Venezia da local: ti porto a mangiare in 10+1 locali non turistici di Cannaregio

Pubblicato il 5 settembre 2022

Venezia da local: ti porto a mangiare in 10+1 locali non turistici di Cannaregio

Sarà che nei miei anni da studentessa di economia la zona di Cannaregio era un po’ casa. Sarà che proprio negli anni da studentessa ero sempre, perennemente squattrinata e affamata e da squattrinata e affamata ho imparato a guardarmi intorno per lasciarmi tentare dai ristoranti in cui c’era meno coda fuori ma le porzioni erano più abbondanti. Sarà che poi ho iniziato a premiarmi dopo i lunghi digiuni da sessione con pranzetti e cenette gourmet perché, insomma, non di soli cicchetti vive lo studente fuori sede. La verità è che ho sempre amato mangiare ma no, la folla di avventori accalcati fuori dal locale in attesa di prendere posto non l’ho mai digerita. Ecco perché ho imparato a scovare i locali meno turistici di Cannaregio per creare un piccolo vademecum di posti poco turistici ma very gustosi.

Quello creativo

Mi ricordo quando Hosteria Bacanera era praticamente una cicchetteria. Negli anni, la proposta è cambiata fino a rendere Bacanera quello che è oggi: un ristorante con una scelta di materie prime originali che rendono questo locale uno dei più interessanti del panorama locale. Quello che mi ha conquistato è ovviamente il menù dove accanto a piatti ricercati (come la piovra un due cotture e agli spaghetti con burro affumicato, cozze e pane alle erbe) ci sono anche preparazioni con materie prime inusuali come i maccheroni con ragù di lingua di vitello e la guancia, cotta a bassa temperatura per rimanere soffice e deliziosa.
Hostaria Bacanera – Campiello de la Cason 4506 Cannaregio, Venezia – 0412601146

Quello per la pasta fresca

Quando sei in Lista di Spagna, magari appena arrivato a Venezia dopo un lungo viaggio in treno...fermati! Non correre perché a pochi passi dalla stazione c’è Aquila, il ristorante più carino e accogliente della zona. La pasta fresca preparata ogni giorno dallo chef è qualcosa di sublime e i ravioli ripieni di bufala con salsa al datterino e crema di pecorino rimangono il mio sogno erotico. E’ d’obbligo la scarpetta e anche il pane è fatto in casa, così come le focacce e i grissini. Il paradiso del carboidrato ma si sa che gli zuccheri complessi ti migliorano la giornata. Occhio alle proposte dello chef, diverse in ogni stagione.
Aquila - Rio Tera Lista di Spagna 160/A Cannaregio – 3479992459

Quello per la pizza

Sai cosa mette d’accordo tutti? La pizza. Meglio se si tratta di quella preparata dai pizzaioli di La Lista. Ora, mettiamo le cose in chiaro: io sono sempre stata tanto indecisa, ecco perché avere qualcuno che già nel menù mi consiglia l’abbinata pizza e birra migliori potrebbe essere la soluzione per convincermi a non passare venti minuti sul menù. La mia preferita è la Foscarini con salsiccia, friarielli, pecorino romano e mozzarella, da abbinare ad una rossa decisa con toni speziati: se lo dicono loro, io mi fido. Certo, potrebbe capitarti di vedere i tavoli pieni (anche) di turisti. D'altronde ci troviamo in uno dei posti più di passaggio di Venezia, con un via vai di gente costante. Eppure - saranno l'attenta scelta dei prodotti, o la lunga lavorazione degli impasti - La lista piace tanto anche ai local.   
La Lista - Lista di Spagna, 225 Cannaregio – 0415244098

Quello vegano

Non è un bacaro e non è un ristorante: Ogio è molto di più. Non molto distante dal Ghetto ebraico, Ogio è un patto d’amore con la laguna e con le bellezze che offre, a partire dal pescato fino ad arrivare alle primizie dell’orto di Sant’Erasmo. E’ anche grazie all’attenzione per le materie prime di origine vegetale che Ogio può vantare in menù proposte VeganOk adatte sia ai vegani che ai tanti curiosi. Gli spaghetti con pesto di sedano, anacardi, pomodori soleggiati e parmigiano vegan conquistano anche i palati più scettici mentre la scaloppina di seitan con rucola e semi di chia è perfetta per una cena leggera da rientro dalle ferie.
Ogio - Fondamenta Cannaregio, 1037 – 3518480017

Quello 100% veneziano

Toglietemi tutto, ma non la Marisa! Quando sei sotto sessione, prenotare un pranzo dalla Marisa è come andare a casa della nonna per farti coccolare con i manicaretti fatti in casa. Si mangia bene, si spende poco e si torna a studiare soddisfatti. Si può scegliere tra due menù a prezzo fisso: uno con primo, contorno e vino e uno con un pranzo completo a base di carne o pesce. Proprio come a casa della nonna, si mangia “quello che c’è”: in questo caso, il pescato del giorno, le verdure di stagione e un buon vino della casa. Nei mesi estivi, è bellissimo cenare o pranzare nei tavolini preparati proprio sulla fondamenta ma attenzione: i coperti disponibili sono pochissimi ed è praticamente obbligatorio prenotare.
Da’a Marisa - Fondamenta San Giobbe, 652 – 041720211

Quello Kosher

Ha inaugurato da poco ma è già schizzato in cima alla classifica dei miei ristoranti preferiti: Ba' Ghetto è un dichiarato omaggio alla tradizione giudaico romanesca nato a Roma e finalmente arrivato anche a Venezia. Ne avevamo bisogno? Assolutamente si. La ricerca delle materie prime, tutte kosher e di altissima qualità, insieme alla voglia di sperimentare sapori nuovi senza tradire la tradizione hanno dato vita ad un menù insolito ma adatto a tutti i palati. Il carciofo alla Giudia, frittissimo e croccantissimo, è il must con cui iniziare ogni pranzo o cena ma la carbonara Kosher è veramente leggendaria!
BaGhetto – Cannaregio, 2873/C – 0419345962

Quello per il mega burger

Non puoi dire di essere un vero veneziano se non sei mai stato al Marciano e non esagero se dico che qui si gusta il burger gourmet da prima che il burger gourmet fosse di moda. Il mio preferito è il Patanegra: un burger con carne di maiale iberico (patanegra, appunto) nutrito soltanto con erba e ghiande, insalata, pomodoro e salsa bernese. La ciccia non è mai stata così gustosa ma se sei a cena con l’amico vegetariano ti consiglio il burger Falafel: falafel di ceci e piselli con panatura croccante al profumo di curcuma, cumino e aglio ma addolcito da lattuga, pomodoro, salsa allo yogurt, cetrioli in agrodolce e cipolla di Tropea cruda.
Marciano Pub - Calle Gheltof o Loredan, 1863/C Cannaregio – 0414767255

Quello di cucina mediorientale

Orient Experience è esattamente quello che promette: una piccola esperienza di cucina orientale a due passi da strada nuova. Credo di essermi nutrita di moussaka e verdure allo yogurt per intere settimane ma a mia discolpa posso dire che la cucina orientale è universalmente riconosciuta come una della più salutari al mondo e che le spezie sono un antibatterico naturale. Il menù a prezzo fisso è una sorta di copertina di Linus con piatti tradizionali da comporre e abbinare a scelta e che profumano di oriente e di terre lontane e il personale è sempre cortese e pronto a scambiare due chiacchiere, tanto da mettermi di buon umore anche nelle giornate no.

Orient Experience - Rio Tera' Farsetti, 1847/b Cannaregio – 0418224337

Quello veneziano di pesce

Si dice che nulla resta invisibile ad occhi curiosi ed è questo che si potrebbe dire a proposito di Osteria Alla Frasca. L’ambiente è intimo e accogliente, il personale sempre cortese ma quello che conquista sono i piatti di pesce: l’attenzione alla materia prima è fondamentale ed è per questo che anche un semplice pescato del giorno grigliato racchiude il sapore della laguna. Il crudo è ovviamente uno dei cavalli di battaglia ma io preferisco il tataki di tonno, da accompagnare a verdure grigliate e patate cotte al forno con la buccia. Tutto qui sembra raccontare una domenica in famiglia: le porzioni abbondanti, gli impiattamenti semplicissimi e il vino, quanto basta per alzarsi da tavola con la testa leggera.

Osteria Alla Frasca - Cannaregio, 5176 – 0412412585

Quello top

Sai cosa mi piace davvero? Chi ama osare. Forse è per questo che mi sono innamorata perdutamente del ristorante Algiubagiò, un piccolo angolo di paradiso in Fondamenta Nove. Nato negli anni ‘50 come piccola osteria in cui bere un bicchiere di vino prima di imbarcarsi per le isole minori, oggi Algiubagiò è un ritrovo moderno, vibrante e sensualissimo sia negli arredi che nella selezione dei piatti. Gli interni, decorati con lampadari e sculture in vetro di Murano, creano un’atmosfera intima, perfetta per assaporare con calma le proposte del menù. I piatti di pesce sono preparati con le primizie che arrivano direttamente dal mercato di Chioggia ma con un tocco gourmet che non guasta mai, come le guancette di coda di rospo croccante con salsa Cesar e tartufo o il rombo laccato al limone e camomilla con agretti e polvere di capperi.

Algiubagiò - Fondamenta Nove, 5039 Cannaregio – 0415236084

Quello classico

Se dici tradizione, dici Vini da Gigio. Riconosciuta dai veneziani come la più grande cantina della città, Vini da Gigio è il posto perfetto per gustarsi un bel calice e un mix di antipasti in tutta serenità. Non solo crudo di pesce e sarde in saor ma anche piovra alla griglia con caponata di verdure (sì, viene considerato un antipasto) e tortini di zucca con fonduta di formaggio per mettere d’accordo anche gli amici vegetariani. Se poi l’appetito non vi manca (e qui avreste tutto il mio appoggio), spazio ai primi: lo spaghetto affumicato con carbonara di pesce è esattamente la mia idea di abbinamento insolito mentre la linguina con burro e acciuga è perfetta nella sua semplicità.

Vini da Gigio - Calle Stua, 3628/A Cannaregio - 0415285140


Foto copertina di Ba' Ghetto

  • VITA DI QUARTIERE

scritto da:

Elisa Bologna

Da piccola dicevo di voler diventare giornalista, così tutti avrebbero dovuto ascoltarmi. Crescendo, mi sono resa conto che l’amore per la buona tavola e per il vino avrebbe avuto la meglio su tutto: per 2Night scrivo per bisogno e mangio per passione.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Le migliori pizzerie d'Italia 2023: tutti i premiati della Guida Gambero Rosso

Settembre 2022: arriva in libreria la decima edizione di Pizzerie d’Italia. Sul podio ci sono 96 pizzerie al piatto e 12 pizzerie al taglio.

LEGGI.
×