Il weekend della castradina a Venezia

Pubblicato il 16 novembre 2021

Il weekend della castradina a Venezia

… e anche delle canoce, dei funghi e della cicoria

Uno dei weekend più attesi quello del 20-21 novembre: quello della Madonna della Salute. Castradina per tutti!
Qui un ripasso dell’iniziativa ResTour

Castradina

Forse solo il Redentore è più sentito della Salute per un veneziano. La castradina sembra essere l’unico cibo che costantemente arrivava dalla Dalmazia a sostenere il popolo lagunare durante la pestilenza della prima metà del Seicento. Ma cos’è? È un cosciotto di castrato (montone) speziato e affumicato. C’è chi lo cuoce mezza giornata, chi due giorni… Anche qui trovare la regola è molto difficile. Ciò che è sicuro è che durante la cottura viene cambiata l’acqua più volte per far perdere l’intensità della speziatura che altrimenti sarebbe troppo forte. Viene servita nel suo brodo accompagnata dalla verza.
Se sei a Venezia prenota subito un piatto di castradina perché è una cosa che c’è una settimana l’anno ed è davvero buonissima!

Canocia (cicala di mare)

Non sentirai nessuno a Venezia chiamarle diversamente da “canoce”, ma si tratta appunto delle cicale di mare, canocchie, pannocchie. Prelibatezza del classico antipasto misto veneziano, ma molto utilizzate anche crude o per fare una pasta tagliate a pezzi. A casa mia non possono mancare alla Vigilia di Natale, ma il loro momento è questo: sono piene e hanno pure il corallo (le uova)! Mangiale ora che sotto Natale le vogliono tutti e costano un occhio… Ah: si comprano solo se si muovono ancora eh, o vive o niente!

Funghi

Non sottovalutare l’importanza dei funghi per i veneziani, commetteresti un grande errore. L’amore dei veneziani per i chiodini è pari almeno a quello di passare le domeniche d’estate in Bacan con gli amici. Quando compaiono sui banchi dei fruttivendoli vengono presi d’assalto. Difficili da pulire e dal sapore delicato: non esiste contorno più desiderato quando è stagione.

Cicoria

Meglio conosciuta a Venezia come “catalogna” sono il classico contorno autunnale/invernale. Ottima lessa (e sgocciolate), ma meglio ancora ripassata con un po’ d’aglio e peperoncino. Io personalmente ci metto anche un po’ di pane grattugiato abbrustolito.

Osteria San Marco
Dietro Zara
Vini Da Gigio
Strada Nova per andare alla Misericordia
Corte Sconta
Fra Campo della Bragora e l'Arsenale. "Sconta" significa "nascosta" quindi devi solo riuscire a trovarla
Castradina (solo il sabato)
Ristorante alla Palazzina
Giù dal ponte delle Guglie venendo dalla stazione
Castradina
Da Ignazio
Calle dei Saoneri a due passi da campo San Polo
Ristorante Osteria da Fiore
Fra campo San Polo e campo San Giacomo Dall'Orio
Al Covo
Riva degli Schiavoni zona Bragora
Trattoria Anzolo Raffaele
Campo dell'Anzolo Raffaele per andare a Santa Marta da San Basilio
Trattoria Vittoria da Aldo
Campo San Geremia, due passi dalla stazione
Vittoria 1938
Castradina
Ostaria Da Rioba
Fondamenta de la Misericordia
Osteria Orto dei Mori
Fondamenta de la Sensa
Luna Sentada
Fondamenta parallela di Rugagiuffa
Ristorante Regina Sconta
Giù dal ponte di campo San Cassiano, la prima calle a destra. “Sconta” significa “nascosta” e un motivo c’è
Canocchia cruda, puntarelle e maionese alla colatura di alici
Osteria da Carla
San Marco, parallela di salizada San Moisè
Sfoglie di grano arso cicale di mare brodo dashi al porro foglie di cicoria essicata
Osteria Trefanti
Rio Marin
Osteria Al Cantinon
Campo della Maddalena, a metà Strada Nova
Variazioni di castradina Menu degustazione a base di castradina
Algiubagiò
Imbarcadero Fondamente Nove
Castradina
Osteria Giorgione da Masa
Cinema Giorgione, zona campo SS Apostoli
Castradina Ramen
Estro - Vino e Cucina
Di fronte a Tonolo, zona campo Santa Margherita
Ristorante La feluca
Tra Campo Sant'Angelo e Campo Manin
Bigoli all'aglio nero con canoce, cicoria spadellata e mollica di pane abbrustolito
Stappo-Enoteca con Cucina
Tra campo Santa Maria Mater Domini e campo San Stin
Gastrosteria Ai Mercanti
Scala del Bovolo
Castradina
Chat Qui Rit
Zona Piazza San Marco dietro Zara


Foto di copertina: fornita da Vittoria 1938
Foto interne: castradina fornita da Vittoria 1938, foto funghi e cicoria da Freepik

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI
  • NOTIZIE

scritto da:

Lorenzo Conato

Lavoro in redazione, ma la mia testa è sempre in cucina. Appassionato di cucina e mangiatore compulsivo. Cerco di coniugare i due aspetti a casa, ma finisco sempre in qualche ristorante dove si spende troppo (quant'è troppo?). Se è grigio non mi piace: le cose o sono bianche o sono nere. Non perdiamoci a discutere delle mezze misure.

IN QUESTO ARTICOLO
×