Mestre on the road: tutti i food truck in città e dintorni che dovresti conoscere

Pubblicato il: 8 agosto 2019

Mestre on the road: tutti i food truck in città e dintorni che dovresti conoscere

Quello del food truck è uno dei concept più fortunati degli ultimi anni. Saprai già a che mi riferisco: furgoncini itineranti con cucina annessa, da cui poter acquistare cibo da consumare al momento o d’asporto. Il suo più celebre antenato - ancora vivo e vegeto - è il “baracchino del panino onto” spesso parcheggiato fuori da discoteche e locali e spesso comandato da un omone in camice (più o meno) bianco pronto a servirti un “salsiccia con tutto” che gocciola grasso ad ogni boccone (ma che può risultare fondamentale per affrontare l’after o per rimettersi alla guida). A far la differenza, nei food truck odierni, è la cura riservata praticamente ad ogni aspetto, dall’immagine globale alla scelta e preparazione dei prodotti. Sì, di regola ci trovi pietanze di qualità elevata, anche (e soprattutto) se si tratta di cibo di strada. E poi guai all’omologazione: ogni cucina su ruote ha una ben definita identità e proprie specialità. Facciamoci un giro per scoprirle insieme, in tutta la zona di Mestre e dintorni

P.S. Le tappe dei diversi food truck riportati di seguito possono subire variazioni. Ti consiglio, perciò, di controllare sempre nelle rispettive pagine Facebook.

Quello veg gourmet

Se ancora servisse sfatare il falso mito del “Se non ha carne o derivarti non sa di niente”, manderei qualcuno a farsi un giro da Umami, cucina itinerante 100% veg e bio. Ci trovi piatti caldi e cibo di strada golosissimo, come il Guanajuato: una tortilla di mais ripiena di chili di fagioli neri, coriandolo fresco e anacardi, o i falafel con hummus di ceci home-made. Se non hai voglia di uscire, o sei in ufficio sommerso dal lavoro, con una spesa minima di 20 euro puoi richiedere consegna  a domicilio. Se invece vuoi organizzare un evento a sfondo veg puoi pensare a due soluzioni: chiamare Umami da te o andare tu da lui. E per sapere dove e non girare in tondo inutilmente, controlla la loro pagina facebook.

Quello con le branchie

Si sa, lo street food per antonomasia è il burger. Da Mr Fish e Chef in Valigia lo trovi composto di pesce fresco, pane artigianale, e qualche altro ingrediente a seconda della variante: c'è lo spagnolo alle acciughe, il norvegese al salmone, l’indiano ai gamberoni e salsa yogurt al curry, il vegetariano alle verdure e ricotta e via così. Altro cavallo di battaglia è certamente la frittura espressa, da mangiare in loco o da portare a casa, un cartoccio fumante di “anguee”, calamari, gamberi, accompagnato magari da qualche fetta di polenta grigliata, patatine e birra (rigorosamente artigianale). E se hai in mente di organizzare un party diverso dal solito, il furgoncino di Mr Fish arriva nel posto che hai scelto, per servire, oltre ai burger, anche cicchetti a base di pesce e verdure o, su prenotazione, quel che desideri (anche vegan).

Quello della frittura

C’è chi sostiene che qualsiasi cosa fritta, sia automaticamente anche buona. Beh, se non sei un assiduo frequentatore di fast food o di wok di serie zeta concorderai con me che non è così (e il tuo stomaco te ne sarà grato). Ecco allora che conoscere Fryto può esserti utile. Si tratta di un food truck specializzato in frittura di pesce espressa. Pochi (piatti) ma buoni: calamari, calamari e gamberi, fritto misto, polenta fatta in casa, patate fritte e verdure pastellate. Stai sereno che oltre al pesce qui è fresco anche l’olio di cottura, niente sotterfugi e ricicli cancerogeni. Bello il packaging delle confezioni di cartone naturale, e bello il furgoncino tutto blu. Se lo vedi passare lo riconosci subito.
Itinerario indicativo:
Mercoledì: Favaro Veneto, parcheggio Centro Commerciale La Piazza, (11.30-13.30); Scorze, parcheggio Monte dei Paschi di Siena (18.30-20.30)
Giovedì: Mogliano Veneto, piazza Marinai d'Italia (11.30-13.30); Olmo di Martellago, via Olmo (18.30-20.30)
Venerdì: Marcon, piazza 4 Novembre, (11.30-13.30); Noale, parcheggio Eurospar (18.30-20.30)
Sabato: Martellago piazza Vittoria, (11.30-13.30); Mirano, via Gramsci (19.00-21.00)
Domenica: Spinea, vicino al Municipio, (11.30-13.30); Mogliano Veneto, piazza Marinai d'Italia (18.30-20.30)

Quello "famoso"

Acciaio lucente, forme arrotondate, ricorda una navicella spaziale del primo cinema fantascientifico americano; in realtà è un Airstream Globetrotter del 1962. La sua missione: portare un pezzo della gastronomia veneta in giro per Italia ed Europa. L'Osteria, dopo più di 15 anni di “vita sedentaria” a Marcon, ha messo le ruote diventando Chef in viaggio. La sua cucina è quella delle osterie che hanno saputo darsi un'identità ben riconoscibile e star al passo coi tempi: ricette della tradizione con rivisitazioni creative e gourmet, un menu sempre diverso ma con degli evergreen, come la mozzarella in carrozza in pastella di farina di riso, la trippa alla parmigiana o le polpette in umido. Gettonatissima per banchetti ed eventi, si è presa una forchetta dal Gambero Rosso.

Quello messicano

Andare in Messico restando a Mestre è possibile grazie a Para Todos Mexico: un food truck che propone street food messicano e che desidera accontentare tutti grazie a preparazioni fatte in casa, al momento e con ingredienti provenienti direttamente dal Messico: burger vegani o carnivori, fajitas di pollo, burritos, nachos, tacos, patatine sono le specialità del truck che ti permette di scegliere il grado di piccantezza della tua pietanza. Puoi gustare il tutto in piedi, passeggiando, o comodamente da casa prenotando l’asporto. Para Todos non è solo un nome ma un dato di fatto.
Itinerario indicativo:
Lunedì: cena a Scorzè
Mercoledì: cena a Spinea
Giovedì: cena a Noale
Venerdì, Sabato e Domenica: il truck partecipa a eventi pubblici e privati, oppure si sposta tra Mirano, Salzano e Martellago

Quello siciliano

Se ti sposti verso la laguna, trovi una chicca per veri intenditori. Verde come la sua ape, verde come i giardini in cui frequentemente sosta e verde come il pistacchio della regione a cui il truck si ispira: per Ape Verde Pistacchio la pizza non è semplicemente un piatto, ma l’essenza della felicità. Se poi arriva in laguna portando con sé i sapori della Sicilia, allora il successo è assicurato. Sembra a dir poco inverosimile, ma con un forno a legna su due ruote l’Ape sforna pizze dai sapori e dagli ingredienti siculi: la norma con melanzane fritte e ricotta salata, la verde pistacchio con scamorza ragusana affumicata e pistacchio macinato. Grazie a Verde Pistacchio la pizza arriva ovunque, ma la meta prediletta resta l’Isola della Certosa.


Chiudo con una domanda – che è forse più una richiesta – un food truck a Venezia che si muova via acqua? Io la butto là.

Foto copertina dalla pagina Facebook di Chef in viaggio.
 

  • MANGIARE CON LE MANI

scritto da:

Martina Vascellari

La letteratura è il mio grande amore, la biblioteca il mio ambiente ideale, ma appena chiudo il mio libro mi piace immergermi tra la folla. Adoro andare a locali, provare nuovi piatti e soprattutto ballare in discoteca.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

10 malghe e rifugi gourmet: mangiare bene, e tanto, in alta quota

Quando scatta quella pazza voglia di raclette, yogurt di malga con i frutti di bosco e vinello dolce.

LEGGI.
×