Queste 10 hamburgerie di Mestre e dintorni ti insegnano che l'hamburger non è fast food

Pubblicato il 27 settembre 2021

Queste 10 hamburgerie di Mestre e dintorni ti insegnano che l'hamburger non è fast food

Potresti non crederci, ma il primo hamburger l'ho mangiato a Mestre alla veneranda età di sedici anni, in occasione di un compleanno di una compagna di classe. Ricordo che, quella sera, mi sentivo spaesata come se mi fossi risvegliata in una casa sconosciuta, dall’altra parte del mondo, in un paese di cui ignoravo la lingua.  

Eravamo in una nota catena di fast food. Abituata ai sapori di casa e alla qualità dei ristoranti, mi era sembrata una schifezza colossale, ma il panino onto in stile Usa aveva un suo fascino e, in qualche strano modo, mi aveva conquistata. Prova a capirmi: avevo vissuto sedici anni senza mai addentare un qualcosa di tanto gordo

Pare che ora le catene non piacciano più tanto. Adesso si preferiscono le hamburgerie artigianali, quei locali dove mangiare un hamburger o un paninazzo equivale a cenare fuori senza fare del male al proprio stomaco, fegato o intestino, causa prodotti di dubbia composizione o provenienza. Grazie a questi posti a Mestre e dintorni, come Gazzera e Marghera e Martellago, ho presto imparato che "hamburger" non è sinonimo di "fast food" e che anche un panino può essere un viaggio tra sapori gourmand, senza che il portafoglio pianga. 

Alla Gazzera

Quello newyorkese con chianina umbra certificata


Lo stile è newyorkese, la materia prima è squisitamente italiana. Francamente, mi sembra l’abbinata perfetta per un hamburger gourmet. La chianina, la protagonista dei burger di Tribeca, proviene dell’allevamento umbro certificato San Nicolò, mentre il pane di semola è di produzione propria, anche senza glutine. TriBeCa è l'acronimo di Triangle Below Canal street, un quartiere di Manhattan di gran classe. Io sono sempre indecisa tra il Tribeca (misticanza, bacon di cipolla viola caramellata, fonduta di cacio e pepe e sua aria) e il Montana (misticanza, Parma 24 mesi, mozzarella di bufala, cremoso al parmigiano, mandorle). In alternativa, ci sono anche i panini con tartare di scottona e con pulled pork, in foto.  
Tribeca. Via Ramo Brendole, 53 - Gazzera (Ve). Tel: 041916695

A Mestre

Quello australiano o con il salmone


Da Luca nulla è lasciato al caso, nemmeno le patatine fritte e le verdure mediterranee al vapore che accompagnano i tuoi panini; nemmeno il pane al pomodoro o al curry che caratterizza il menu degli hamburger “Australian nostalgy”. La chianina è la regina questo ristopub, come accade nel Rocks: burger di tartare di chianina, zucca candita allo zenzero, finocchio, salsa bloody mary. Da Luca, però, trovi anche fishburger di salmone fresco, come il Sidney. Dal 1980, il locale abbraccia la filosofia del fatto in casa. Ti garantisco che si sente: si sente eccome.
Ristopub Da Luca. Via Montegrappa, 42 - Mestre (Ve). Tel: 0418020972 / 3335861615

Quello alla brace con la scottona 


Filanda è al contempo un paradisiaco giardinetto e una succulenta griglieria. Il nome ricorda e rende omaggio alla filanda che un tempo qui sorgeva. Ma adesso non si tesse più: adesso si griglia. L’hamburger di 200 grammi di scottona, ad esempio, viene cotto alla brace e poi servito tra due fette di pane artigianale, con sriracha piccante, oppure burratina dop, oppure parmigiano croccante e smoked pink sauce, a seconda del panino che scegli. Credo di aver reso l’idea: ogni abbinamento è studiato e sapientemente pensato; ogni accostamento è ponderato per offrirti gusti nuovi e diversi dal solito. Per tua informazione, ci sono anche i bagel
Filanda Grill Garden. Via Fratelli Rondina, 3 - Mestre (Ve). Tel: 0419341591

Quello veggie 


Come anticipato dal nome, l’osteria e birreria La Torre, che ormai si è fatta conoscere per le sue goduriose polpette, si trova ai piedi della Torre Civica di Mestre. Affacciata su Piazzetta Pellicali, mi piace definirla “la terra dell’inaspettato”. Non immaginavo che il pane (bun) fosse prodotto artigianalmente, non immaginavo di trovare prodotti tanto buoni e abbinamenti tanto sorprendenti, come accade nei paninazzi vegetariani e vegani. C’è, ad esempio, il burger veggie fatto di bun artigianale, burger di verdure con cavolo alla piastra, maionese vegetale, cipolla caramellata e pomodorini semi dry. Giusto per mitigare l'idea secondo la quale “veggie” è il contrario di “godurioso”. 
La Torre. Via della Torre, 12/14 - Mestre (Ve). Tel: 0417127478

Quello alla carbonara o alla parmigiana 


Gli hamburger artigianali del Bistrot 55 sono tanto audaci quanto rispettosi delle materie prime: un equilibrio che conquista tutti, dai carnivori impenitenti ai vegetariani, dai tradizionalisti ai più rivoluzionari (in cucina). Cosa dire del carbonara burger, del parmigiana burger (il mio preferito), del pane al nero di seppia? Ma cosa te lo dico a fare?! Probabilmente già li conosci. Adesso, però, li trovi anche in formato ridotto, dalle 18:00 in poi, per il tuo aperitivo. In alternativa, puoi buttarti nei roll oppure cambiare location e provare i bao (panini cotti al vapore, tipici dello street food giapponese) del fratellino Petit Bistrot, la recente apertura, in piena Piazza Ferretto, del gruppo Art & Food. Una goduria da leccarsi i baffi. 
Bistrot 55. Piazza Erminio Ferretto, 55 - Mestre (Ve). Tel: 3929169903
Petit Bistrot. Piazza Erminio Ferretto, 7 - Mestre (Ve). Tel: 3314427605

Quello con la tartare di carne o di pesce


L'Helmut è il posto perfetto per chi non è sicuro di quanta fame abbia. Se tutti gli hamburger, infatti, possono raddoppiare le loro dimensioni, ce ne sono tanti che vengono proposti anche in versione ridotta, come quello con slash di melanzana pastellata e fritta e marmellata di datterini; quello pancetta al pepe, frittatina, ricotta affumicata a scaglie; quello con fonduta di cheddar alle erbe, bacon croccante fatto in casa. Forse, però, ciò che più mi sorprende è il panino con la tartare di tonno perché, se la tartare di fassona e le proposte veggie sono relativamente facili da trovare, il panino gordo con il pesce, beh, questo no: non è da tutti.  
Helmut Mestre. Calle Giovanni Legrenzi, 31 - Mestre (VE). Tel: 0417124980

Quello mensile e stagionale


Il primo morso nell’Amburgheria non si scorda facilmente. ho dovuto aspettare ventidue anni. Lo so, sono scandalosa. Era un Ne', ossia un burger di chianina, con gorgonzola piccante dop, uovo all'occhio di bue leggermente cremoso, cavolo cappuccio marinato all’aceto di Chardonnay, crema di peperoni, carpaccio di pere Abate, maionese. Qui ogni burger è fatto con pane artigianale e accompagnato da patatine rustiche e da salsa Amb, un salsa della casa, mentre il ripieno è sufficientemente abbondante da sfamare chiunque. Non puoi perderti l’hamburger del mese e le proposte stagionali? Io aspetto trepidante quello con la zucca. 
Amburgheria. Via Terraglio, 126 - Mestre (Ve). Tel: 3518209911

A Marghera 

Quello con wagyu, bufalo o pastrami


Se dico Ferovecio, credo che l’immagine più emblematica sia quella del suo bomba burger, con maiale, nduja calabra, pancetta, fondue di gorgonzola, peperoni grigliati, cipolla e salsa bbq. Ciò che, però, mi sorprende di Ferovecio, e che personalmente non mi aspetterei in un locale margherotto dallo stile industriale, sono il burger del macellaio con wagyu (taglio di carne bovina giapponese marmorizzato, molto pregiato), il burger con carne di bufalo e rosti di patate, l’hamburger del cortile con il pollo, L’Est burger con il pastrami di manzo cotto a basse temperature e speziato. Tagli e sapori gourmand sono immersi in un’atmosfera a cavallo tra l’officina, con arredamenti ricavati da vecchie fabbriche, e il design di un loft contemporaneo. 
Ferovecio Osteria Industriale. Via Sertorio Orsato, 18 - Marghera (Ve). Tel: 0414768219

A Martellago

Quello classico di manzo, anche con stracciatella campana


Il Periferia Pub di Martellago unisce bene la qualità delle materia prime alla quantità. Qui l’hamburger è rigorosamente di carne di manzo: 220 grammi di pura bontà. Gli altri ingredienti vengono serviti in porzioni abbondanti, ma non esagerate o stomachevoli, nella succulenza di due strati di pane. Per intendersi, l’hamburger calabro ha 220 grammi di manzo, crema di stracciatella di burrata campana, nduja, bacon, spianata, melanzane. 
Periferia Pub. Via Giacomo Puccini, 1 - Martellago (Ve). Tel: 0418893183

Quello doppio Di Angelo Poretti


L’atmosfera accogliente da locanda caratterizza la birreria di Martellago Via dei Luppoli. Non è una birreria qualunque, ma un distributore ufficiale del birrificio Angelo Poretti e, soprattutto, è un hamburgeria che prepara burger di sorana, burger di pastin, burger di pollo. Ci sono poi quattro hamburger di tartare, due hamburger vegani e due proposte “doppie”. Si tratta del big boss e red nose big burger, entrambi con doppio burger di sorana. Panino in formato gigante e birra Poretti: mica male come abbinata.
Via dei Luppoli. Via Boschi, 57 - Martellago (Ve). Tel: 0418946444


Foto di copertina dalla pagina Facebook di Amburgheria
Foto interne dalle pagine Facebook dei rispettivi locali

  • MANGIARE CON LE MANI

scritto da:

Elisa Pasqualetto

Se c'è una cosa che so è che amo mangiare. Mi sento una sorta di Sherlock Holmes dei ristoranti e pub, nel cercare continuamente posti nuovi e spesso fuori dagli schemi. Quando non mangio, scrivo e viaggio.

IN QUESTO ARTICOLO
×