Se mi offri da bere ti svelo 10 cocktail bar perfetti per il dopocena a Roma

Pubblicato il 20 settembre 2021

Se mi offri da bere ti svelo 10 cocktail bar perfetti per il dopocena a Roma

Terrazze, piazzette, oppure sale meravigliosamente arredate, speakeasy. Per gli appassionati del bere bene la Capitale ha veramente tanto da offrire

Quando nel nostro settore al giorno d'oggi si parla di cocktail bar quasi due articoli su tre ne trattano solo per la tematica aperitivo, seguendo le forti correnti della moda e della tendenza. Ma l’aperitivo non è il momento giusto per comprendere a pieno il potenziale di un locale e di un barman, lo è al contrario il dopocena, quando al locale si viene quasi esclusivamente per bere. E’ lì, infatti, che l’attenzione si sposta esclusivamente sul bancone e sulla miscelazione, è lì che si capisce se ci si trova di fronte a qualcosa di davvero unico e particolare. Per il dopocena a Roma non c’è che l’imbarazzo della scelta, ovviamente, ma io preferisco quei posti dove non conta solo la qualità dei cocktail, ma anche l’atmosfera che li circonda. L’ambiente di un cocktail bar, per me, conta esattamente tanto quanto l’abilità del barman e quello che mette nel bicchiere. Tutto deve essere in armonia, un equilibrio du sensi. Ecco allora i miei cocktail bar preferiti per il dopocena perfetto nella Capitale.

Signatures da sorseggiare in piazza all’Alberone

Una piazza romana ma non al centro, precisamente Piazza dell’Alberone, cuore pulsante del quartiere di San Giovanni. Qui Alessio Narini e Daniele Campagna si affacciano con il loro NaBi Happiness Factory. La semplicità è la forza di questo bel locale, unita alla fantasia che ha portato alla realizzazione di una carta dei signature con drink uno più buono dell’altro. I miei preferiti? Il Pesche al Bourbon n.2 (Bulleit Bourbon, Liquore all’Albicocca, cordiale al vino bianco, bitter alla pesca) ed il Dieci e Lode (Tanqueray Ten Gin, sciroppo al melone, succo di limone, top soda al sedano e cetriolo).
NaBi Happiness Factory, Piazza dell’Alberone, 2 Roma – Tel. 3511570998

Atmosfere ottocentesche a Ripetta

In un'atmosfera che ricorda un antico caffè parigino di inizio ‘800 a due passi dall’Ara Pacis alla fine di via di Ripetta ecco il cocktail bar de Il Marchese, splendido locale di tendenza, aperto da qualche anno da due imprenditori: Davide Solari e Lorenzo Renzi. A condurre i giochi al bancone c’è il bravissimo Fabrizio Valeriani (ex Casina Valadier), che ha voluto costruire la nuova drink list seguendo alcune regole chiare: niente proteine animali nei drink, solo ingredienti naturali, e infine tanta spettacolarizzazione (l’effetto wow è garantito nelle fasi di miscelazione). A fare da cornice al tutto la meravigliosa bottigliera con oltre 600 etichette di amari artigianali italiani, la più grande al mondo.
Il Marchese, Via di Ripetta, 162 Roma – Tel. 0690218872

A San Paolo dove un pub nasconde un grande cocktail bar

Ci sono quei locali che custodiscono delle vere e proprie sorprese, uno di questi è senz’altro il The Bridge a San Paolo. Il format è quello del classico gastropub con una cucina strutturata e molto genuina e una carta birre di livello eccelso. Ma dietro al bancone troviamo anche Gianpaolo Santarelli, socio ed espertissimo bartender che ha voluto arricchire l’offerta del locale con una drink list da mille e una notte. I suoi cocktail, come il Feng Shui (Gin, liquore al Lychee, Kirsh, succo di lime, rametto di timo) sono delle opere d’arte in bicchiere. Sorseggiare per credere.
The Bridge Gastropub, Viale Giustiniano Imperatore, 3 Roma – Tel. 0683766034

A Porta Pinciana il rooftop delle meraviglie

Non potevano mancare in questo elenco dei dieci locali per bere dopocena a Roma alcune tra le sue più belle terrazze. La prima che voglio citare è Adèle, il rooftop dell’hotel Splendide Royale a Porta Pinciana. A guidare il bar una delle barlady più famose al mondo, Barbara Migliaccio Spina, che qui propone una carta signature dove sono i sapori della memoria (ricordi la Madeleine di Marcel Proust?) ad essere i protagonisti, il tutto unito a tecniche contemporanee di miscelazione straordinarie, come il fat washing. Un drink su tutti, l’Italian Breakfast che ricorda il pane, burro e marmellata della domenica mattina, con burro “lavato” con il bourbon e successivamente chiarificato.
Adèle Mixology Lounge all’Hotel Splendide Royale, Via di Porta Pinciana, 14 Roma – Tel. 0642168887

I miti dell’antica Grecia nel tempio della Dolce Vita a Villa Borghese

Quando si parla di night life a Roma quello della Casina Valadier a Villa Borghese è uno dei primi nomi che vengono in mente. Tempio della Dolce Vita, ancora oggi la Casina splende di eleganza ed eccellenza. Il locale, di proprietà di Massimiliano Montefusco, presenta il suo mixology bar rinominato Hortus Bar, dove è la Natura la dea da celebrare e da rispettare: tutto è rigorosamente plastic free. La drink list si ispira ai miti dell’Antica Grecia: dèi ed eroi, e sono le fragranze e i sapori delle erbe a dominare il gusto. Tra le proposte da ordinare consiglio il Dioniso (base Gin, succo di limone,sciroppo di zucchero, Soluzione salina e Spuma di mango, decorato con Fiore edule e Pepe nero e servito in un tumbler basso).
Hortus Bar & Bistrot alla Casina Valadier, Viale di Villa Medici, Roma – Tel. 3409579589

Con vista Colosseo per celebrare la Grande Bellezza

La location probabilmente non ha eguali in tutta Roma, con la sua vista direttamente sul Colosseo e sulle antiche rovine del Ludus Magnus, l’antica scuola dei gladiatori. Il The Court, cocktail bar dell’Hotel Palazzo Manfredi, è uno di quei posti per le occasioni davvero speciali. A guidare il bancone c’è Matteo Zed, tra i barman più importanti della storia della mixologia italiana. La sua carta spazia dai suoi signature “intoccabili”, come il Formidable (Amaro Formidabile, Cynar, Lime Juice, San Pellegrino Rovere Tonic Water), a proposte più elaborate, come il Truffold Fashioned (White Truffle Buder Wild Turkey Rye, Hardy Vsop, Honey, Truffle Amaro, Chocolate Bitter) realizzato con la tecnica del fat washing.
The Court a Palazzo Manfredi, Via Labicana, 125 Roma – Tel. 0669354581

Al Flaminio è uno spettacolo dei sensi

Da quando ha aperto tre anni fa Metropolita è diventato immediatamente uno dei miei locali preferiti per il mio after-dinner. A guidare il suo bar oggi c’è un ragazzo dal grandissimo talento, Giovanni Badolato, una volta considerato una giovane promessa, oggi una solidissima realtà. La lista dei signature nuovi del locale è di un divertimento unico e spazia da rivisitazioni di classici a proposte veramente interessanti. La mia preferita? Il 5PM, un particolare “thè all’inglese”, servito nella classica tazza (Bulldog gin & english breakfast, Rosolio al bergamotto Italicus, cordiale al mirtillo, succo di limone).
Metropolita, Piazza Gentile da Fabriano, 2 Roma – Tel. 0684381895

Tatuaggi e splendidi orpelli alle spalle di Piazza Navona

Uno studio di tatuatori, ma anche una vera e propria Wunderkammer dove perdere ore e ore a contemplare ogni singolo oggetto, animali impagliati e orpelli meravigliosi. Wisdomless Club è la mia ultima scoperta nel panorama del buon bere a Roma. A guidare il bancone il barmanager Dario Paolucci insieme alla sua esperta squadra, un trio ben armonizzato: Damiano Di Benedetto, Roberta Martino e Valerio Farinacci. In carta, che varia moltissimo di stagione in stagione, al momento troviamo tiki e tanti long drinks. Uno di quei locali dove passare tutta la notte senza accorgersene.
Wisdomless Club, Via Sora, 33 Roma – Tel. 0668801823

Lo speakeasy che ci piace tanto tra San Giovanni ed il Colosseo

A proposito del tempo che passa senza accorgersene, quando ti accade mentre sei in un locale, è sintomo che ti trovi nel locale giusto. La stessa sensazione mi capita di averla ogni volta al The Race Club, uno speakeasy alle porte del rione Monti. Il locale all’apparenza sembra (ed era un tempo) un’officina di moto, ma appena scesi al piano di sotto ecco la splendida sala arredata in stile vintage/retrò con mobili d’epoca ed un bellissimo bancone che domina l’atmosfera. Diego Ferracani e i suoi ragazzi ti coccoleranno con le loro miscele speciali e i grandi classici. Il bar giusto per ogni momento della vita.
The Race Club Speakeasy, Via Labicana, 52 Roma – Tel. 0696044048

Al Trionfale tra thè, dolci e miscele

Quando ero piccolo mi innamoravo di tutto” cantava De Andrè, questo mi capita spesso anche oggi che sono adulto specie con i locali. L’ultimo di cui mi sono letteralmente innamorato perso è Fábrica in via Savonarola nel quartiere Trionfale. Un bancone che gira a 360 gradi, soffitti altissimi, un arredamento mix tra moderno e antico che mi fa impazzire e tanto verde alle pareti. Poi c’è la carta dei thè (che adoro bere d’inverno la sera), con oltre 100 tipologie da tutto il mondo, i dolci della casa strepitosi e tanti signature cocktail (da alternare col thè) davvero ben strutturati.
Fábrica, Via Girolamo Savonarola, 3 Roma – Tel. 0639725514

Foto di copertina gentilmente concessa da Adèle Mixology Lounge
Foto interne dalle pagine Facebook dei rispettivi locali

  • BERE BENE
  • TRIBÙ DELLA NOTTE

scritto da:

Lorenzo Coletta

Romano, giornalista, dopo una prima esperienza di giornalismo radiofonico con l'agenzia Econews, ha cominciato ad appassionarsi al grande mondo dell'enogastronomia. Ha contribuito nel 2014 alla redazione della Guida dei Ristoranti di Roma di Puntarella Rossa edita da Newton Compton.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​World Pasta Day: l’Italia si conferma leader a livello internazionale

In Italia si producono 3,9 milioni di tonnellate di pasta con una filiera che conta 120 imprese, oltre 10mila addetti e quasi 200mila aziende agricole italiane impegnate a fornire grano duro di altissima qualità.

LEGGI.
×