I ristoranti romantici di Firenze che non ti hanno ancora consigliato

Pubblicato il: 20 gennaio 2019

I ristoranti romantici di Firenze che non ti hanno ancora consigliato

Anche se non sono una romanticona di prim'ordine, subisco il fascino dei ristoranti intimi, magari con una vista sul Pontevecchio, un ambiente ricercato e soprattutto una cucina all'altezza della situazione, magari a base di pesce. Insomma, per una volta niente pizza e niente Converse: ci si mette un tacco per una cena romantica a Firenze, quella che sa stupire pur facendo leva sul classico fascino del lume di candela e del flute di bollicine. 

Con la terrazza panoramica

Per i veri romanticoni ecco il ristorante La Loggia, meta delle più appassionate dichiarazioni d’amore con vista mozzafiato sulla città. Questo storico ristorante nel cuore di Piazzale Michelangelo, non è solo un gioiello dal punto di vista architettonico ma anche da quello culinario: tradizione toscana e italiana si incontrano dando vita a dei piatti che soddisfano ogni palato. Tornando al discorso gioielli..

Cena da celebrità

Il ristorante Sabatini ha oltre un secolo di vita alle spalle, e nelle sue sale ha ospitato molte celebrità poiché questo locale è sempre stato tra i più lussuosi e costosi di Firenze. Con una cucina moderna apre le porte alla città, cercando di mantenere viva la tradizione di Sabatini aggiungendo un tocco di freschezza. E allora perché non provare uno dei menù degustazione, a scelta tra gourmet, classico flambè o vegetariano.

Toscano e romantico

Fiori freschi, candele accese su ogni tavolo e luci soffuse creano un’atmosfera poetica al ristorante Il Paiolo, che dal 1980 propone una cucina tradizionale toscana. La Bistecca alla Fiorentina è di certo il piatto forte, ma non è da meno la pasta fresca, la ribollita e le specialità al tartufo. E per una cena romantica che si rispetti, il vino non deve mancare: qui trovi più di 500 etichette tutte toscane.

Amore e zuppa

O anche ‘amore per la zuppa’, come il mio. E quale città migliore di Firenze dove mangiarne una, in un ristorante che si chiama La Carabaccia, zuppa tipica e piatto forte del menù. Locale storico con sale arcate in mattoni seicenteschi, soffitti travati e arredi rustici che donano una piacevole atmosfera grazie anche alle candele poste sui tavoli. Cucina tradizionale a cui si aggiunge la pizza, sottile e croccante, frutto della lunga lievitazione dell’impasto.

Ristorante Michelin

I contrasti sono il successo di questo locale, che si è aggiudicato 3 forchette dalla Guida Michelin 2018. Benedicta si trova in un palazzo storico del ‘700, con volte antiche che sposano uno stile industriale e contemporaneo. Il menù invece vede protagonisti prodotti di stagione e a km0, per creare una cucina creativa dal gusto alla presentazione. Il giardino interno è un’oasi di pace per cenare all’aperto con la bella stagione.

In fondo al mar

A due passi dalla Fortezza da Basso si trova Acquapazza, ristorante di pesce moderno e raffinato. Si distingue per l’accurata selezione delle materie prime, a partire dal pesce, fino a pane, pasta, dolci tutti rigorosamente preparati home made; ma anche per far parte dell’Airo, l’associazione internazionale dei ristoranti dell’olio e del consorzio colline fiorentine olio igp, disponendo di una carta dedicata alle varie selezioni olio evo. Impossibile non impazzire per il Crudo dell’Acquapazza.

Mediterranean love

In Piazza Santa Croce c’è un ristorante che propone una cucina mediterranea da farti sentire proprio ai confini del mondo. Finisterrae ha diverse sale, ognuna dedicata ad una grande città, e suoi piatti vanno da hummus e spanakopita a paella e tajine. Adoro cenare nella sala Tangeri: l’arredamento marocchino la rende unica.

Romantica vista su Firenze

All'interno della seicentesca Villa Bardini in Costa San Giorgio ecco l'elegante e raffinato ristorante La Leggenda dei Frati. Raccolto ed intimo, non è ingiusto defirlo tra i più bei ristoranti romantici di Firenze: qui sarà difficile far brutta figura. Poco più di una trentina i posti a sedere, il consiglio è quello di prenotare. D'estate aperta la veranda da dove godere uno dei panorami sulla città più belli in assoluto. 

Piccola fuga fuori città

Tra il verde delle colline sopra l'ospedale di Careggi, la Bottega di Parigi è un angolo nascosto dove pranzare e cenare in assoluta intimità e tranquillità. Un piccolo salottino del buon gusto dove apprezzare una cucina che punta tutto sulla qualità delle materie prime e degli ingredienti: una cucina curata ed elegante, raffinata.

Per festeggiare qualcosa di importante

...o per farsi perdonare qualcosa di grosso. Perché qui, in fatto di romanticismo, si vince a mani basse. Lascia senza fiato la splendida la vista su Ponte Vecchio e Corridoio Vasariano che si gode dal Golden View Firenze tra i ristoranti romantici di Firenze più eleganti ed esclusivi. D'obbligo iniziare o concludere la serata con l'aperitivo o il dopocena al cocktail bar, in assoluto uno dei migliori della città per accuratezza e livello delle proposte beverage tra drink e vini. Effetto "wow" assicurato.

Quel posticino che in pochi conoscono

La cornice è quella di Figline Valdarno, borgo poco fuori città. Già questo basta per rendere romantica la serata: ma se in tavola porti un raffinato piatto di crudi di mare con tartare, ostriche, sashimi, accompagnato da un calice di buon vino, il gioco è fatto. Il Bistrot 8.0 è tra i ristoranti romantici della provincia che ti consiglio, anche per festeggiare un’occasione speciale. Il locale è anche cocktail e wine bar: se vuoi iniziare la serata con l’aperitivo. 

Suggestioni mediterranee

Punta tutto sull’autenticità di ambiente e cucina, declinati in stile, il Kalimera, piccolo angolo di Grecia in Borgo La Croce. Specialità greche tra Tzatzichi, polpettine di zucchine e menta, Moussaka, polpo alla griglia. Atmosfera tipica delle taverne greche, giocata sul contrasto di blu e bianco, con arredi in legno e vivaci stampe alle pareti. Un cena romantica a Firenze lontana dai soliti cliché ma che non mancherà di scaldare il cuore. Aperto anche d’inverno la veranda.

L'osteria sotto casa

Storico locale della città e anche ottimo posto dove prenotare una cena a lume di candela a Firenze. A due passi da piazzale Michelangelo ecco l'Hosteria del Bricco: cucina toscana tradizionale, con ingredienti di prima scelta, stagionali e presidi Slow Food. Una trattoria per veri intenditori, insomma, che non tradisce mai: scalda il cuore...e lo stomaco.

Con vista Ponte Vecchio

Preparati in vestito buono perché il questo locale si prenota sicuramente per qualcosa di molto, molto importante. Salottino elegante e raffinato, il Caffè dell'Oro non è solo tra i ristoranti più romantici di Firenze, ma anche tra quelli più esclusivi. Ristorante, caffetteria e wine bar. 

Il tavolo nel salone medioevale

All'interno del Palazzo Medici Tornaquinci in via delle Seggiole, il Locale, semplicemente, è tra i nomi da segnare se vuoi organizzare una cena di San Valentino a Firenze. E non solo: alto tasso di romanticismo tutto l'anno in tra divanetti, complementi d'arredo d'antiquariato, luci soffuse, colonnati e corti interne. Qui la specialità sono le carni, accuratamente scelte e magistralmente cucinate alla griglia a carbone di quercia. Ovviamente la cantina non può che essere all'altezza. Il tavolo più esclusivo? Quello nella sala ricavata dall'antica cucina del 1200, con tanto di camino in pietra

La cena con la star famosa

La Giostra di Borgo Pinti non è solo uno dei ristoranti più amati dai personaggi famosi - a dimostrarlo le tante foto appese ai muri del locale -, ma anche uno dei ristoranti romantici di Firenze che ti consiglio se vuoi prenotare una cena romantica come si deve. Un posto veramente singolare, questo: a due passi dal Duomo, ma un po'nascosto tra i vicoli del centro, tutti in città lo conoscono per la sua particolare cucina e il calore della sua gestione. Da provare il loro tiramisù senza mascarpone.

 

Una cena personale

Se la mia metà vuole coccolarmi, iO - Osteria Personale, nel cuore di Borgo San Frediano, è senz'altro la scelta giusta. Qui ogni cena è diversa dall'altra perché il menu cambia molto spesso seguendo la stagionalità e la freschezza delle materie prime. E non solo: si possono comporre percorsi degustativi personalizzati, da 4,5 o 6 portate, seguendo i consigli di chef e personale in sala e scegliendo tra i piatti a disposizione nel menu. Se sei vegetariano non c'è problema, molte sono le varianti senza carne o pesce nel menu; nessun problema nemmeno per celiaci ed intolleranti.

Il gusto di dominare Firenze

Misuro l'amore di un uomo dalla sua capacità di capire quando è il momento di farmi staccare la spina. E non c'è niente che riesca a rilassarmi di più che il mozzafiato panorama notturno di Firenze dalle finestre della Trattoria Omero, storico locale fiorentino situato sulle colline che sovrastano il Piazzale Michelangelo, a Pian Dei Giullari. Qui non devo mettermi per forza in ghingheri e posso mangiare semplici piatti toscani, al calduccio del grande camino presente in sala.

Un incontro di-vino

Per me il vino è una cosa seria e “Dove non è vino, non è amore” rimane il mio motto preferito. All'enoteca Fuori Porta, infatti, tra le romantiche mura di S. Niccolò, ho portato solo uomini importanti. Condividere lentamente una bottiglia di vino pregiata insieme ad un crostone sfizioso, all'interno della piccola sala con luci soffuse al piano ribassato, è sicuramente il modo migliore per sciogliermi.

Una sosta in collina

Durante una prima uscita con una persona, ho scoperto per caso il ristorante La Sosta del Rossellino, a Settignano, fuori dal caos cittadino. I pochi coperti, il caminetto all'interno e la passione del patron Damiano Miniera nell'illustrarci i piatti del menu e i vini mi hanno messa subito a mio agio. Mangiare gli gnocchi di patate al Castelmagno e la vista inedita sulla città sono sicuramente le cose che mi hanno convinta ad una seconda uscita.

Immagine di copertina di La Leggenda dei Frati/2night.it
Se vuoi essere sempre aggiornato sui migliori ristoranti di Firenze, iscriviti alla nostra Newsletter

  • SAN VALENTINO
  • CENA
  • EAT&DRINK

scritto da:

Maddalena De Donato

Lucana di nascita e fiorentina di adozione, ho scoperto in Toscana i veri piaceri della vita: mangiare bene, bere ancora meglio, viaggiare, condividere, ma soprattutto scrivere. L'unica arma che tollero è il cavatappi e scoprire nuovi locali è una dipendenza da cui non riesco ad uscire. Non a caso il mio blog si chiama Mad Tasting.

POTREBBE INTERESSARTI:

Giornate Europee del Patrimonio 2019: ingresso gratuito nei luoghi della cultura

Sabato 21 e domenica 22 settembre, un weekend di aperture straordinarie e ingressi gratuiti nelle perle del nostro patrimonio.

LEGGI.
×