Da Macellaio RC si celebra Sua Maestà la Fassona piemontese

Pubblicato il: 1 gennaio 2019

Da Macellaio RC  si celebra Sua Maestà la Fassona piemontese

Non è solo un ristorante ma anche un teatro. Da Macellaio RC il palcoscenico è il bancone e lo spettacolo che va in scena è la carne. I tendaggi impreziosiscono l’ambiente e la specialità servita è la fassona piemontese.

-perché la carne è esclusivamente fassona piemontese macellata sopra i 4 anni e frollata dalle 7 alle 9 settimane
-perché la macellazione è quella tradizionale ma la differenza sta nella frollatura
-perché all’interno della cella frigorifera viene spaccata la proteina E e così la carne non solo diventa più scura ma anche più tenera
-per la qualità dei tagli, selezionati dal macellaio Daniele Oberto di Alba
-perché la fassona piemontese è la carne con il più basso contenuto di colesterolo. È più magra anche di altre varietà come il pollo o il salmone

Semplicità fa rima con qualità
La carta punta sulla qualità che dal Macellaio RC significa semplicità. Non più di tre ingredienti nel piatto per celebrare il gusto senza compromessi.

-per assaggiare i tre piatti “forti” del menù: battuta a coltello di carne cruda, condita con olio extra vergine d’oliva e sale; il midollo cotto al forno con battuta, insalata e melograno; e la costata di fassona alla griglia
-perché la semplicità non è facile. Decidere di utilizzare al massimo tre ingredienti in un piatto significa non smettere mai di ricercare la qualità assoluta
-per la selezione dei vini che possono accompagnare la selezione dei piatti di carne. La cantina propone fino a 130 etichette italiane, selezionate da The Winesider, il servizio innovativo creato su misura per i ristoranti di qualità

Un ambiente ricercato ma friendly
Lo spazio, 340 metri quadrati, è stato allestito da Costa Group, azienda ligure che si occupa di progettazione di bar e ristoranti, nel Palazzo Kilton, siamo nel cuore di Brera, dove in passato c’era il quartier generale della maison di moda Ferrè.

-per l’ambiente curato ma informale
-perché i particolari di velluto rosso e le luminarie raffinate mettono in evidenza la protagonista dell’ambiente: la carne
-per l’attenzione alla selezione della materia prima e alla cura nella presentazione. La filiera è cortissima: dal produttore al cliente, senza perdersi in giri inutili

L’esperienza è quella di Roberto Costa
Roberto Costa, 45 anni, genovese, ha aperto il Macellaio RC, insieme alla socia Mariella Radici, dopo l’esperienza a Londra. Ha avviato 14 ristoranti in 12 anni e in Inghilterra gestisce oggi 5 ristoranti.

-per scoprire il “metodo Costa”: rispetto del prodotto con grande attenzione nella scelta del produttore; lavorare sempre in un ambiente assolutamente igienico e proporre ricette che non utilizzino mai più di tre ingredienti
-perché si può vedere quello che si mangia: gli ospiti assistono alla lavorazione della materia prima e tutto quello che succede è sotto gli occhi.

  • TENDENZE FOODIES
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Tutto quello che devi sapere sulla vino-terapia in Italia: 10 location che uniscono enogastronomia e relax

10 Spa che vanno dalla montagna al mare, passando per le colline del centro Italia.

LEGGI.
×