Mamma stai serena, con questi 4 locali a Bari mangio bene anche senza te

Pubblicato il: 21 maggio 2019

Mamma stai serena, con questi 4 locali a Bari mangio bene anche senza te

Si sa, da noi pranzare fuori casa è un piacere solo durante il weekend. Il sabato e la domenica ci si sfizia per ristoranti, masserie e agriturismi, ma durante la settimana studio-lavorativa il pranzo fuori casa non direi che è una consuetudine pugliese. Certo, capita il pranzo di lavoro, quello con l'amico forestiero che vuole assaporare la cucina barese, ma se siamo costretti in ufficio si finisce con l'arrangiarsi per la pausa pranzo. E allora vai di focaccia, panino, tramezzino, o del piatto di pasta del giorno prima per i più organizzati, o di qualcosa di veloce ordinato all'ultimo...e poi la mamma si preoccupa perché basta un pranzo fuori casa per vederti sciupato!

In realtà Bari è piena di ottime soluzioni per il pranzo. Che sia in settimana (magari con prezzi più modici e tempistiche più rapide) o per il weekend, l'alternativa alla cucina di casa propria c'è, e non si fa rimpiangere. Si tratta di famosi locali baresi dediti alla cucina nostrana, quella fatta con i nostri ingredienti a filiera corta, genuini e utilizzati sapientemente per ricette tipiche all'insegna del mare o della terra, adatti al cliente straniero così come a quello barese doc.

 

Zona Bari Vecchia: pesce fresco tra arte e storia


Tra i migliori, e i primi ristoranti, di Bari Vecchia, La Locanda di Federico (Piazza Mercantile, 63) ha un posto d'onore nel cuore dei baresi e dei clienti stranieri in visita nel borgo antico. Chi si accomoda alla sua tavola trova da sempre un mondo puro ed incontaminato, accogliente e rustico, ma allo stesso tempo raffinato e professionale nella proposta enogastronomica e dell'intero staff. Qui regna la cucina barese, quella fatta di mare e terra, dove primeggia il chilometro zero, il crudo di mare e ricci, il pesce fresco e gli ortaggi, il ragù e la zuppa, Patate Riso e Cozze e le strascenate pugliesi.

Zona castello: sotto il segno del crudo di mare


Spostiamoci verso le bellezze storico-artistiche del Castello Svevo e della Cattedrale di San Sabino per un pranzo Al Pescatore (Piazza Federico II, 6), colonna della gastronomia verace di Bari. È un ristorante per veri amanti del mare e dei suoi prodotti. Il suo menù propone piatti tipici locali realizzati con pesce freschissimo.

Zona lungomare: la tiella, vero must barese


Il nome di questo locale la dice lunga. Tiella (Via Cognetti, 11) si pone come ristorante che omaggia la tradizione gastronomica barese, quindi largo spazio a panzerotti, sgagliozze, orecchiette, rape, ragù, braciole... Alle pareti sono appese belle fotografie in bianco e nero di un tempo lontano, ma ancora presente in gesti genuini come quello dell'arricciare il polpo. Tra le sue specialità ci sono piatti tipici come il grande classico Patate Riso e Cozze, fave e cicorie con cipolla, cavatelli cozze e pomodorini, frittura di pesce, polpo arrosto olio e limone, zampina arrosto, carciofi fritti.

Zona Sheraton: mare e monti si sposano in Puglia


A Poggiofranco, all'ombra dello Sheraton Hotel, c'è l'Osteria dei 44 Gatti (Via Camillo Rosalba, 47), buona conoscenza per ogni barese in cerca di tradizione, clima familiare, qualità e fantasia. Il locale è davvero grande (150 coperti!), ulteriormente ampliato dalla struttura esterna (altri 30 coperti), perfettamente chiusa (riscaldata d'inverno). Il menù si rifà alla tradizione gastronomica pugliese, che mette insieme il mare e la terra, il pesce dell'Adriatico con i prodotti della Murgia, il tutto reso creativo dalla cucina dello chef, che si diverte a fare quanto più possibile homemade e utilizzando ingredienti a chilometro zero. Si va dalla pizza alla pasta, dalla carne al pesce. All'Osteria dei 44 Gatti si può fare un percorso gastronomico con piatti tipici della cucina barese, come i risotti di mare e terra, i famosi timballi, Spaghetti all'Assassina, l'immancabile patate riso e cozze, zuppe di legumi e verdura. Ci sono anche carpacci e tartare, fritture di pesce, e secondi di carne.

Ti piacciono questi articoli? Iscriviti gratis alla newsletter di 2night​


Foto di Francesco De Leo

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Mirko Galletta

La tastiera del pc per scrivere e quella del pianoforte per suonare, vagonate di documentari sull'arte assieme a libri letti, da leggere o rileggere, lo stereo canta i Doors, e io che stacco per farmi una birra e scoprire il nuovo locale appena aperto.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori pasticcerie d'Italia 2020: la wishlist dei dolci, ecco i premiati

Esattamente... perché tra bignè, macaron, torte e semifreddi l'ingordigia è in agguato.

LEGGI.
×