Tappe alcoliche pre-partita: i locali dei tifosi del Venezia

Pubblicato il 26 ottobre 2023

Tappe alcoliche pre-partita: i locali dei tifosi del Venezia

Quando ti leghi a una città, quando cominci a conoscere gran parte dei suoi anfratti, delle sue tradizioni, dei suoi bar, della sua storia e dei suoi luoghi di aggregazione, a un certo punto finisci per sbattere contro anche alle sue realtà sportive. Non sono mai stato appassionato di calcio, eppure dopo un po’ che vivevo a Venezia a ho sentito il bisogno di andare allo stadio, di partecipare a una parte della vita della città che qualche volta è anche un po’ snobbata da chi non si interessa del nostro celebre sport nazionale. L’unicità di Venezia passa anche attraverso la sua squadra di calcio, perché forse non tutti sanno che lo Stadio Pierluigi Penzo si trova proprio in centro storico, giù in fondo a Sant’Elena, dalla parte opposta rispetto alla Stazione e a Piazzale Roma.


Quindi di conseguenza anche la vita sociale attorno al tifo e agli ultras si sviluppa in modo del tutto diverso dalle altre città italiane, con i tifosi che non possono certo arrivare con l’autobus davanti allo stadio. Via Garibaldi, non lontano da Sant’Elena, prima e dopo le partite di quella che molti ancora chiamano ”Unione” (sì, perché il Venezia di oggi nasce dalla fusione tra le vecchie squadre di Venezia e Mestre) s’infiamma e si riempie di maglie e sciarpe di tinte nere, arancioni e verdi. Ma questo vale anche per Sant’Elena e per qualche altro locale sparso nel resto di Venezia che ha una particolare vocazione calcistica. Andiamo a vederne un po’, per un aperitivo prepartita destinato non solo ai tifosi, ma anche a chiunque voglia vivere un’esperienza veneziana davvero autentica e che soprattutto della plasticosa Venezia da cartolina non ha proprio niente. Perchè è dalla parte della Venezia vera.

Ascolta l'articolo qui, su Oltre 2night, un podcast di Radio Company

Prima tappa al chioschetto


Tra tutti i chioschi di Piazzale Roma, che per molti che arrivano in città per la prima volta sono il primo effettivo contatto con Venezia, quello Da Giosia è senz’altro il più amato dai veneziani. Un po’ defilato rispetto agli altri, con tanto entusiasmo e un giro di clienti ancora fortemente local, Giosia e il gruppo ultras dei Veterani organizzano dei veri e propri prepartita per con i tifosi che, appena arrivati in città, si scaldano con un aperitivo prima di muovere in direzione stadio, che sia in vaporetto o anche a piedi. Una birretta e un paninaccio con la mortazza qui sono d’obbligo.
Chiosco da Giosia. Fondamenta Cossetti 458, Santa Croce – Venezia. Tel. +393773770349

La birroteca con il muro di maglie


Avvicinandosi un po’ in direzione stadio, dalle parti dell’ex Cinema Teatro Italia a Cannaregio, c’è quello che oggi possiamo considerare un piccolo tempietto in onore del Venezia Calcio. Da H2 NO le pareti sono piene di maglie del Venezia di diverse epoche, da quelle dei gloriosi anni in Serie A tra fine Novanta e inizio Duemila fino a quelle di oggi con gli ultimi anni di militanza in Serie B, anche con qualche chicca autografata, come la 20 di Pohjanpalo che dall’anno scorso guida il Venezia a suon di gol. Ma non finisce certo qui! Perché da H2 NO le birre sono tantissima roba, tutte artigianali e per tutti i gusti, e i cicchetti azzardano sempre in abbinamenti gustosi ma banali mai. Troppa scelta? Fatti consigliare dagli osti che sono tutti in gambissima!
H2 NO. Calle del Pistor 1105/A, Cannaregio – Venezia. Tel. +390419346774

Il prepartita in Partito

Tuttavia, il cuore vero dell’aperitivo dei tifosi del Venezia è nelle zone più prossime allo stadio. Una delle tappe assolutamente da non perdere è dai Comunisti. Ultimo Circolo Comunista rimasto in isola, è a pochissimi passi dall’Arsenale, quasi su Via Garibaldi. Il “Partito” vanta un posto al sole lungo la piccola fondamenta dove scolarsi una birretta in bottiglia, mentre l’interno è ricco di fascino con delle vere e proprie reliquie legate alla storia del partito a Venezia. E occhio che se la partita è la sera, tra le maglie arancio-nero-verdi ci sono anche diversi “infiltrati” che hanno finito il turno di lavoro alla vicina Biennale.
Rifondazione Comunista – Sezione 7 Martiri. Calle Nuova 2061/A, Castello – Venezia. Tel. +390415286372

Il bar "storico" dei tifosi


Ma è spostandosi proprio su Via Garibaldi che ci si rende conto della portata del fenomeno: durante i pre e i post partita la Via sia tinge letteralmente dei colori sociali dell’Unione grazie a suoi tifosi. E qui uno dei locali prediletti è il Bar Strani, da sempre punto di riferimento per la tifoseria, con birre da mezzo e spritz che escono fiotti per placare centinaia di gole assetate. Ma ci sono anche tanti tramezzini, panini e cicchettame vario, anche con qualche chicca come il pulled pork, tutto buono da gustare ma anche necessario per “far fondo”.
Bar Strani. Via Garibaldi 1582, Castello – Venezia.

Street bar, ma con i prodotti mai banali


È aperto solo dal tardo pomeriggio, quindi “vale” solo per le partite da una certa ora, ma El Réfolo, è un altro locale che riempie boccali per i tifosi. Réfolo però è uno street bar con vocazioni diverse, con crostini e paninetti fatti con prodotti di eccellenza provenienti da tutta Italia, e con spritz tutti con il prosecco e con aperitivi e bitter che non sono i “soliti” Aperol e Campari. Insomma, per il prepartita in mezzo ai tifosi ma con un aperitivo più ricercato Réfolo è sicuramente quello che fa il caso tuo.
El Réfolo. Via Garibaldi 1580, Castello – Venezia

Superlocal in fondo a Via G

Un altro bar “storico” e imperdibile è più in fondo a Via Garibaldi, dove comincia il canale verso San Pietro di Castello, sulla sinistra. È il Bar alle Colonnette, altra tappa fissa e ancora con un’aura local e popolare. Qui, oltre alla venezianità, il bello è sedersi all’esterno quando c’è il bel tempo, con lo scorcio sul canale è un’atmosfera leggermente più tranquilla vista la posizione più defilata rispetto agli altri locali in Via.
Bar alle Colonnette. Via Garibaldi 1827, Castello – Venezia.

L'ultima a ridosso dello stadio


Piano piano ci avviciniamo sempre di più, e più la distanza con il Penzo si riduce più l’atmosfera si scalda e più la tensione per il match dei Leoni sale. L’ultima tappa alcolica prima della partita non può essere che a pochi minuti dallo stadio, a Sant’Elena, al Vincent Bar. All’apparenza sembra un baretto “da terraferma” come tanti, inusuale per Venezia, ma la sua particolarità sta proprio lì, nel suo essere lo specchio di una delle Venezie rimaste davvero popolari e incontaminate da un flusso turistico che lì ci arriva col contagocce. E il tifo per la squadra della città ne è una naturale conseguenza.
Vincent Bar. Viale IV Novembre 36, Castello – Venezia. Tel. +390415204493
 

E niente, ormai allo stadio ci siamo arrivati. Ma la festa non è finita qui, perché ovviamente allo stadio non possono mancare i chioschi con le birre essenziali per risciacquare la gola. Quella gola che, ovviamente dalla Curva Sud, quella dei tifosi di casa, deve cantare i cori di supporto agli 11 Leoni in campo.

Che bello è
quando esco di casa
per andare allo stadio
a vedere l’Unione!?


Foto dalle pagine social dei locali.
Foto di copertina e prima foto dalla pagina Facebook di Venezia FC.

  • VEDERE LE PARTITE

scritto da:

Damiano Fantuz

Amo la musica alternativa e trovo che negli anni Ottanta tutto fosse più bello. E amo Venezia e le sue osterie. Forse quello che mi piacerebbe di più sarebbe frequentare quelle stesse osterie, ma negli anni Ottanta

IN QUESTO ARTICOLO
  • El Réfolo

    Sestiere Castello 1580, Venezia (VE)

  • H2 NO

    Rio Terà S. Leonardo 1815, Venezia (VE)

POTREBBE INTERESSARTI:

10 giardini molto belli da visitare per i ponti di primavera

Cura maniacale, specie rare, colorazioni stupefacenti in ogni periodo dell'anno.

LEGGI.
×