I locali di Barletta per trattarsi bene in questa estate senza vacanze

Pubblicato il: 3 agosto 2020

I locali di Barletta per trattarsi bene in questa estate senza vacanze

I ristoranti e i dehors più affascinanti del centro storico a due passi dal mare

Partire e andare lontano? Un'utopia in questo nuovo mondo devastato dal Covid, ma anche una grande occasione per scoprire che la bellezza, il relax e la buona cucina sono proprio qui, a due passi da noi. Con il suo centro storico in pietra bianca, le viuzze intricate che ci regalano l'esperienza del perdersi, Barletta è il posto giusto in cui regalarsi una giornata di relax. Ecco i locali in cui fermarsi per una pausa di gusto.

Due chiacchiere con Lello


Natura, tradizioni, confini da superare, architettura del gusto: sono questi gli ingredienti di Ristorante Antica Cucina 1983. Qui, Lello Lacerenza lavora per combinare le tradizioni in un attento lavoro quotidiano. Mangiare al suo desco significa anche entrare in un mondo di suggestivi racconti enogastronomici. Si respira l'odore del mare. È lì, a pochi passi. Ma il territorio espresso nei piatti non è solo quello subacqueo. Erbe spontanee, fichi, fiori di zucca: tutto trova diritto di cittadinanza nella cucina di chi sa valorizzare ogni singolo ingrediente donato dalla terra. 
Piazza Marina 4/5, Barletta - Tel. 0883521718

Assaggiare il Ciambotto barlettano


La "porta Marina" è l'unico esempio rimanente delle antiche porte che cingevano la città di Barletta. Sulla piazza, al civico 52, si trova il tempio del crudo di mare. Il pesce fresco è il Nord che guida la bussola della cucina di Lupo di Mare. Tra cozze e frutti di mare, zuppa di pesce e il famoso Ciambotto barlettano, c'è l'imbarazzo della scelta. Accomodatevi ai tavoli bianchi adornati di tovaglie bianche e blu: il solerte servizio vi aiuterà a farvi strada tra le voci del menu, consigliandovi i piatti del giorno. 
Piazza Marina 52, Barletta - Tel. 0883955280

La cucina gourmet di Dargenio


Nel cuore di Barletta, tra pietra bianca e mura di mattoni, si arriva da Samì. Il ristorante di corso Giuseppe Garibaldi unisce passato e presente nel design del locale, ma anche nel menu. Ecco che la cucina tradizionale si veste di novità: il riso Acquerello sposa le barbabietole, le cozze nere e i calamari; il pacchero incontra le vongole; gli gnocchi di patate si amalgamano alla ricotta marzotica. A dirigere la danza tra tradizione e innovazione culinaria c'è lo chef Michele Dargenio.
Corso Giuseppe Garibaldi 149, Barletta - Tel. +390883882352

Una birra come si deve


I tavolini su Corso Garibarldi, davanti al civico 133. Lo spazio interno, che ti catapulta nella New York delle serie tv. Le spine, che ti fanno sentire subito come se fossi in un pub inglese. Il crogiuolo in cui si fondono queste culture si chiama Saint Patrick Beer Shop. La Puglia si legge nel menu, dove trionfano i carpacci di pesce. Anche qui gli amanti della pinsa troveranno diverse voci di menu a loro dedicati. Ma l'avventura si vive al bancone: cinque spine fisse e una che cambia ogni mese, con il meglio della produzione anglosassone sempre a tua disposizione. Ogni pinta è abbinata accuratamente ad hamburger, bistecche, focacce e panini gourmet. Da non perdere: il sontuoso pulled pork. 
Corso Giuseppe Garibaldi 133, Barletta – Tel. 0883195093

Una pinsa sotto alla Cattedrale


Santacroce Pinse e Pizze è i posto del cuore per molti barlettani. Abitudinari e restii a esplorare nuovi locali, gli abitanti della città si rifugiano tra le mura del locale a ridosso della bellissima Cattedrale di Barletta. L'atmosfera è unica: ci si sente subito a casa. Si possono ordinare pizze con diversi impasti, dal cornicione soffice, con condimenti ben distribuiti. Da non perdere la pinsa romana, un piatto che sta occupando un posto sempre più grande in questa città.
Via Duomo 38, Barletta - Tel. 0883534405

La cucina di terra e di mare secondo De Mattia


Siamo in via Baldacchini 32, nel centro storico. Lo chef Antonio De Mattia ha messo la sua arte a disposizione della terra e del mare, i due elementi che compongono l'eclettico menu del Ristorante Il Posticino. Dagli antipasti (da non perdere: il Carpaccio di Black Angus e la Bavarese calda di zucca, cernia e bisque bianca di gambero) ai primi di terra come le Girelle ripiene di speck e i secondi di mare a base di Baccalà: si gioca su sapori e consistenze, in un ambiente accogliente. Disponibile anche il delivery, con la possibilità di fare un percorso degustazione.
via Baldacchini 32, Barletta - Tel. 0883888618

Viaggiare restando in cucina

 

A Barletta c'è una novità che porta la cucina fusion a un nuovo livello: Su&So. Dimenticate le tramature asiatiche, di moda ma non sempre interessanti, si è creato un mélange tra la cucina veneta, anzi veneziana, e quella preparata con i prodotti tipici della Puglia. Nel menu non si possono perdere le sarde in saor, il piatto tipico dell'estate veneziana, ma nemmeno il baccalà mantecato. Ad accompagnare un'ottima figliata, i pomodori della nostra terra, una pizza fatta come un pugliese vuole: col cornicione morbido, il pomodoro buono e la mozzarella filante.
E' il progetto di Raffaele e Marika, che dopo tanti anni passati a fare esperienza nelle cucine blasonate del Nord Italia hanno deciso di portare la loro idea di cucina nella terra natia. Il risultato merita un giro. E non manca nemmeno lo spritz di benvenuto.
Viale Carlo Maria Giulini 46, Barletta (BT). T: 08831958423

Le foto di Antica Cucina 1983, Lupo di Mare, Santacroce e Ristorante Il Posticino sono prese dalle pagine Facebook dei locali. Le foto di Su&So e di Samì sono di 2night, shooting di Gaga Jovanovic. La cover foto è di 2night per Samì, shooting gaga Jovanovic.

  • MANGIARE ALL'APERTO
  • VACANZE IN CITTÀ

scritto da:

Stefania Leo

Giornalista e appassionata di cibo, amo vedere e raccontare tutte le storie che si intrecciano in un piatto. Cucino, leggo e non mi fermo davanti a nessun ingrediente sconosciuto: è solo il punto di partenza per un nuovo viaggio gastronomico.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Calici di Stelle 2020 nella notte di San Lorenzo (ma non solo). Tutti gli eventi regione per regione

Fino al 16 agosto nelle piazze e nelle cantine italiane c'è il brindisi più atteso dell'estate.

LEGGI.
×