Pranzo vegano a Milano? Ecco qualche consiglio gustoso

Pubblicato il: 12 novembre 2018

Pranzo vegano a Milano? Ecco qualche consiglio gustoso

Oggigiorno esiste una comunità vegana sempre più consistente che cresce, si fortifica e si fa sentire con garbo ma con forza in una città come Milano che non ha paura di accogliere nuovi stili alimentari. Sì, perché essere vegani non significa solo mangiare ingredienti di provenienza animale ma è un vero e proprio stile di vita che comprende anche il vestiario, il modo in cui ci si rapporta con gli altri e con qualsiasi altro essere vivente. Rispetto. Questa è la parola. E questo è il mantra del vegano. 

In città negli ultimi anni sono nati tanti locali totalmente vegani o con vasta scelta vegana e altri storici hanno aggiunto referenze vegane al menu ma ancora non sono così diffusi da permettere ad un vegano di vagare per la città e di trovare sempre un’alternativa valida. Ecco perché oggi ti proporrò una breve lista di locali milanesi da non perdere per una pausa pranzo tutta vegana. Un vademecum da tenere sempre sotto mano per non rimanere a bocca asciutta (e a stomaco vuoto)!

Il Tasty Toast vegano

Situato all’interno dell’Edificio 16 del distretto accanto all’Hangar Bicocca, ormai famoso per le sue ambientazioni newyorkesi, con le sue strade ampie ed il muro di mattoni rossi a vista, Toast to Coast  è un locale ampio disposto su due livelli. Meta ideale dei dipendenti delle aziende vicine per la pausa pranzo ma anche dei tanti studenti della vicina Università, propone un vero e proprio viaggio nel mondo dei toast intesi in una veste nuova: non più come pasto veloce da consumare in piedi, preparato in breve tempo ma piuttosto un “tasty toast”, un vero e proprio piatto gourmet, da consumare al tavolo, realizzato a partire da materie prime di altissima qualità. Il menu, suddiviso in tre sezioni, ha una intera parte veggy style con tante proposte vegetariane ed alcune vegane come l’imperdibile Insalata veggy con Funghi, mais. pomodorini secchi, valeriana (con uova e scaglie di grana per i vegetariani).

Dal jazz all’Healthy Food

Meta ideale per i tanti vegani e vegetariani in zona Navigli, il BeBop ormai è una vera e propria istituzione cittadina. Il locale deve il nome alla nota corrente jazz tanto amata dai suoi proprietari, spesso presente in radiodiffusione. La sua cucina creativa è fra le più variegate, non solo per le proposte vegane e vegetariane ma anche per le tante proposte gluten free e questo lo rende un ristorante davvero adatto a tutti. Da non perdere il Carpaccio di zucca al forno con rosmarino e lattuga brasata, i Tagliolini di zucchine al pesto di sedano, mandorle, pomodori secchi e olive ma anche la Focaccia con crema di radicchio rosso stufato e zucchine alla griglia o ancora l’Hamburger di ceci, lenticchie e fagioli con maionese vegan alla curcuma.

Dai micini con gusto

Dai neko cafè giapponesi a Milano il passo è davvero breve. Basta andare da Crazy Cat Cafè, in zona Centrale, la prima caffetteria-bistrot dedicato ai gatti. E non parlo di immagine, di foto appese o di gadget a forma di gatto. O almeno non solo di questo ma di veri e propri gattini adorabili in carne e d ossa che saltellano, fanno fusa, richiedono cibo con il loro musino all’insù e con il loro occhi vispi che rendono l’ambiente davvero inimitabile. Ma il Crazy cat non è solo questo: la cucina propone tanti piatti gustosi, stagionali, e, ovviamente, veg-friendly come la vellutata di zucca e curry vegano con latte di cocco e spezie -, in perfetto stile pet-lovers.

L’alta cucina naturale e 100% vegana

Passando in zona Farini BistroBiò è un bistrò dedito alla cucina naturale e vegana e propone piatti di alta cucina rivisitati per tutti i gusti. Ma non è solo questo. Lo chef e titolare Claudio di Dio ha una missione ben precisa: avvicinare e convertire sempre più persone alla filosofia vegana che, come abbiamo detto, non è solo una scelta alimentare bensì un vero e proprio stile cruelty-free che passa anche dal vestiario e dall’eco-sostenibilità di ogni azione dell’uomo che va ad incidere sul pianeta. Vero e proprio tempio del vegan food BistroBiò, propone menu che seguono la naturale stagionalità dei prodotti e che, a pranzo, cambiano quotidianamente ma comprendono sempre due proposte di cereali, due proteine vegetali e due contorni ad un prezzo fisso.

Un salto dall’altra parte del mondo

Storico locale indiano di Milano, il Dawat, in corso Sempione, propone una cucina indiana della tradizione con contaminazione di quella birmana e tibetana e, quindi, naturalmente priva di prodotti di origine animale. Composto da due sale ed un bar si presenta come un vero e proprio angolo d’India a Milano con i suoi affreschi, i suoi colori caldi e gli elementi d’arredo tipici. Un luogo perfetto per un pranzo di lavoro ma anche per un pranzo a due o fra amici in un ambiente energetico, frizzante e allegro. Da non perdere il menu a prezzo fisso vegano. Fra le sue specialità: veg pakora, samosa, alu gobi (curry di verdure e cavolfiore) o baingam bharta (polpa di melanzane speziate) o il mitico Riso Pulao alla curcuma o il pane Tandoori, entrambi usati come accompagnamento.

La cucina naturale e bio

In zona Porta Romana, invece, è NaBi il punto di riferimento per i tanti vegani della zona ma anche per gli “onnivori” (disponibile un menu anche per loro) appassionati di cucina naturale e biologica. Ecco le due parole chiave di questo localino che a pranzo propone un piatto unico che comprende quattro portate che rispettano la naturale stagionalità degli ingredienti. Sono disponibili poi panini con pane integrale, piadine di kamut, insalatone e torte salate.

Il burger vegano in Porta Nuova e ora anche in Porta Genova

Il Flower Burger è la prima vegan-burgeria della città ed oggi è disponibile in due location: la storica di via Vittorio Veneto (in zona Repubblica) e la nuova apertura in via Tortona (Porta Genova). I suoi burger vegani sono ormai conosciuti in tutta Milano perché rappresentano una perfetta alternativa sana e gustosa  agli hamburger di carne anche per chi non è vegano. La rafinatezza degli accostamenti e la varietà degli ingredienti utilizzati li rendono perfetti per ogni gusto. Da non perdere Il Cheesy Cecio: bun nero con burger di ceci e orzo, insalata, pomodori, flower cheese alle erbe e salsa Tartarella o ancora il classico Flower burger: bun nero con burger di fagioli e seitan, insalata, germogli di soia, pomodorini confit, flower cheddar e salsa magik e molti molti altri davvero degni di lode.

E tu, quali locali vegani di Milano conosci per una pausa pranzo gustosa? 

Photo Credits
Foto di copertina: dalla pagina facebook di Toast to Coast
Foto: dalle pagine facebook dei locali

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui locali della tua zona? Iscriviti gratuitamente alla newsletter!

 

  • CIBO CHE FA BENE
  • EAT&DRINK

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori pasticcerie d'Italia 2020: la wishlist dei dolci, ecco i premiati

Esattamente... perché tra bignè, macaron, torte e semifreddi l'ingordigia è in agguato.

LEGGI.
×