Se il primo appuntamento è all’aperitivo: 8 locali per fare colpo a Milano

Pubblicato il: 4 maggio 2017

Se il primo appuntamento è all’aperitivo: 8 locali per fare colpo a Milano

L’invito a cena è ancora un po’ troppo impegnativo, ma un semplice caffè è poco. Nessun problema, la scelta obbligata, a questo punto, è l’aperitivo. Il primo appuntamento che non spaventa troppo, un classico, ma che lascia aperte diverse opzioni per il proseguimento della serata. Se tutto fila liscio, te la più cavare facendo il brillante, e invitandola a cena - magari in uno di questi ristoranti a Milano -, diversamente, la puoi chiudere con una delle solite frasi: “Grazie per l’aperitivo, ma per cena ho già un altro impegno”, che finisce con un “dai, ci sentiamo, magari ti chiamo io!”.

Il piano è perfetto e hai ottime possibilità di fare colpo. Ovvio, poi dipende anche come ti giochi la conversazione durante l’happy hour. Quello che posso fare io, perché il resto lo dovresti fare tu, è consigliarti 8 locali perfetti per il primo appuntamento all’ora dell’aperitivo. D’accordo il buffet, ma io preferisco posti dove il cocktail fa la differenza. Certo, se poi ti trovi una ragazza che beve più di te, allora sono fatti tuoi!

L’aperitivo come se fossi a casa

Il Casa Mia è un porto sicuro per il primo appuntamento all’ora dell’aperitivo. Atmosfera intima, il divano sembra proprio quello di casa, cura dei dettagli e ottima lista cocktail. Il bartender, Federico Pouchain, dà libero sfogo alla creatività: l’Homeless e il Lucky Luke sono per me una scelta obbligata. E se le viene fame, la cucina è aperta fino alle 2 di notte. 

L’aperitivo sul transatlantico

La vista è su piazza Gae Aulenti, si entra nel negozio della Replay e si finisce a bordo di un transatlantico. Al Bar Octavius, nella sala di fianco al The Stage, l’aperitivo è diretto da Francesco Cione, e dal suo team di Lovetender. Puoi scegliere tra 800 distillati, in un ambiente distinto che richiama un transatlantico, grazie al design curato dallo studio newyorkese Roman and Williams Buildings and Interiors. 

L’aperitivo sui Navigli

Altra zona da tenere presente per la scelta del primo appuntamento all’ora dell’aperitivo sono i Navigli. In questo caso puoi rifugiarti senza dubbio al Bond: un salotto lounge-bar dove ritagliarti un tavolino per due e chiedere consiglio sui cocktail a Rudy che dal 2013 lo gestisce. Se ti piace il whisky vai sullo Straight: bourbon, bacche di ginepro, fiori di lavanda, limone fresco, miele e soda agli agrumi.

L’aperitivo finger food

Il Baobar punta sulla qualità per la selezione degli ingredienti. L’aperitivo cambia ogni giorno e le proposte seguono il ritmo della cucina espressa. Portala al primo appuntamento: l’atmosfera giusta è scandita dalla musica dal vivo che accompagna l’aperitivo e anche la cena. Se l’appetito vien mangiando.. 

L’aperitivo chic 

Tutto inizia alla mattina con la colazione. Al New York Lounge il mood è assolutamente internazionale, ambiente elegante ma non ingessato, il locale è eclettico perché si adatta al tema della serata. L’aperitivo è finger food con drink di qualità. Se le piace la vodka, le puoi consigliare il New York, a base di vodka, passoa, passion fruit, succo di limone, sciroppo di zucchero, ginger ale e cetriolo. Farai un figurone!

L’aperitivo londinese

Spostiamoci in Panfilo Castaldi, traversa di Buenos Aires. Ma attenzione perché pare un po’ di stare a Londra, anzi, a Kilburn, ecco svelato il nome del locale, dal quartiere londinese dove Ennio ha vissuto per un paio di anni. L’ambiente è esattamente come dovrebbe essere per fare colpo: design che mischia elementi moderni con sedie del ‘600. Cocktail che sorprendono per qualità e creatività. L’aperitivo è servito al tavolo con una selezione di salumi, formaggi e verdure, da bere le piacerà il Kilburn Lavander, con due tipi di vodka differenti, sciroppo di lavanda e una piccante nota finale.

L’aperitivo con le bollicine

Bollicine italiane come se non ci fosse un domani. Al Secco si brinda esclusivamente con il meglio della produzione nostrana. Alla faccia degli esterofili. Portala qui all’aperitivo se ama un Prosecco con assaggi finger food della migliore produzione tipica regionale.

L’aperitivo scandinavo

Segnati il Björk per un aperitivo svedese a Milano. Prima di tutto è il primo ristorante svedese in città, quindi conquistala con l’originalità. Happy hour nordico, puoi assaggiare un cocktail come il gin tonic ma quello con il gin finlandese napue, i lingonberry e il rosmarino. Effetto sorpresa garantito. 

Missione compiuta? Se l’aperitivo ha colto nel segno, adesso ti tocca continuare la serata. Magari bevendo ancora qualcosa e poi, vedi tu! Non farti prendere dal panico, ecco un elenco di cocktail bar a Milano dove andare sul sicuro. Taaac!

Foto di copertina di Casa Mia Milano

Ti piacciono questi articoli? Iscriviti gratis alla newsletter di 2night

  • APERITIVO
  • DOPOCENA
  • CENA

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

POTREBBE INTERESSARTI:

​10 cocktail famosi e come preparali a casa. Con i consigli giusti

Quelli di barman autorevoli che in tempo di quarantena si danno ai tutorial.

LEGGI.
×