Queste sono le migliori caffetterie di Mestre e Marghera per ritrovarsi a chiacchierare con gli amici

Pubblicato il 17 dicembre 2023

Queste sono le migliori caffetterie di Mestre e Marghera per ritrovarsi a chiacchierare con gli amici

"Ah, che bell'ò cafè pure in carcere 'o sanno fa". Sì ok, ma non è per forza detto che serva farsi arrestare per gustare del buon caffè dalle nostre parti. Io mi fido di Fabrizio De Andrè e pure di Don Raffaè, però alle manette e alla cella preferisco avere le mani libere. Perché oltre al caffè mattutino e pomeridiano (due al giorno al massimo, che prevenire è meglio che curare) spesso mi pappo in contemporanea anche croissant o biscotti fatti in casa. Sai, quelli buoni e friabili al punto giusto. E siccome sono abitudinario e i riti, mi dispiace, non si toccano, a Mestre e Marghera ho i miei posticini preferiti dove so che il caffè è degno della "ricetta ch'à Ciccirinella compagno di cella ci ha dato mammà".

Il mio piccolo grande rifugio margherino



In quel di Marghera un caffè da Bistrò La Piazza non me lo leva nessuno. Cioè, oltre al caffè che ha quel giusto grado di robustezza che ti tira su, è il contesto a renderlo speciale. Tra sala interna e dehor ci si sente sempre a proprio agio grazie a un design moderno ed elegante ma senza troppi fronzoli, e se il sole bacia la città giardino sedersi all'aperto è un toccasana per iniziare la giornata. Il posto giusto per un pit stop durante lo shopping o tra una commissione e l'altra dove trovare facce amiche e, soprattutto, lasciarsi andare anche a qualche peccato di gola tra l'ampia scelta di brioche e dolci artigianali. A proposito di brioche, se quella al pistacchio è tanta tanta roba, forse non hai ancora provato le tante novità di questo periodo. Ci sono addirittura i famsi NY rolls, praticamente introvabili in Veneto. Ma poi altre particolarità come: quella con crema pasticciera e frutta, quella con nocciolata delle Langhe Caffarel e crema pasticciera, dove torreggia un goloso orsetto al latte Lindt. Infine, super goduriosa, la crema di marroni e crema pasticciera, con marron glacé Agrimontana. Naturalmente queste ghiottonerie (ne vedi qualcuna in foto) vanno abbianate coi cappuccini natalizi!
Ah, dulcis in fundo, il caffè è Illy 100% Arabica e lo staff ha ricevuto il riconiscimento "Artista del caffè Illy".
Bistrò La Piazza. Piazza Del Mercato, 3/4 - Marghera (Ve). Tel: 3356620254

Il punto di riferimento per i veri intenditori

La Casa del Caffè, ma per davvero. Mai nome fu più veritiero per un locale visto che qui, in Galleria Barcella, i chicchi arrivano da mezzo mondo. Va da sé che i cultori della "tazzulella 'e cafè", dietro cui si celano equilibri geopolitici e storie di persone e popoli, abbiano eletto La Casa del Caffè come loro rifugio preferito. Sopra il banco ci sono grandi bussolotti con chicchi, aromi e consistenze dal Sud America, dall'Africa e da altri luoghi lontani e per me gustarne la miscela significa tornare a quel viaggio in Uganda che mi è rimasto nel cuore o riassaporare le atmosfere della Bolivia quando l'ho scoperta zaino in spalla. Per non parlare dell'India, altra terra promessa. In più qui i biscotti sono fatti in casa, sono grandi il giusto e hanno quella rugosità che mi fa impazzire. Insomma, qui la pausa caffè è tutta un'altra roba.
La Casa del Caffè. Via Bonaventura Barcella, 7 - Mestre (Ve). Tel. 041974000

L'amaro del caffè e il dolce del cioccolato


Vabbè, caffè e molto altro direi. Da Pettenò, a Carpenedo, la miscela è 100% arabica e, secondo i gestori, contiene pochissima caffeina e ha un gusto fruttato e dolce. Io, che non me ne intendo, dico solo che è buono buono e, soprattutto, lo puoi accompagnare con un ricco ventaglio di peccati di gola. Per quanto riguarda il cappuccino, altro must del popolo italico a colazione, se sei fortunato potrebbe arrivarti anche qualche virtuosismo di latte art, la disciplina dei disegni sul caffelatte. Poi lo sapete già bene che dal 1967 questa cioccolateria dispensa dolcezza a piene mani grazie alle sue praline e a tanti altri prodotti cioccolatosi. Tra croissant, torta linzer, pain au chocolat e tutto il resto in bella vista sul banco farei manbassa ogni volta.
Pasticceria Pettenò. Via San Donà, 11 - Mestre (Ve). Tel. 0415340673

Dove sanno fare bene tutto, anche nel caffè



A parte che il loro gelato al caffè è spaziale, ma questa è un'altra storia. E pure la loro Coppa Arabica con tanto di caffè espresso me la sogno di notte. A parte questo, che dire della saga di Chocolat, partita dal concetto di gelateria per poi diventare riferimento anche per colazioni e pranzi veloci. Il caffè la mattina, nella sede di Galleria Barcella, è ormai un rito in centro città. Specie quando fa freddino ma c'è ancora la possibilità di sedersi all'aperto, baciati dal sole invernale. Puoi osservare Mestre che si risveglia, la gente che va al lavoro, le botteghe che aprono, il tutto accompagnati da una tazza mica male (occhio anche ai loro super cappuccini) e dalle loro fantastiche brioche artigianali, compresa la variante veg. Il locale sembra proprio una caffetteria, di quelle in osmosi con lo spazio esterno. Grandi vetrine, luce. La sensazione è di essere in una location davvero vitale.
Gelateria Chocolat. Galleria Matteotti, 14 - Mestre (Ve). Tel. 0412007174

La tazzina di caffè top di gamma a 1 euro!


Caffè a 1 euro in centro? No, non vi sto prendendo in giro, ed è pure top di gamma. Lo potete trovare nel Bar Goppion Cinema Candiani, che sta vivendo un vigoroso boom dalla mattina alla sera. Merito di prodotti di qualità, di passione e di tanta voglia di dire la propria nel panorama cittadino. Qui c'è la fila la mattina, anche perché le brioche sono di livello e gli snack sono preparati espressi tutto il giorno. Goppion ci mette del suo, rifornendo il locale del gotha della sua produzione. Il che significa che una tazzina di caffè gustata in piazzale Candiani, o all'interno del multisala, acquista tutto un altro gusto. Una realtà da tenere d'occhio anche nei prossimi mesi, e non dite che non vi avevo avvisato!
Bar Goppion Cinema Candiani. Piazzale Luigi Candiani - Mestre (Ve). Tel. 3312812951

La sicurezza in via Palazzo


In via Palazzo, a due passi da Piazza Ferretto, c'è questo locale storico che regala una bella esperienza specie se ti siedi nell'ampio plateatico esterno in zona pedonale. Se ti piace respirare all'unisono con la città che ti circonda, Caffè Vergnano 1882 è il locale giusto perché tutti ci passano davanti. E poi la vista della Torre Civica illuminata per il periodo natalizio può valere anche un veloce pit stop. Pollici su per le proposte vegane (cappuccino e brioche top), così anche l'amico vegano se ne va soddisfatto.
Caffè Vergnano 1882. Via Palazzo, 56 - Mestre (Ve). Tel. 0412006045

Caffè e mignon, la combo giusta per il pomeriggio di shopping


Elegante anzichenò, con quel banco che ogni volta rapisce l'occhio e che mi induce a fare il pieno dei loro mignon belli da vedere quanto buoni da gustare. Alla Pasticceria Palazzo, a letteralmente due passi dal Municipio, la sosta durante lo shopping è sempre un bell'andare grazie alla passione di Riccardo e della sua squadra. La combo "caffè + mignon" è il massimo, ma se anche decidete di virare sui croissant la goduria è assicurata.
Pasticceria Palazzo. Via Palazzo, 15a - Mestre (Ve). Tel. 3450622767

Tutta Napoli in una tazzina


Vedi Napoli e poi muori, dice il detto. Non arriviamo a questi eccessi però al Mercato del Caffè, in via Poerio, si può gustare il caffè come Napoli comanda, il che è tutto dire. Il locale infatti punta tutto sulla miscela "Gambrinus" di Segafredo e ha tante citazioni partenopee, comprese le fantasie della maioliche amalfitane. Gran caffè, vasta scelta (in grani o macinato) e anche tanta gentilezza dello staff al femminile. C'è una bella energia in quel di via Poerio.
Il Mercato Del Caffé. Via Alessandro Poerio, 34 - Mestre (Ve)

Foto di copertina da Pexels (di Polina Tankilevitch)
Foto dei paragrafi delle pagine social dei rispettivi locali

 

  • COLAZIONE
  • SWEET HOUR

scritto da:

Alessandro Nardo

Prima studente, poi studente-lavoratore ora lavoratore e basta. Amante di quelle buone cose che le nostre mani possono produrre in modo artigianale guidate da passione e professionalità. Cerco l'originalità nella tradizione e la tradizione nell'innovazione, perché un mondo standardizzato non fa per me. Meglio cambiare spesso ritmo.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

10 giardini molto belli da visitare per i ponti di primavera

Cura maniacale, specie rare, colorazioni stupefacenti in ogni periodo dell'anno.

LEGGI.
×