Dal tramonto in poi: perché fare serata a Castelfranco

Pubblicato il 15 settembre 2021

Dal tramonto in poi: perché fare serata a Castelfranco

Settembre è arrivato e senza portarsi dietro quella strana felicità di cui canta Jovanotti. L’estate è agli sgoccioli, l’abbronzatura già sbiadita e le città tornano lentamente a popolarsi. Così, mentre c’è chi si gode le ultime cene frontemare, a Jesolo, prima che la stagione finisca, dall’altra parte c’è chi ha già tirato fuori il giubbino di pelle, a Castelfranco, pronto a sfoggiarlo a spasso per le vie del centro cittadino.
Ma che cosa si faceva dentro le mura prima che il caldo accendesse la voglia di spiaggia? Uno: il sacro rito dell’aperitivo alla veneta. Due: la cena come si deve nei ristoranti del centro. Tre: il dopocena che mantenesse alto il livello qualitativo (e quantitativo). Ogni posto ha le sue specialità da consumare al momento giusto. Pare proprio che a Castelfranco ci aspettino serate ad alto tasso di divertimento nei locali del centro cui rivolgersi dal tramonto in poi.

A Castelfranco per l’aperitivo

Aperitivo in osteria

Rigenerante aperitivo con vista degustando i cicchetti della tradizione veneta. La serata parte con il piede giusto all’Osteria Maniscalco, il locale caldo e accogliente sulle mura di Castelfranco. Nella piccola osteria con cucina l’happy hour profuma di polpette, crocchette, mozzarelle in carrozza, ovetto tonnato o con cappero e acciuga – come da tradizione – e di crostino con baccalà e salsa di mango – la novità. Da bere, vino e birre artigianali. Finché il tempo lo permette, approfitta dei tavoli all’aperto per goderti la suggestiva location.
Osteria Maniscalco, Via F.M. Preti, 66, Castelfranco – tel: 3384007097

Aperitivo in enoteca

Inizio col botto all’ora dell’aperitivo da Corten, l’enoteca e cicchetteria sotto la Torre dell’Orologio a Castelfranco. Tra i punti di forza del locale c’è una ricca mescita dei vini, che permette di provare etichette italiane e non; il Soave Superiore DOCG, ad esempio, il bianco fermo con note di pesca gialla e sfumature di fiori d’arancio, che ha vinto il premio 3 Bicchieri Gambero Rosso nel 2021, da accompagnare alle polpettine di verdure servite con la salsa yogurt alle erbette, o il Prosecco Rosè Brut, con note di lampone, ribes e fragoline selvatiche. E se per deliziare il palato provassi le mazzancolle in saor, l’arancino cacio e pepe o il paninetto al vitello tonnato? Anche la lista dei cicchetti, così come la carta dei vini, non scherza in fatto di quantità e, soprattutto, qualità.
Corten, Via F.M. Preti, 2, Castelfranco – tel: 0423492038

A Castelfranco per cena

Cena in pizzeria

A cena le dimensioni contano, eccome se contano, specie se vieni da un aperitivo tutt’altro che sobrio e hai bisogno di “inzuppare”. Da Mandrillo, la pizzeria moderna all’interno di un palazzo medievale nel centro di Castelfranco, la pizza è battuta, sottile e croccante, farcita fino al bordo. Puoi scegliere tra tre tipologie di farine, 00, integrale e di kamut, e le proposte in menu seguono il ciclo delle stagioni. Settembre significa funghi; per un’esplosione di sapori al passo con i tempi, allora, prova la pizza con fior di latte, pecorino romano, porcini freschi saltati e olio tartufato. In menu anche interessanti piatti di cucina creativa.
Mandrillo, Vicolo Montebelluna, 34, Castelfranco – tel: 0423737761 | 3343542933

Cena nello stellato

Una location intima ed elegante all’interno di un fienile storico. È qui che si trova la sala da pranzo del Ristorante Feva, lo stellato dove la cucina veneta viene reinterpretata in modo creativo grazie alla maestria e all’esperienza dei titolari Nicola ed Elodie. Nei piatti sono utilizzati ingredienti stagionali, autoctoni e poveri, impreziositi dalle innovative tecniche di cottura che mirano a esaltarne i sapori. Ogni piatto è un’opera d’arte, come il Moscardino DAdA o la Millefoglie alla Norma e biancostato. La cucina del Feva è sempre in evoluzione alla ricerca di novità da proporre alla clientela diversificata.
Ristorante Feva, Borgo Treviso, 62, Castelfranco – tel: 0423197565

A Castelfranco per il dopocena

Dopocena al locale fusion

La casa della miscelazione, a Castelfranco, ha un nome: Alchimista, non a caso. L’esperienza e la passione per l’arte della mixology del titolare Simone Baggio hanno fatto del locale un punto di riferimento per i vini, i drink, i cocktail e addirittura il sakè giapponese. Mettici la bravura in cucina ed ecco che nascono insuperabili proposte di “food pairing”. La contaminazione, nel menu e nella drink list, è il bello (e il buono) di Alchimista, che può essere considerato senza obiezioni un locale fusion.
Alchimista – Bistrot e Mescole, Corso XXIX Aprile, 15, Castelfranco – tel: 0423738052

Dopocena al whisky bar

Luci soffuse e stile contemporaneo, il Blend Whisky Bar è il cocktail bar di Castelfranco che stupisce per la bottiglieria di whisky, tra le più estese in Italia. Dietro al bancone fanno capolino distillati scozzesi, americani, irlandesi e giapponesi, per un totale di oltre trecento referenze. Ma a rendere il Blend molto più di un bar è la passione del personale, esperto in materia di mixology e, quindi, capace di intercettare i gusti degli amanti del whisky e non per la preparazione di drink originali e qualitativamente top.
Blend Whisky Bar, Via Riccati, 3, Castelfranco – tel: 3441338011

A Castelfranco per...

Tutto, ma proprio tutto

Quando sei troppo pigro per spostarti da un locale all’altro, da Castelli in aria ci puoi passare l’intera serata. Entri per un sobrio aperitivo, esci sazio, ebbro ed euforico. Per iniziare a fare fondo, comincia a mangiare già dall’aperitivo; il tenore delle proposte è vario: da una parte le crocchette di patate e bacon con salsa al fontina, dall’altra il salmone marinato, con maionese al wasabi, cetriolo osmotizzato e ravanelli acidulati. Perfino gli aperitivi nel bicchiere sono particolari; il Sun Goes Down, in linea con la stagione, è realizzato con Aperol, Shrub alle pesche e gelsomino e cedrata. A cena, invece, puoi scegliere tra l’hamburger e la carne alla griglia, con proposte tutt’altro che convenzionali, vedi il Tartare Burger, con il manzo leggermente condito, la stracciatella di burrata, le melanzane fritte, i pomodorini semidry, la lattuga e la mustard sauce. Ma ad essere ancora più sorprendente è la lista dei gin, per il dopocena, lunga e variegata. Wine bar, ristorante e lounge bar ecclettico anche nello stile, diverso ma omogeneo in tutte le aree del locale, in centro a Castelfranco.
Castelli in aria, Via Romanina, 14, Castelfranco – tel: 3517564346

Ecco una serata tipo a Castelfranco per godersela dal tramonto a notte fonda. Abbiamo la fortuna, qui in Italia, in Veneto, di avere città con un altissimo potenziale dal punto di vista enogastronomico e non solo; oltre a Venezia e a Castelfranco stessa, anche Treviso è ricca di mete per una giornata tra cibo, storia e cultura. Quindi approfittiamo della bellezza delle nostre città e mettiamo da parte la nostalgia per il mare almeno fino a quando fuori non pioverà a dirotto e farà un freddo cane.

Foto di copertina dalla pagina Facebook di Castelli in aria
Foto interne dalle pagine Facebook dei locali citati

  • BERE BENE
  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Annalisa Toniolo

Abitudinaria e noiosa, a tratti eccentrica e briosa: bipolare, forse. Quella dell’aperitivo delle 18.30 spaccate nel solito posto, ma anche quella che, nel cenare due volte nello stesso locale, ci vede un’occasione sprecata. A dieta, sempre, ma solo dal lunedì al venerdì.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il futuro della ristorazione a Identità Golose 2021

La nuova edizione (la 16a) di identità Golose si tiene da sabato 25 a lunedì 27 settembre.

LEGGI.
×