Lo Chef stellato Eugenio Boer rilancia le consegne a domicilio

Pubblicato il: 18 novembre 2020

Lo Chef stellato Eugenio Boer rilancia le consegne a domicilio

Lo chef stellato ripropone il suo delivery "[bu:r] a casa" con packaging biodegradabile

È al passo con i tempi, gustoso e sostenibile il servizio di delivery lanciato dallo chef italo-olandese Eugenio Boer. Dopo il successo della scorsa primavera, riparte il servizio che ha coccolato in uno dei periodi più neri della storia della ristorazione italiana. 

Padre olandese, madre ligure-siciliana, Eugenio Boer diventa cuoco fin da giovanissimo. Infatti, in un'intervista rilasciata a Identità Golose afferma di essersi messo ai fornelli all'età di 13 anni. Nel 2017, un anno dopo l'apertura, riceve la prima stella Michelin da Essenza. Una settimana dopo dà le dimissioni e nell'estate del 2018 torna, sempre a Milano, con il progetto Bu:r.

E ora, il suo “fine dining” si prende, ancora una volta, una pausa per lasciare spazio alla Gastronomia “premium” firmata da Boer, disponibile sia per l’asporto (fino alle ore 22.00) che per il delivery su Milano. 
La famiglia di [bu:r] ha scelto quindi di restare vicina ai propri clienti, continuando a prendersi cura di loro, come ha sempre fatto, ma entrando direttamente nelle loro case.

Il delivery stellato ed etico

L'idea del delivery stellato in realtà non è nuova. Lo chef stellato, insieme alla compagna e maître di sala Carlotta Perilli, l'avevano già testato durante il primo lockdown che ha chiuso Milano e di conseguenza il suo ristorante [bu:r] in Primavera. 

Campioni di resilienza i due compagni hanno riproposto il loro servizio di delivery anche in questo periodo chiamandolo  [b]"[bu:r] a casa" [/b]che non solo porta al domicilio dei tanti affezionati i piatti dello chef stellato ma lo fa in modo etico. La coppia ha infatti scelto di utilizzare per il trasporto contenitori 100% biodegradabili.

In un periodo difficile come quello che il mondo sta attraversando bisogna adattarsi e reinventarsi in continuazione e, in questo, lo chef Eugenio Boer, patron [b]di [bu:r],[/b] è un maestro. 

“Riadattarsi, ricrearsi e reinventarsi”. È questa la ricetta anti-crisi dello chef italo-olandese e della sua compagna che affermano: “Nei momenti di grande difficoltà la chiave sta nel non fermarsi. Abbiamo per questo deciso di mostrarci nella nostra parte più vera e, perché no, più intima. Vogliamo portare un po’ di ciò che siamo nelle case delle persone, condividendo con loro ciò che significa per noi comfort food, il tutto a prezzi accessibili. Ricette e gusti tradizionali che sanno di ciò che meglio conosciamo”.

Il packaging ecosostenibile

Le prelibatezze dello chef verranno spedite a domicilio opportunamente sigillate in pratici pack ecosostenibili. Una scelta, quella di utilizzare confezionamenti esclusivamente biodegradabili, perfettamente in linea con la filosofia di cucina del ristorante. Italianità e sostenibilità sono, infatti, i principi ispiratori del menù di “[bu:r] a casa”, con l’obiettivo di continuare a sostenere i piccoli artigiani con i quali Boer collabora ormai da tempo. La carta è suddivisa in antipasti, primi, secondi, dolci ed “extra”, nel segno della tradizione italiana e della sua biodiversità, tutti piatti realizzati interamente con prodotti nostrani.

Il menu della gastronomia di Boer

Sulla scia di tanti altri chef che hanno optato per la modalità Ready To Cook di cui abbiamo già parlato qui il menu proposto da Boer e reso disponibile per il delivery non è fatto solo di piatti pronti ma anche di pietanze da rigenerare, impiattare o cucinare del tutto a casa, ovviamente seguendo alla lettera i consigli dello chef. Si parte dagli antipasti tradizionali (9 €), come vitello tonnato, baccalà mantecato e polenta e mondeghili, per passare ai primi piatti, da cucinare e comporre a casa, quali tagliatelle di pasta fresca accompagnate da un sugo a scelta tra ragù classico (12 €), pesto alla genovese (10 €) e trifolata di tartufo nero, funghi e salsiccia (15 €), oppure tortellini classici in brodo di cappone (16 €).

Il menù prosegue con i secondi piatti (18 €), tra cui uno stracotto di guancia di manzo al vino rosso e purea di patate, da scaldare al momento del consumo o il piatto speciale, ovvero il filetto in crosta con purea di patate e jus di vitello (20 € a porzione), da ordinare con 48 ore di preavviso.

Per finire i dolci (7 €), a scelta tra panna cotta e crème caramel, senza dimenticare gli “extra”, a cui i fan dello chef non potrebbero mai rinunciare: la [bu:r] focaccia (2,50 €), la mini-torta salata di rose (4 €) e gli immancabili macaron di piccione (2 € cad.).

Info tecniche 

Sulla pagina Instagram @buracasa lo chef Eugenio Boer condivide gli aggiornamenti sul menù, nonché le indicazioni su come comporre e rigenerare i piatti. Inoltre “sfida” i suoi follower a realizzare il più bell’impiattamento tra le mura domestiche, sempre nell’ottica di farli sentire distanti il meno possibile dall’atmosfera del ristorante.

Gli ordini possono essere effettuati con 24 ore di anticipo scrivendo su Whatsapp o telefonando al numero 3385035911. Il pagamento potrà avvenire con contanti alla consegna o anticipando un bonifico bancario.

Photo Credits: pagina Instagram @Buracasa

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Sharper night 2020: la Notte Europea dei Ricercatori è online

27 e il 28 novembre novembre, per la notte europea dei ricercatori, si terranno oltre 500 appuntamenti da 13 città a cui parteciperanno più di 700 ricercatori e oltre 100 istituzioni culturali

LEGGI.
×