una tenda in stile Ramen Girl che divide la cucina dalla sala.
Eppure, basta varcare quella soglia per entrare in un mondo di sapori ed odori d'oriente: dal verde del te matcha, al fresco del coriandolo, fino all'aroma della lemon grass, passando per i curry rossi e verdi. Entrando da FirenZen si entra in un mondo che riporta alla mente le atmosfere asiatiche, che trovano nei suoi piatti una tra le migliori esecuzioni sulla piazza cittadina.
Da FirenZen si può assaggiare una cucina che abbraccia le tradizioni tailandesi, cinesi, coreane e giapponesi, in un menù ispirato a quelle cucine tradizionali, vario e cucinato al momento da due chef originari della Cina, che hanno appreso i segreti delle cucine asiatiche nelle loro precedenti esperienze nel mondo.
Non è aperto da molto (e speriamo che rimanga un luogo segreto!). Soltanto nel giugno scorso Teresa, originaria della Cina ma che ha viaggiato più o meno in tutto il mondo nel suo precedente lavoro da ingegnere, ha deciso di apire a Firenze un ristorante dove poter ritrovare i veri sapori asiatici. Ha pensato così di proporre un menù vario che abbracciasse doversi paesi, prendendo da ciascuno di essi solo gli autentici piatti tradizionali: il ramen, ad esempio, dal Giappone, i Pad Thai, i veri involtini di Shanghai, il pollo Teriyaki, il curry rosso e giallo.
Il tutto, preparato con ingredienti per quanto possibile locali (tutti i freschi provengono dal vicino Mercato Centrale) abbinati alle materie prime dei paesi di origine per garantire la buona riuscita del piatto. Il menù varia due volte all'anno, anche perchè alcuni ingredienti vengono importati direttamente dai paesi asiatici. 
Io ho iniziato assaggiando un misto di ravioli e involtini, per poi proseguire con un classico Pad Thai e due diversi tipi di curry tailandesi, quello rosso abbinato al filetto di salmone, ed il classico giallo servito con riso e pollo.
Non ho resisito ad assaggiare anche il cavolo saltato con maiale ed aromi...incredibilmente buono: cime di cavolo croccanti in un equilibrio di aromi e piccantezza squisito! Viene servito in un recipiente con il fuoco sotto di modo da rimane sempre caldo.
La clientela di FirenZen è mista: molti asiatici che vengono qui per ritrovare i loro sapori di casa, molti fiorentini che hanno scoperto questo posto segreto, ed anche alcuni turisti che attratti dalle buone recensioni capitano qui per un piatto diverso dalla solita cucina locale. 
A pranzo, interessante la formula veloce per studenti e lavoratori: un piatto a scelta tra noodles o risto, acqua e caffè ad un prezzo speciale. Per i più pigri, invece, si può sempre ordinare tramite Foodora o Deliveroo!
Ma da FirenZen possiamo passare anche solo per gustare un te caldo, trattenersi a fare due chiacchere o lavorare. Vasta la selezione di te, in particolare ottimo il Matcha che arriva direttamente dal giappone ed intorno al quale è stata creata una vera e propria carta creata: divesi infusi, caffè, latte ma anche i cocktail a base di te ed un originale Sptriz, lo SpritZen.
Anche i dolci sono preparati con il pregiato te in polvere: simpatica la varietà di dessert elaborati intorno a questo ingrediente, come il matchamisù (versione rivista del classico tiramisù), la cheese cake al te verde o il roll cake green.
Anche i gelati, preparati da una gelateria artiginale, sono fatti con gli ingredienti selezionati da Teresa: non solo il te matcha, ma anche il sesamo nero, il wasabi e lo zenzero. Nella sezione delle bevande, non potevano mancare le birre asiatiche: accanto alla giapponese Asahi, si può gustare anche la cinese Tsing Tao, fino alla locale Birra allo Zenzero del Birrificio Fiorentino.

Infine, non meno importante, l'attenzione all'accoglienza ed al servizio: Teresa è una persona estremamente gentile, che ti fa sentire a casa al primo sguardo. Il team di persone di sala che ha selezionato è altrettanto accogliente ed insieme alla bontà dei piatti rende l'esperienza da FirenZen veramente piacevole ed gustosa. Teniamo questo segreto solo per noi però, altrimenti non troveremo più posto!

FirenZen
via Gualefa, 3
aperto a pranzo ed a cena con orario continuato dalle 11:30 fino alle 22:30
domenica chiuso

  • GLI ADDETTI AI LAVORI
  • RISTORANTI E CIBI ETNICI
  • CENA BLOGGER

scritto da:

Chiara Brandi

Chiara, alias Forchettinagiramondo, si definisce un’acrobata digitale, continuamente in bilico tra un lavoro nel campo dei social media, un bambino meraviglioso ed una inesauribile serie di interessi che non trovano mai fine. Adora la cucina, cucinare, conoscere e imparare su tutto ciò che riguarda il mondo food. E viaggiare: appena può, mette tutto in una valigia e parte per una nuova avventura alla scoperta di nuovi sapori, immagini, luoghi e colori. Forchettinagiramondo è il suo blog personale dove si uniscono nel racconto e nelle immagini le sue passioni più grandi: la cucina ed i viaggi. Segue ed ha realizzato vari progetti legati a cibo, tra cui GiramondosenzaGlutine, sul tema della cucina Gluten Free, e Click4Food, sul tema della fotografia del cibo.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Ecco la classifica delle migliori trattorie d'Italia a cura della guida 50 Top Italy

Ovvero, l’autentica anima gastronomica della nazione.

LEGGI.
×