Meglio la qualità, va: I ristoranti giapponesi di Firenze che sanno distinguersi dai soliti all you can eat

Pubblicato il: 28 febbraio 2019

Meglio la qualità, va: I ristoranti giapponesi di Firenze che sanno distinguersi dai soliti all you can eat

Stufi del solito all you can eat giapponese? Quando si parla di cucina etnica sa Firenze offrire valide alternative. Non è difficile trovare piccoli locali dove assaporare i piatti della tradizione nipponica in un'atmosfera informale, quasi familiare. Negli ultimi anni il loro numero è cresciuto a dimostrazione di quanto la cucina giapponese eserciti un grande fascino nel popolo dei foodies. Ecco i ristoranti giapponesi di Firenze che sanno distinguersi dai soliti all you can eat.

Toshi, il veterano

E' stato tra i primi a Firenze a proporre l'autentica cucina giapponese. Toshi, cuoco e oste di Iyo Iyo, si è costruito il locale addosso. Poche selezionate specialità, una ventina di coperti. Non c'è servizio al tavolo quindi si ordina e si fa da soli. In menu lampredotto alla giapponese, zuppa di miso, okonomiyaki e una piccola selezione di sushi assieme a futomaki ed edamame. 

La vecchia gastronomia

Una gastronomia toscana con cucina trasformata in una trattoria giapponese. La storia di Hibiki-àn sembra uscita da un libro. Dietro questo locale c'è la passione di una coppia originaria di Kawagoe che ha pensato di creare un luogo dove la tradizione toscana incontra la cultura giapponese. Tra le specialità del locale ramen, ravioli, soba, karaage (bocconcini di pollo fritto marinato allo zenzero) e la torta di cotone. 

Il bar doubleface

Banki Ramen è un bar insolito: la sera si trasforma in un tradizionale locale giapponese. E' uno degli storici locali a Firenze dove assaggiare ramen, miso, gyoza e pochi altri selezionati piatti. Una cucina genuina a prezzi popolari. La valida alternativa al solito all you can eat.

Un ristorante per due nazioni

Biancorosso è un ristorante dove si possono trovare le specialità toscane e quelle giapponesi. In menu convivono la ribollita e la bistecca alla fiorentina accanto al lampredotto alla giapponese, l'udon in brodo e il ramen (solo a cena), i bocconcini di pollo teriyaki, le fettine di maiale allo zenzero, la lingua alla griglia. Su ordinazione c'è anche la pizza giapponese, l’okonomiyaki.

Cucina casalinga

En cucina casalinga è un locale che si ispira all’izakaya, un luogo dove bere e spilluzzicare. Tra le proposte l’okonomiyaki (nota anche come pizza di Osaka), il pollo fritto alla giapponese (kara-age), la cotoletta giapponese di maiale con salsa Tonkatsu, il gyu-don a base di riso, carne di manzo e cipolla bianca e il renkon hasami-age, un paninetto di radice di loto con carne macinata di maiale. Niente sushi, sashimi e ramen e per scelta neanche il wasabi. 

Vino&ramen

Ramen Girl by Enoteca Luca: uno strano incontro tra il più classico dei piatti giapponesi e il mondo del vino. Tra le specialità del locale logicamente il ramen, in sei diverse versioni (piccante, con il miso, veg), ma si possono ordinare anche il cianpon (una zuppa casalinga), i classici udon, gyoza, maki sushi, chirashi sushi e infine la rosticciana giapponese marinata. 


 (Foto di copertina dalla pagina Facebook di Iyo Iyo)

Se questo articolo ti è stato utile iscriviti alla newsletter di 2night per rimanere sempre aggiornato sui locali della tua città

  • RISTORANTI E CIBI ETNICI

scritto da:

Raffaella Galamini

Sono nata a Viterbo ma Firenze con i suoi tramonti mi ha conquistato: da 15 anni abito in riva all’Arno. Qui scrivo, mangio, corro e scopro posti nuovi, non rigorosamente in quest’ordine. Il mio passatempo preferito è consigliare agli amici un ristorante da provare a cena o cosa fare nel week-end.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Te lo racconto io lo yoga. Wanderlust 108, ovvero come ho trovato la mia dimensione, divertendomi

L’unico Mindful Triathlon al Mondo. Cinque chilometri da percorrere correndo o camminando, una sessione di yoga e una di meditazione guidata.

LEGGI.
×