Voglia matta di Apple Pie? Ecco le bakery assolutamente da non perdere

Pubblicato il: 11 ottobre 2019

Voglia matta di Apple Pie? Ecco le bakery assolutamente da non perdere

Indispensabili per soddisfare quella insaziabile voglia di cupcake, muffin, bagel e choco macchiatone.

E' la tendenza del momento, o la moda, se preferisci, ma fossero tutte così le mode... Cupcake, muffin, bagels, brownie, cake design, ovvio, ma anche croissant, quiche, panini gourmet e focacce. Le bakery nascono come funghi ma solo poche meritano lo scettro di migliori e di ultima generazione; ricette creative, materie prime a km 0, gluten free o ipocaloriche e chi più ne ha, più ne metta. Sono aperte dalla colazione, american style soprattutto, (cookies, cornetti, pan au chocolat, crostate, centrifughe), passando per il pranzo (panini e pizze dagli abbinamenti golosi), fino all’aperitivo o cena con hamburger, taglieri, birre artigianali. Ma bakery è uno stile di vita a tutto tondo e anche le location non sono lasciate al caso: design shabby-chic, musica indie e connessione wi-fi per “fast people and slow food”TripAdvisor mi ha dato una mano nella selezione delle migliori, città per città. 

California Bakery a Milano


Cheesecake e hamburger tra ceste appese al soffitto e mattoni bianchi in un piccolo locale country-moderno. California Bakery è la prima caffetteria American Style di Milano. Concept nato nel 1995, era una piccola bottega che ha saputo dare spazio a una grande passione: da questo primo indirizzo, il profumo delle cose buone, appena sfornate, è riuscito a conquistare tanti clienti. Le location: viale Premuda, 44 - via Larga, 19 - corso Como, 5 - piazza Sant'Eustorgio, 4 - corso Garibaldi, 89 - via San Vittore, 2 - piazza Tre Torri. 

Vanilla Bakery a Milano


Burger e cupcake in piccolo ristobar dallo stile vintage americano, con arredi molto "girly". Il rosa e i colori pastello infatti sono il comune denominatore del locale e insieme a tanti piccoli dettagli tutti curatissimi, rigorosamente in stile shabby, contribuiscono a quell’atmosfera da fiaba che ci riporta immediatamente ai nostri desideri di bambine. La trovi in via S. Siro, 2. 

Princi a Milano


Non è mai stato solo un semplice forno dove poter comprare in tradizionali orari da negozio prodotti dolci o salati. Princi Bakery, marchio inventato da Rocco Princi più di trent’anni fa, si è sempre fatto conoscere come qualcosa di molto di più e precisamente come un locale-panetteria dove si possono comodamente consumare sul posto le infinite leccornie ancora calde. Insaporite da un’atmosfera design, da dettagli di moda, da materiali contemporanei e da complementi di arredo cool, tanto che i quattro punti vendita di Milano e il negozio di Londra sono affollati ad ogni ora del giorno e della notte e non mancano al loro interno le esclusive frequentazioni vip. Location: piazza Venticinque Aprile, 5 - corso Venezia, 21 - largo La Foppa, 2 - via Ponte Vetero, 10.

Camelia Bakery a Treviso


La bakery più celebre e sweet di Treviso (ma c'è una una seconda sede da Coin in corso del Popolo, 44) tutta cupacke glassati, torte a più piani farcite e coloratissime, tè e cioccolate calde servite in tazze che sembrano uscire dritte dalla casa delle bambole. La trovi in via Palestro, 30.

Mama's Bakery a Firenze


Mama's Bakery nasce dall'idea di Matt Reinecke che, insieme a sua moglie Cristina, ha voluto creare un ambiente rilassante e amichevole dove gustare in tutta tranquillità prodotti della tradizione americana, preparati con ingredienti selezionati della migliore qualità. La trovi in via della Chiesa, 34/r

Cecilia Natural Food & Drink a Firenze


Perché andare da Cecilia Bakery a prendere un tè? Presto detto, per l'ampia selezione di te biologici (herbal organic tea), per gli infusi e per i dolci buoni, ma buoni. Ad esempio, un ottimo abbinamento che Cecilia propone è l'earl grey con la torta di carote senza glutine, senza latte e burro; o la torta di mele sempre senza glutine. E se il tè non ti fa impazzire? Provare il Golden Latte con curcuma, cannella, miele di astragalo e latte di mandorla... o il Charcoal Latte con latte di mandorle, sciroppo di acero e carbone attivo, senza dimenticare il Matcha Latte. La trovi in via dei Neri, 39r.

Bakery House a Roma


Sandwich, bagel e cupcake in una caffetteria in stile americano con pareti a righe e arredi in legno bianco. La parola d'ordine è qualità e genuinità degli ingredienti utilizzati per realizzare prodotti rigorosamente fatti in casa. L'imperativo di Bakery House infatti è proprio "home made", niente deriva da produzioni industriali, ogni cosa viene preparata tutti i giorni per preservare la freschezza dei prodotti. Location: corso Trieste, 157 B e in zona ponte Milvio, in via Riano, 11

Antico Forno Roscioli a Roma 


Rinomata salumeria, formaggeria e vineria riadattata a moderno ristorante enoteca dallo stile newyorkese. Ovviamente ci si fa anche la colazione in stile NY, perchè da Roscioli l'’amore per l’arte bianca e la panificazione è una caratteristica di famiglia. Diverse generazioni di artigiani hanno messo la loro esperienza e creatività al servizio dei clienti dell’antico forno. Lo trovi in via dei Chiavari, 34

Birdy's Bakery a Napoli


Due ragazzi che avevano un sogno, portare un angolo di New York nel cuore di Napoli. Nel 2012 hanno realizzato questo sogno con la prima Bakery nel cuore di Napoli, nel quartiere più gramour della città: a Chiaia. Oggi, dopo sette anni e un grande successo, ne contano un’altra nella cittadina di Portici. Napoli: vico Belledonne a Chiaia, 14b e a Portici: via della Libertà, 195

  • CLASSIFICHE
  • EAT&DRINK
  • SWEET HOUR

scritto da:

Mariagiovanna Bonesso

Una mamma tacco 12? Anche un paio di ballerine Prada vanno bene, ideali per (rin)correre (il pargolo). Non ho smesso di "fare cose e vedere gente", coltivare la mia passione per arte, design, fotografia e moda, of course. A sdoppiarmi ancora non riesco, ma un Hugo cocktail e un cigarillo Cohiba mi ridanno i superpoteri istantaneamente.

POTREBBE INTERESSARTI:

​I ristoranti migliori dove farsi una scorpacciata di Tartufo Bianco d'Alba

Con i suoi 250 € all’etto di quest'anno si conferma la prelibatezza più costosa in tavola, ma bando alla tirchieria per una volta.

LEGGI.
×