10 ristoranti fusion di Milano con carattere: non i soliti all you can eat

Pubblicato il: 5 ottobre 2020

10 ristoranti fusion di Milano con carattere: non i soliti all you can eat

Milano è forse la città più cosmopolita d’Italia. Siamo un melting pot di culture da cui prendiamo anche le tradizioni gastronomiche. Il sushi, ad esempio, è diventato parte della dieta quotidiana, tanto che si può trovare al supermercato, e i milanesi spesso se lo ordinano a domicilio. Molti dei posti che fanno sushi a Milano, tuttavia non sono ristoranti solo giapponesi, ma fusion e quindi abbracciano molte culture dell’Asia. Nella maggior parte dei casi in questi ristoranti, oltre ai piatti giapponesi, troviamo quelli cinesi e thailandesi, ma in altri casi troviamo anche menu più curiosi con incursioni nella cucina italiana o in cucine sudamericane. Di seguito i nostri indirizzi per una cena fusion accomunati dall’attenzione alla qualità.

Il sushi gold vicino Torre Velasca

Per un fusion che si distingua rispetto a un semplice all you can eat bisogna scegliere ingredienti di qualità, che creino degli abbinamenti inaspettati ma ben riusciti. Da Yokohama Flavour Journey Cuisine, vicino a Torre Velasca, la tradizione orientale si è fusa con quella occidentale in piatti buoni e belli da vedere. A partire dal tataki al pistacchio con tonno scottato e granella di pistacchio, servito su rucola e stracciatella di burrata, teriyaki e pipetta di maio-miele, si passa al ricercato uramaki roll gold 24KT composto da rotolini di riso con salmone crudo, crema al tartufo, spinacino novello, salsa mayo-miele-miso-sesamo, ikura e polvere d’oro 24kto, per poi lasciarsi conquistare dalla carbonara di mare: tagliolini al nero di seppia, panna, guanciale di Norcia, uova di quaglia, gamberetti, bottarga giapponese e saké.
Yokohama Flavour Journey Cuisine. Via Pantano, 8 – Milano. Tel: 02874291

Il fusion gourmet a Gioia


La cucina creativa di Roberto Okabe mischia in maniera eccellente le anime di Paesi differenti al Finger's in zona Gioia. L’impronta è nippo-brasiliana, proposte della cucina giapponese si sposano con ricette brasiliane per dar vita ad una fusione culinaria dal risultato gourmet. Il trucco sta nel trovare il giusto equilibrio tra preparazioni nipponiche tradizionali e sapori sudamericani e mediterranei. Uno dei migliori giappo chic della città dalle proposte ricercate come l’entrecote di carne di Wagyu (100g) servito con wok di verdure e chips di manioca; o la Vellutata di patate tartufata, al nero di seppia, servita con tempura di capesante e verdure di stagione.
Finger’s Garden . Via Giovanni Keplero, 2 – Milano. Tel: 02606544

Il nippo-brasiliano in Brera

Temakinho è un altro ristorante che va di moda. Sarà per il mood internazionale o perché ci vanno a mangiare tutti. Fatto sta che sa rileggere il classico sushi in versione brasiliana, con un tocco di colore e un pizzico di gusto carioca. Ci sono tre locali a Milano: Brera, Magenta e Navigli. Durante la cena si può assaporare il temaki giapponese rivisitato in versione sudamericana, come nel Salmao Mexicano Temaki con tartare di salmone, philadelphia, nachos, peperoncino messicano, maionese piccante, erba cipollina e uova di pesce volante; o una tapa brasiliana rivisitata in versione nipponica, come nel Maresia con cappasanta oceanica, riso, alga, pasta kataifi, avocado, philadelphia, uova di pesce volante, salsa Sriracha, salsa di maracujá con miso e cachaça.
Temakinho Milano Brera. Corso Garibaldi, 59 – Milano. Tel: 0272016158

Il giapponese in ottica fusion a Porta Nuova

La filosofia alla base è sempre la stessa, reinventare la cucina giapponese in ottica fusion, e il Kisen Moscova la segue in maniera magistrale nel moderno locale a due passi dalla stazione di Turati, ma anche in via Mora e a Busto Arsizio. Il menu continua ad essere rinnovato da importanti chef giapponesi come Maki, sushiman di Tokyo. Tra i pesci, introvabili nei comuni all you can eat, la medusa, nel Kuragesu in aceto di riso con alghe piccanti, le ostriche, la ricciola; mentre tra i piatti spicca l’inserimento della carne, come nel sashimi di Fassona con manzo, riso venere, foie gras e pistacchi.
Kisen Moscova. Via della Moscova, 10 - Milano. Tel: 0262086978

Il fusion panasiatico a Loreto

Da poco riaperto anche a pranzo, il Taiyo Sushi Restaurant in zona Loreto combina la cucina giapponese a quella coreana, con influssi thai e occidentali. Fusion significa proprio che nel menu si può passare dal sofisticato Carabinieros roll con gamberoni rossi Carabinieros, philadelphia e avocado avvolto da tartare di salmone piccante con salsa teriyaki; ai gnocchi di riso coreani con gamberi e verdure. In abbinamento ai piatti si può scegliere tra le oltre 100 etichette di vino custodite in cantina.
Taiyo Sushi Restaurant. Viale Monza, 23 - Milano. Tel: 3490093881

Il sushi alla carta sui Navigli

La cucina cinese si intreccia a quella giapponese all’Haruka, ristorantino sui Navigli in cui i piatti sono curati nei dettagli. Il menu alla carta propone sashimi misto, con una salsa al mango dall’intenso colore giallo, e tra gli uramaki speciali il cavallo di battaglia è il Saudade: rettangolini di sushi con tartare di salmone e caviale. Tra i gunkan quello più delicato è alla ricciola.
Haruka Sushi. Corso S. Gottardo, 49 - Milano. Tel: 0239811266

Il sushi-burrito a Chinatown

Sembra incredibile, ma a Chinatown il sushi giapponese ha incontrato il burrito tex-mex ed è nato Fusho. Lo street food ha assunto una nuova forma, rotoli di riso e alghe tagliati a metà e farciti con pesce o carne, verdure e salse. Una sorta di futomaki oversize, o di kebab, o di burrito, dipende dall’angolazione dalla quale lo si guarda. Ogni mese vengono introdotte nuove proposte, tra gli abbinamenti di pesce il più classico è il Salmo'n con salmone crudo, avocado, philadelphia, tobiko, maionese, guacamole, daikon, insalata; tra gli abbinamenti di carne il mitico Pork'n roll: Chashu, mais, insalata, zucchine.
Fusho. Via Paolo Sarpi, 50 - Milano. Tel: 0236598024

Il nippo-italiano in Centrale

Con un mix sperimentale contemporaneo che accontenta clienti dal gusto internazionale, il Lamo in zona Centrale unisce la tradizione italiana a contaminazioni provenienti da tutto il mondo. Il menu, prevalentemente di pesce, comprende piatti dal forte influsso nipponico come il gunkan di King crab al Moscow Mule e il doppio cono Lamo di tonno al tartufo e di salmone al pistacchio, che sarebbe una versione rivisitata del temaki giapponese. Ma anche piatti tipici della cucina cinese come i ravioli gyoza di fassona.
Lamo. Via Cappellini, 21 - Milano. Tel: 0236594136

L’italo-cinese in Porta Romana

In una panoramica delle cucine asian, fusion di Milano non poteva mancare il Jiaozi e Bollicine, ristorante italo-cinese in Porta Romana specializzato negli Jiaozi fatti a mano, ravioli preparati al momento e cucinati al vapore o alla piastra: piccoli e colorati scrigni che racchiudono verdure, carne, o pesce, in un mix di ingredienti di diversa provenienza. Un esempio? I ravioli di terra rivisitati in ottica fusion con roastbeef e funghi porcini, che vanno abbinati a una tra le etichette di bollicine proposte nella modesta carta dei vini.
Jiaozi e Bollicine. Via S. Rocco, 17 - Milano. Tel: 3318505089

Il total fusion a NoLo

NoLo sta per Nord Loreto ed è una zona incastonata tra Greco, Casoretto e Turro. L’atmosfera multiculturale che un tempo la rendeva quasi il “Bronx di Milano” è diventata un plus che ha dato vita a nuove realtà, come il Tapamaki: locale fusion che coniuga la cucina spagnola, giapponese, italiana e sudamericana. Svariati sono gli stuzzichini che vengono abbinati all’aperitivo, ma si possono gustare come antipasto anche a cena, per esempio il Pinchos di gamberi e jalapenos al verdejo. Tra i maki viene dedicato alla Spagna il Barcelona con: special beef, ebi fry, ponzu, tobiko, emulsione al prezzemolo.
Tapamaki. Piazzale Governo Provvisorio, 4 - Milano. Tel: 3939323635

Ognuno di questi locali si distingue per la qualità degli ingredienti e l’ottica fusion, con piatti che fondono sapori in maniera armonica. Un’altra fusione che potrebbe rendere la giornata memorabile è la combo shopping-cena. A Milano la via più gettonata per fare compere è Buenos Aires, ma dove cenare in zona?


Foto di copertina di Temakinho Milano Brera
Foto interne dalle pagine social dei locali


Ti piacciono questi articoli? Iscriviti gratis alla newsletter di 2night

  • RISTORANTI E CIBI ETNICI

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

IN QUESTO ARTICOLO
×