Nel trevigiano come nelle fiabe: 7 giardini segreti per una sosta nel Paese delle Meraviglie

Pubblicato il: 7 agosto 2019

Nel trevigiano come nelle fiabe: 7 giardini segreti per una sosta nel Paese delle Meraviglie

Ricordi il primo libro che hai letto da bambino? Io si. Dopo le favole illustrate, il primo romanzo a reclamare il proprio posto nella mia libreria è stato Alice nel Paese delle Meraviglie e, da allora, da lì non si è mai mosso. Gentile, diplomatica, sognatrice e pasticciona: io e Alice abbiamo tante cose in comune. Tra un pasticcio e un pisolino, anche io mangio qualche pastina con la speranza di tornare piccola mentre vago per Treviso alla ricerca di un Bianconiglio da inseguire e di uno Stregatto da accarezzare. Dici che non ho speranze? Non riuscirai ad infrangere i miei sogni: se Lewis Carroll fosse nato a Treviso, sono certa che Alice avrebbe inseguito il Bianconiglio nella sua tana sotto la Loggia dei Cavalieri e si sarebbe seduta, insieme al Cappellaio, in una lunga tavola imbandita in un giardino bucolico del trevigiano. Lì avrebbe certamente trovato la soluzione su come dare del filo da torcere alla Regina di Cuori. Magari non avrebbe preso con loro il tè delle cinque, ma un calice di prosecco per aperitivo sicuramente sì.

Dove andrebbe Alice 

Alice è coraggiosa e sognatrice e sono queste sue caratteristiche che la spingerebbero a trascorrere la serata nell’ampio e rigoglioso giardino del Garibaldino insieme ai suoi strampalati compagni di avventura. Il coraggio non manca neanche al locale che, grazie alla gestione di Gigi, ha intrapreso un cambiamento radicale trasformandosi da un ex trattoria di campagna in un ristorante elegante e confortevole. La nuova gestione ha mantenuto le specialità della carne alla brace, ma ha aggiunto piatti più ricercati e “da ristorante”, nel rispetto della stagionalità. Sono convinta che Alice amerebbe Gigi per il suo animo gentile e perché lui, così come lei, è stato disposto a mettere in gioco tutto per portare avanti i suoi sogni.
Al Garibaldino - via Ongarie 23 - Morgano (TV) - 0422 739579

Dove andrebbe la Regina di Cuori

Rosso come il vino, rosso come il nome dell’osteria, rosso come il radicchio e rosso come la carne che viene servita al sangue all’Ombre Rosse. Tagliatele la test..anzi no. Tagliate quella carne! La Regina di Cuori impartirebbe ordini e farebbe rigare tutti dritto ma, per una volta, Lewis Carroll qui la lascerebbe con la bocca-a-forma-di-cuore chiusa, o perlomeno intenta a sorseggiare del vino. Perché va bene essere l’antagonista, ma che hai da lamentarti quando un giovane chef ti propone i sapori della tradizione in un giardino piccolo, intimo, bucolico, illuminato e dalla spiccata vena romantica?
Osteria All'Ombre Rosse - via R. Franchetti, 78 - Preganziol (TV) - 0422 490037

Dove andrebbe il Leprotto

Ricavato da un cascinale Veneto dell’800, Alla Pasina è un ristorante situato nella zona del famoso radicchio Rosso di Treviso. Qui porterei Il Leprotto che, oltre a bere il tè e a mangiare zuccherosi pasticcini, dovrebbe imparare che l’alimentazione adatta ad un leprotto degno di questo nome si basa sui prodotti della natura. Lo immagino Alla Pasina a mangiare verdure, funghi, risotto al radicchio e a ricredersi. Il leprotto poi, è il primo personaggio a rivolgere in giardino la parola ad Alice, offrendole del vino. Qui le farebbe scegliere un vino tra le proposte regionali, nazionali ed estere. Sperando che tutti, seduti nel grande giardino con alberi, piante ed una fontana, non bevano troppo. Ci mancherebbe solo questo.
Osteria Alla Pasina - via Marie, 3 - Casier (TV) - 0422 382112

Dove andrebbero Pincopanco e Pancopinco

Che altro potrebbero fare Pincopanco e Pancopinco se non azzuffarsi all’ombra dei vigneti di prosecco Da Brun? Un’idea ce l’avrei: mangiare. Mangiare per alimentare quella tonda e buffa pancia che rimbalza ogni qualvolta provano inutilmente a dare una mano per sbrogliare la matassa. Carni cotte alla brace, soppressa nostrana, cotechino, bolliti, arrosti al forno: la cucina casalinga e di sostanza di Brun riempie la pancia e scalda gli animi. Temo però che il verde e le viti non sarebbero d’aiuto ma, al contrario, favorirebbero l’abbiocco. Ma sì, dai. In fin dei conti non c’è alcuna fretta di sconfiggere il Ciciarampa di Tim Burton: è più urgente il pisolino post pranzo.
Da Brun - località Caneve de Ronch, 2 - Cison di Valmarino (TV) - 0438 894136

Dove andrebbe il Bianconiglio

Partire all’inseguimento del Bianconiglio trevigiano non sarebbe affatto facile per Alice, soprattutto se consideriamo che la tana verso cui il coniglio correrebbe con tanta fretta si trova in una struttura totalmente bianca dove il personaggio con l’orologio nel panciotto si mimetizzerebbe alla perfezione. Perché è un ristorante che propone piatti gourmet e ricercati: dalla pizza agli hamburger, la cucina si caratterizza per la sua creatività. La location è curata nel minimo dettaglio e il giardino, impreziosito da bianchi arredi, durante le serate estive si trasforma in un ristobar e discoteca. Il Bianconiglio però non ha tempo per i divertimenti: le lancette girano e lui ha una partita di croquet con la Regina che lo aspetta.
Perché - via Mezza Brusca, 2 - Roncade (TV) - 0422 849015

Dove andrebbe lo Stregatto

Ringhia quando è felice e agita la coda quando è arrabbiato, ha un sorriso enigmatico e non si sa mai quando potrebbe apparire. Lo Stregatto è sicuramente il personaggio più misterioso e affascinante partorito dalla mente di Lewis Carroll. Da Gigetto, grazie alla piscina in cui tuffarsi, agli alti alberi da frutto su cui nascondersi, alla orangerie al coperto e all’orto botanico, il gatto dal sorriso eloquente farebbe più spesso la sua apparizione. Certo, Gigetto è solito riservare questa magica location alle cerimonie. Ma che cerimonia più importante c’è per i personaggi di Alice se non quella del tè?
Da Gigetto - via Alcide De Gasperi, 4 - Miane (TV) - 0438 960020

Dove andrebbe il Cappellaio

Originale, stravagante e pieno di vita: è questo il locale del Cappellaio. Il dehor immerso nel verde con piante, luci ed elementi di design del Dazio Garden avrebbe affascinato uno dei personaggi più amati della letteratura e del riadattamento cinematografico di Tim Burton. Cos’hanno in comune un corvo e uno scrittoio? Temo che a questa domanda non avremo mai una risposta, tantomeno potremmo sperare di trovarla sorseggiando un drink. L’unica certezza che ho e che posso darti è che potrai sentire cantare i fringuelli mentre, nei tavolini all’aperto, addenti hamburger, primi e secondi originali e rivisitati ad un prezzo competitivo. E’ impossibile? Solo se pensi che lo sia.
Dazio Garden - Porta Calvi - Treviso - 0422 423380


Immagine di copertina scattata da Marco Martinazzo per Da Gigetto 
 

  • MANGIARE ALL'APERTO

scritto da:

Irene Paladino

Romantica e testarda. Amo il cibo e gli spritz, specialmente se in piazza con un'allegra e pazza compagnia. Libri, gatti e il mare della Sicilia sono gli ingredienti della mia felicità.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Te lo racconto io lo yoga. Wanderlust 108, ovvero come ho trovato la mia dimensione, divertendomi

L’unico Mindful Triathlon al Mondo. Cinque chilometri da percorrere correndo o camminando, una sessione di yoga e una di meditazione guidata.

LEGGI.
×