I ristoranti all'aperto di Firenze dove mangiare con il cielo come tetto a pranzo e a cena

Pubblicato il: 5 giugno 2020

I ristoranti all'aperto di Firenze dove mangiare con il cielo come tetto a pranzo e a cena

Dopo la bellezza di due mesi confinati in casa o costretti a percorrere il solito tragitto domicilio-ufficio e return, la voglia di uscire dalle mura domestiche per riprendere le vecchie abitudini può finalmente essere soddisfatta. Andare al ristorante è sicuramente tra le più gettonate e a Firenze è stato possibile fin da subito grazie ai ristoranti aperti della città. Ma non basta, non a chi vive in un miniappartamento all’ottavo piano, almeno. Per tutti i malcapitati, più si può stare all’aperto e meglio è. Unire la voglia di andare al ristorante e quella di stare all’aria aperta si può, grazie ai ristoranti di Firenze, del centro città o dei quartieri limitrofi, dotati di spazio esterno dove poter pranzare e cenare sotto il sole o sotto le stelle. Giardini, terrazze, piazzali e dehors sono ottime location all’aperto per rigenerare corpo e spirito; allora godiamoci un po’ di aria fresca prima che arrivi il caldo torrido.

Il ristorante con vista su Piazzale Michelangelo

Mozzafiato, il ristorante e la vista. Da La Loggia, locale elegante che dà su Piazzale Michelangelo, è possibile vedere tutta Firenze. Gli ampi spazi all’aperto, terrazza, veranda e giardino, offrono dei punti di vista privilegiati, da dove poter ammirare la città sorseggiando un drink della cocktail list o gustando i piatti del ristorante. Il menu pone un’attenzione particolare alle specialità toscane, ad esempio i pici, gli spaghetti alla chitarra, le polpette al sugo e l'involtino di pesce sciabola alla livornese. Tra i piatti di pesce, appunto, c'è anche il crudo, ad esempio le ostriche, accompagnate da un bicchiere di rum bianco, tra le proposte per l’aperitivo. Il punto forte del ristorante è la terrazza; ottimo cibo e una vista speciale a fare da sfondo a un pranzo o a una cena a cielo aperto.
Si consiglia la prenotazione.
La Loggia, Piazzale Michelangelo 1 – tel: 0552342832

Il ristorante panoramico vicino alla Stazione

 Nel cuore della città una menzione d'obbligo spetta a un ristorante panoramico caratterizzato da ampie terrazze esterne. Qui la distanza tra i tavoli è garantita e ci permette di apprezzare l'aperitivo o la cena in totale sicurezza e tranquillità. Stiamo parlando del B-Roof, ristorante al quinto piano del Grand Hotel Baglioni che ha programmato la sua riapertura per il 18 giugno. Un giovedì da segnare sul calendario per tornare ad abbracciare la nostra Firenze dall'alto. Sul menu troviamo un'ampia scelta di piatti caratteristici dell'alta ristorazione italiana declinati con i prodotti del territorio toscano. Come si arriva al B-Roof? Basta attraversare Piazza dell’Unità Italiana, entrare nell Hotel Baglioni e salire al quinto piano. 
B-Roof. Piazza Dell'Unità Italiana, 6 - Firenze. Tel: 05523588965

La trattoria nella corte storica a Santa Maria Novella

L’arte della cucina, da Trattoria Gargani, ristorante a pochi passi da Santa Maria Novella, si unisce all’arte in generale. Sui muri gli affreschi del maestro Rapisardi, in cucina le opere d’arte culinarie dello chef, ad esempio i garganelli con zafferano e gamberi o le scaloppine all’avocado sfumate al cognac, con crema di latte e olio al tartufo. Con l’apertura del primo giugno viene inaugurato lo spazio all’aperto dove trascorrere una piacevole serata in sicurezza, la corte del palazzo del marchese di Camugliano, elegante e prestigiosa. La corte è proprio di fronte alla trattoria in Via del Moro ed è aperta tutta l'estate fino al 31 agosto.
Aperto tutte le sere per cena dalle 19.30 alle 22.30, eccetto la domenica. Si raccomanda la prenotazione telefonica.
Trattoria Gargani, Via Del Moro 48/r – tel: 0552398898 e 3466702062

La “buca” con dehors vicino a Piazza della Signoria

Lontano dal traffico cittadino, ma in centro, a pochi passi da Piazza della Signoria, c’è Buca Poldo, il luogo di ritrovo perfetto per un pranzo o una cena in tutta tranquillità, magari seduti ai tavoli del dehors, oppure all’interno della tradizionale trattoria fiorentina rivisitata in chiave neorinascimentale nelle ricette. La buca, quel tipicissimo luogo interrato della Firenze medievale nato per riunioni accompagnate da lauti banchetti, oggi è più comunemente un ristorante a conduzione familiare, che, qui, non rinuncia alle novità: i pici, ad esempio, vengono realizzati con cacio, salsiccia e lime, le tagliatelle con branzino e tartufo, la tagliata di anatra con nocciole e porri. Un ristorante, quindi, che mette insieme vecchio e nuovo grazie alla professionalità dei fratelli Genoese e all’esperienza dello chef Emiliano Chiarugi.
Buca Poldo, Chiasso degli Armagnati 2/r – tel: 0552396578

Il “noodle bar” con giardino a San Lorenzo

Un piccolo angolo di zen nel cuore di Firenze, a San Lorenzo, così possiamo definire FirenZen, che, con l’arrivo dell’estate, ha allestito anche il giardino all’aperto da dove godere delle sue proposte in tutti i momenti della giornata, pranzo, cena e per l'aperitivo, magari con un dissetante bubble tea. Il pokè bowl hawaiano è perfetto per una pausa fresca e leggera, anche se la scelta più scontata qui è il pad thai; un occhio di riguardo, poi, è posto sui piatti vegetariani, come i ravioli, disponibili anche in questa versione, e vegani: parola d’ordine healthy. Il menu "parla" quattro lingue, cinese, giapponese, coreano e thai, per una cucina panasiatica a tutti gli effetti, senza contaminazioni. Di particolare interesse la proposta per il menu dell'estate 2020, dove ad ogni piatto della cucina orientale il sommelier Gianluca Gafforio propone l'abbinamento di un vino del territorio.  Il ristorante è aperto dal lunedì al sabato.
Guarda il menu di FirenZen
FirenZen, Via Guelfa 3 – tel: 0559062056

Il bistrot per sentirsi “sur la rue” a Sant’Ambrogio

Location alla parisien, menu all’italiana, anzi, alla fiorentina, come la proprietaria del Gilda Bistrot, a Sant’Ambrogio. Gli ingredienti utilizzati per la realizzazione dei piatti sono a km 0, per lo più provenienti dal mercato adiacente al ristorante, dove si affaccia l’intimo dehors all’aperto. Gli arredi vintage ricordano il bistrot francese, i piatti, invece, sono all’insegna della tradizione, ad esempio il peposo e le crespelle alla fiorentina con asparagi e noci, o, andando a pescare in altre regioni, ci sono i dolci tipici napoletani - pastiera e babà - e siciliani - cassata e cannoli. È il posto ideale per gli amanti del fascino retrò o anche per un intimo caffè tra amiche in un ambiente raffinato e bohémien.
Si consiglia la prenotazione.
Gilda Bistrot, Piazza Ghiberti 40-41/r – tel: 0552343885

Il birrificio con il dehors a San Frediano

Sandwich e birretta, l’accoppiata street food per eccellenza che da Rione Brewpub, a San Frediano, possiamo sgranocchiarci comodamente seduti ai tavoli del dehors all’aperto. Non il classico pub anglosassone, ma una birreria con tanto di impianto all’interno, garanzia di artigianalità; non un ristorante, ma quasi, se consideriamo l’attenta selezione dei piatti da abbinare alle birre e per certe chicche che non ci aspetteremmo, come la pizza al tegamino. Protagonista indiscussa è la Birra dell’Eremo, che qui possiamo trovare in otto tipologie. Ci sono, inoltre, le birre analcoliche e gluten free. Tra le proposte food non solo panini e hamburger, ma anche il pollo marinato al lime, al forno, con patate. Il locale è aperto tutti i giorni dalle 17 e offre stuzzicanti proposte anche per l’aperitivo. Top per una serata informale tra amici.
Rione Brewpub, Via Pisana 1/r – tel: 3420438230

La trattoria all’aperto a Campo di Marte

La "pausa che i fiorentini amano", la definizione perfetta per Caffè Dogali, trattoria storica di Campo di Marte, in uno degli angoli verdi di Firenze, frequentata dai lavoratori locali e dai tifosi, essendo nei pressi dello stadio. Al locale è possibile godere di un pranzo all’insegna della toscanità, magari accomodati nell’ampio dehors. Per chi è di fretta, una schiacciata ripiena al volo e passa la fame, specie se è con finocchiona o soprassata; per gli altri, invece, il menu, toscano doc, cambia sempre. A cena, accanto alle classiche specialità, ci sono proposte più ricercate, come i paccheri al blu 61 e mandorle oppure il polpo croccante su purè di patate allo zafferano e pistacchi, piatti di terra e di mare, insomma.
Caffè Dogali, Viale Malta 5/r – tel: 055679556

Il bistrot con il giardino nascosto in Piazza della Libertà

Ssssh, è un segreto! Una cena all’aria aperta che non ti aspetti, nel centro di Firenze, quella da Ribeo, in zona Piazza della Libertà, che con il suo giardino nascosto all’interno del ristorante stuzzica fame e curiosità insieme. Con l’arrivo della bella stagione possiamo goderci le sue prelibatezze anche all’aperto: di antipasto i classici taglieri toscani, di primo l’immancabile pasta fresca e di secondo altre specialità della regione, come le polpettine di lampredotto in salsa verde. Una menzione speciale merita il vino; quello della casa dà il nome al ristorante stesso. Ma la carta dei vini viene continuamente aggiornata e la cantina, a vista, conta una quarantina di referenze. Il ristorante è aperto per cena giovedì, venerdì e sabato.
È gradita la prenotazione.
Ribeo, Via Bonifacio Lupi 5/a – tel: 3917200493

L’osteria all’aperto a l'Isolotto

Nelle giornate tiepide che anticipano l’estate, il pranzo all’aperto, lontano dai muri bianchi di un anonimo ufficio, è l’antistress per eccellenza. Osteria Manì, a Isolotto, è il luogo privilegiato dai lavoratori della zona, che approfittano dei menu a prezzo fisso proposti dal ristorante. Un must è la pasta fresca, che non manca mai, per il resto i menu sono stagionali e pongono particolare attenzione ai celiaci e ai vegetariani. Il ristorante, dall’anima giovane, è un’osteria moderna che cucina i classici piatti della nonna, ma rivisitati alla maniera dello chef Matteo, vedi il tortello ripieno di pera e ricotta con fonduta di cacio o il fritto di pollo e coniglio alla contadina. Il ristorante è aperto sette giorni su sette a pranzo e a cena.
Si consiglia la prenotazione.
Osteria Manì, Via Foggini 7 – tel: 0559332736

L’enoteca con giardino a Coverciano

Per mangiare e sentirsi come a casa facciamo un salto da Enoteca Il Grappolo, a Coverciano, osteria tradizionale toscana a conduzione familiare. L’obiettivo primario del locale è quello di mettere a proprio agio i clienti, che, a pranzo, sono principalmente i lavoratori della zona. Il ristorante è dotato di uno spazio esterno, definito, dagli affezionati, un “giardino di famiglia”, dove mangiare i coccoli crudo e stracchino, i crostini con i fegatini, i pici senesi cacio e pepe (e tanto altro di toscano) accompagnati dall’accoglienza calorosa e gentile di Claudio, responsabile di sala. Ed è proprio lui a consigliare i giusti abbinamenti tra piatti e vino, proponendo, a rotazione, i vini della cantina; sono 70 le etichette toscane.
Enoteca Il Grappolo, Viale Eleonora Duse 16 – tel: 055602373

Il ristorante di pesce con giardino a Rifredi

Il pesce in giardino. Estate, da 7 Scogli, nei pressi di Piazza Leopoldo, significa pranzo e cena coccolati dal verde delle piante che circondano lo spazio all’aperto. L’ambiente, al suo interno moderno, lo è anche nel dehors, arredato da tappeti che ricordano le fantasie dei teli da spiaggia, sdraio e poltroncine decorate da cuscini sui toni dell’azzurro e del blu. I colori ricordano il mare, il pesce, infatti, è il solo protagonista del menu: tra le specialità troviamo le acciughe alla calabrese, la carbonara di mare alla Ugo e il tonno in crosta di pistacchi, ma tutto il menu è un omaggio al Mediterraneo. E di accompagnamento? La birra, per lo più di birrifici italiani, sapientemente abbinata ai piatti di pesce. Non il solito vino bianco.
Aperto tutti i giorni, dal 30 maggio, a pranzo e a cena, con prenotazione obbligatoria. Continuano il servizio d’asporto e, a pranzo, nei giorni feriali, il delivery.
7 Scogli Fish&Beer, Via Piero Cironi 4/r – tel: 055496225

L’hamburger “on the road” a Rovezzano

Per gli hamburger fatti bene, vietato rivolgersi al primo fast food che ci capita sottomano. La scelta giusta per sgarrare con gusto è l’hamburger di Deliburger, ristorante e store che ha riaperto i battenti in Via De Nicola, ma conta un’altra sede in via Del Prete, aperta solo per consegne e asporto. Il locale di Via De Nicola ha un punto di forza nel comodo parcheggio, con un'area attrezzata per mangiare all'esterno e in sicurezza. Quindi che si mangia? Hamburger preparati dal macellaio e panettiere di fiducia. Occhio attento anche verso vegani e vegetariani, con hamburger a base di seitan e tofu. Le porzioni sono in ogni caso abbondanti. Great!
Il ristorante è aperto anche come store, per delivery e take-away, tutti i giorni, sia a pranzo che a cena.
Deliburger, Via Enrico De Nicola 16-18 – tel: 0556504150




I ristoranti di Firenze con la possibilità di sedersi all’aperto sono una vera manna per chi, rinchiuso, proprio non ci riesce a stare. Con la bella stagione, poi, la voglia di evadere aumenta esponenzialmente. Allora, in attesa di andare in vacanza, quando e se si potrà, rileggiamo un elenco di qualche tempo fa sui ristoranti di Firenze e dintorni dove mangiare all’aperto, tra giardini verdi e terrazze panoramiche. Qui l'articolo originale di Maddalena De Donato.

I ristoranti dove mangiare all'aperto a Firenze e dintorni


L'open space sul verde
Un locale di recente apertura dove mangiare all'aperto a Firenze è il Santarosa Bistrot, su Lungarno Santarosa, un vero e proprio spazio verde adatto a tutti, dove è possibile fare un pic nic avendo a disposizione tutto l'occorrente direttamente in loco, fare un english breakfast, mangiare piatti di pesce e vegetariani preaparati con prodotti a km 0, bere un cocktail internazionale o aromatizzato con le erbe dell'orto del bistrot, assistere a concerti o dj set organizzati periodicamente.


Il giardino aperto anche d'inverno
Un giardino di quasi un ettaro ti basta? Siamo allo splendido Chalet Fontana, caffe letterario e ristorante di viale dei Colli, a pochi passi da Forte Belvedere. Qui si può mangiare all'aperto anche d'inverno con la loggia che vien chiusa e diventa winter garden. Se non ci vai a cena o a far l'aperitivo, ci puoi andare anche per uno dei tanti eventi da loro organizzati: essendo caffè letterario, ricco il programma tra eventi culturali, presentazione di libri, spettacoli di musica, danza e teatro.


Il giardino per le famiglie
All'appello degli spazi all'aperto di Firenze dove poter mangiare non può mancare Fosso Bandito, in zona Cascine e  la sua pizzeria napoletana Buoneria.


Il giardino oltre le mura
Se non vuoi spostarti e cerchi un ristorante a Firenze dove mangiare all'aperto, in un giardino immerso completamente nel verde, vai alla Beppa Fioraia, in via dell'Erta Canina, oltre le mura di San Niccolò. La Beppa Fioraia si propone infatti come un luogo dove il palato si diverte, la mente si rilassa e i polmoni si concedono un po' di svago. Non perderti i generosi taglieri per cui questo ristorante è ormai famoso.


La terrazza panoramica su due livelli
Sempre a Fiesole, salendo lungo la salita sulla piazza principale che conduce al punto panoramico più alto della cittadina, incontri La Reggia degli Etruschi. Uno dei principali punti di forza di questo ristorante è infatti la posizione panoramica che permette di godere di una delle più belle viste su Firenze, ancora più apprezzabile mangiando sulla terrazza su due livelli circondata da fiori e piante che accoglie immediatamente gli ospiti.


La terrazza nei luoghi d'ispirazione dannunziana
Per mangiare all'aperto nei dintorni di Firenze è un'ottima opzione anche La Capponcina di Settignano che dispone di un'ampia terrazza immersa tra le colline di Firenze. A La Capponcina puoi mangiare piatti sia di terra che di mare, ma anche pizze, anche in versione gluten free e vegan. Un menù è studiato appositamente per i bambini.


La terrazza sulla piana
Chi non è mai stato da Caravanserraglio in cima a Monte Morello? Ci si arriva percorrendo la via Bolognese, lungo la quale si trovano diverse piazzole di sosta panoramiche. Nel weekend pullula di motociclisti e sulla terrazza del rustico ristorante puoi mangiare toscano o pizze cotte nel forno a legna, ammirando un panorama mozzafiato sulla piana. Sabato e domenica pomeriggio puoi raggiungerlo anche per una merenda a base di focacce fatte in casa e salumi tipici.


Il dehors vivace nel Chianti
Se come me ami il Chianti, approfittane per un pranzo a Panzano in Chianti dal Cecchini, personaggio noto della tv per la sua passione spasmodica per la ciccia, da Dario Doc. Il posto è bello chiassoso e alla buona, come piace a me, e può capitare di mangiare su tavoli conviviali accanto a perfetti sconosciuti, ma l'hamburger di Chianina ed il famoso Tonno del Chianti sono da provare. Puoi portarti il vino da casa!


Terrazza sì, ma con le frattaglie
Se sei un cultore del quinto quarto e delle frattaglie in generale, ti consiglio una cena da Bella Ciao, a Giogoli, sopra le colline di Scandicci, magari sulla grande terrazza panoramica immersa tra gli olivi e i fiori. Potrai mangiare piatti a base di lampredotto e trippa, con particolarità come Ravioli di trippa, Sinfonia di trippa, Lampredotto al tartufo, Trippa fritta, Cartoccio del trippaio, oltre ai piatti classici della cucina toscana e pizza cotta nel forno a legna.


Il giardino per gruppi
Non è proprio nei dintorni più prossimi di Firenze, ma vale la pena il viaggio Il Convio di San Miniato, che puoi raggiungere in poco più di mezzora. Chiamarlo ristorante è davvero riduttivo, in quanto appena giunto al parcheggio ti accorgerai di trovarti immerso completamente nella natura. Si viene accolti da un aperitivo sotto il pergolato dello spazioso giardino esterno attrezzato con aree lounge, per poi proseguire il pranzo all'esterno, se il tempo lo permette, con finissimi piatti a base di tartufo. Ideale per giornate in famiglia e in gruppo con amici.


 
Questi i locali di Firenze e dintorni dove progettavamo un picnic o un aperitivo estivo all’aperto qualche tempo fa. I soliti posti per l’aperitivo a Firenze, che hanno riaperto di recente, quartiere per quartiere, sono una valida possibilità in questo 2020. Per mangiare, invece, i ristoranti all’aperto non mancano neanche in questo folle periodo, offrendo varietà e genuinità nel piatto. Scopo? Rimanere a Firenze con il corpo e sentirsi come in vacanza, all’aria aperta, con la mente. Obiettivo centrato!


Foto di copertina dalla pagina Facebook de La Loggia
Foto interne dalle pagine Facebook dei locali
Foto interne di Firenze, nell'ordine, di Giorgio Galeotti (CC BY 4.0) , di Ilya Orehov, Tobias Fischer e di Simon.zfn
 

  • MANGIARE ALL'APERTO
  • NUOVE APERTURE
×