5 ottime pizzerie di Padova che ancora non se la tirano

Pubblicato il 14 novembre 2022

5 ottime pizzerie di Padova che ancora non se la tirano

Pizza, birretta, amici e sabato sera: è forse questa la perfezione?
Io dico assolutamente sì!

La storica

Da oltre 25 anni la Pizzeria S’Aligusta sforna cerchi di bontà che hanno letteralmente cresciuto intere generazioni. Qui il locale semplice, il servizio informale e l’atmosfera “casalinga” sono sempre motivo di vanto, assieme ovviamente alle ottime pizze che non mancano di rinnovarsi mese dopo mese, soprattutto quando le stagioni, con il loro cambiare, regalano chicche gustose. È il caso della pizza del momento “Zuccona” con crema di zucca, mozzarella, provola e salsiccia: una bomba! Sempre di stagione e sempre apprezzatissima è anche quella con i funghi freschi serviti crudi e accompagnata con brie, aglio e prezzemolo.
Pizzeria S’Aligusta, Via Volturno 4, Padova – Tel. 0498713819

La napoletana

Da Johnny Take Uè le chiacchiere stanno a zero perché a parlare è solo il suo impasto: coccolato e curato con cura, amore e tanto tanto tempo a disposizione. Qui, in Via Guizza, d’inverno si mangia all’interno mentre invece d’estate si può scegliere anche il bellissimo plateatico esterno (occhio: lo stesso sta avendo non pochi lavori di ristrutturazione al momento quindi a breve prevedo grosse novità) mentre l’ambiente è sicuramente elegante e chic (il locale è aperto da qualche anno) e gli interni sono curati, ma lasciano ampio spazio ad una atmosfera informale e quasi amichevole, con pizzaiolo (e forno) a vista. Cosa ordinare? Di tutto. Una rossa fritta magari da condividere e una salsiccia e friarielli per continuare.
Johnny Take Uè, Via Guizza 284, Padova – Tel. 049684185

L’essenziale

Una pizzeria amatissima dai tanti sportivi che, dopo la partita, si riversano sulle strade del padovano con una fame da lupi; ma anche una validissima opzione per quando si cerca un locale dove mangiare bene, al giusto prezzo, senza tanti fronzoli e senza la paura di avere il capello fuori posto. Ecco, in questo caso secondo me andare Da Vanni è perfetto. Mi piace qui perché oltre alle “solite” pizze classiche, ogni tanto escono alcune nuove proposte che rendono la serata ancora più movimentata. Qualche info? Crema di tartufo, mozzarella, champignon, chiodini e speck oppure pomodoro, mozzarella, fondi di carciofo e porchetta. Che bombe a mano!
Pizzeria Da Vanni, Via Maroncelli 92, Padova – Tel. 0498073731

L’evergreen

Chi non è mai stato nemmeno una volta al Ristorante Pizzeria Capovolta faccia un passo in avanti e con estremo rammarico si batta il petto e dica a voce alta “mi pento dei miei peccati”. Sì perché qui dai, almeno una volta nella vita bisogna per forza passare. E non tanto (o meglio, non solo) perché si mangia bene, ma perché qui il clima è sempre festoso e l’atmosfera caciarona e amichevole. Le pizze sono molte, il cornicione è alto e gli impasti tra cui scegliere diversi ma tutti hanno un imperativo: la mozzarella è km0. La mia preferita? La “Veneta” con mozzarella, patate, cipolla, salsiccia e rosmarino. Cerchi qualcosa di più spinto? Salsa di pomodoro, olio all’aglio, frittura di pesce mista.
Ristorante Pizzeria Capovolta, Via Facciolati 168, Padova – Tel. 049757407

La poliedrica

La Pizzeria Da Samer è una delle mie preferite perché è il “salva-serata” perfetto. Lei c’è sempre, sia che tu stia cercando una pizza d’asporto da portare a casa (o farsi portare) in volata, sia tu stia cercando un ottimo kebab o un piatto più “costruito” – in questo caso assaggia assolutamente il vassoio libanese. Insomma, una pizzeria e non solo, molto frequentata per l’asporto, ma che con qualche tavolino sia interno che esterno diventa perfetta anche per chi non vuole rincasare subito. Se la baguette kebab ti sembra troppo allora buttati su una “Piccantina” con mozzarella, salamino piccante, acciughe e friarielli.
Da Samer, Via Ponterotto 56, Taggì (PD) - Tel. 3519838830
 
 
 
Foto interne reperite nelle rispettive pagine social dei locali.
Foto di copertina di Johnny Take Uè.

  • SPENDO POCO E MANGIO BENE

scritto da:

Anna Iraci

Nata a Padova qualche anno fa, appassionata di film gialli e pizza diavola, meglio se assieme. Giocatrice di pallavolo nel tempo libero e, nel restante, campionessa di pisolini. Saltuariamente (anche) studentessa. Da grande voglio scrivere, ma siccome essere grande è una rottura, intanto bevo Gin&Tonic. Con il Tanqueray però.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×