Come si fa un dopocena sotto le stelle, nel centro di Firenze

Pubblicato il 20 luglio 2023

Come si fa un dopocena sotto le stelle, nel centro di Firenze

Quando le temperature tornano a farsi roventi i fiorentini non aspettano altro che l’arrivo della sera per tornare a godersi la propria città, possibilmente in compagnia di un ottimo cocktail ghiacciato! La domanda è una sola: dove? In questo articolo proponiamo una selezione di locali perfetti per un dopocena sotto le stelle in centro a Firenze. 

Nel dehors a Ponte Santa Trinità 

Sul Lungarno Guicciardini, proprio di fronte alle meravigliose statue che adornano Ponte Santa Trinita, si affacciano i dehor di Salotto Santa Trinita, bistrot e lounge bar che vuole essere un luogo dove rilassarsi e sentirsi a proprio agio, come in un vero e proprio salotto, per godersi ogni momento. Perfetto per una sosta veloce a pranzo, ma anche per trascorrere una piacevole serata dall’aperitivo al dopocena, Il Salotto propone un’ampia scelta di drink: dai cocktail classici alle rivisitazioni di spritz passando per i Signature e arrivando all’interessante proposta di Cocktail Champagne, drink realizzati con una base di Ruinart Brut, ce n’è davvero per tutti i gusti! Da provare anche gli analcolici, fatti con “super frutta” come acaì, guanaban e goiaba, ideali da sorseggiare dopo una calda e afosa giornata estiva fiorentina! 
Il Salotto Santa Trinita, Lungarno Guicciardini 3/5, Firenze - Tel. 3928908296

Nel dehors in Piazza Santa Maria Novella

Nel meraviglioso scenario offerto da Piazza Santa Maria Novella c’è un cocktail club nato in piena pandemia con l’obiettivo di sfidare apertamente le avversità per trasformarle in opportunità. Santa Cocktail Club è un locale capace di estasiare e di far sognare orizzonti mai visti, dove ordinare un cocktail diventa un’esperienza: bicchieri dalle forme curiose e ingredienti alternativi, con un’attenzione particolare alla sostenibilità. Per ogni drink c’è un bicchiere corrispondente, come per esempio quello che contiene il Lady75, con un cuore di sciroppo di lampone fatto in casa e vodka infusa all'ibiscus.
Santa Cocktail Club, piazza Santa Maria Novella 1, Firenze - Tel. 3371625009

Nel giardino nascosto

Nel cuore di Sant’Ambrogio CRU, acronimo di Cucina Rustica Urbana, è un locale con un vero e proprio giardino nascosto nel cuore di Firenze. Nasce da un'ex mesticheria popolare, un tempo adibita alla vendita di vino e bulloni. CRU non è solo bistrot, ideale per un pranzo o una cena intima, ma è anche il posto giusto per un dopocena estivo: è infatti è anche cocktail bar, con una lista di drink classici e signature cocktails tutti da scoprire. Ti svelo già i cavalli di battaglia dalla cocktail list, ovvero il Malgalita (variante del Margarita) e il Negroni della casa (Negroni infuso 48 ore con spezie e aromi). E se torna fame qui si può mangiare fino a tardi, la cucina infatti serve piatti fino a mezzanotte e mezzo!
Ultima cosa da sapere: ogni giorno, dalle 17 alle 20, c'è l'appuntamento con il Gin o' Clock, un aperitivo imperdibile per gli amanti del gin. Da provare tanti cocktail a base di gin, ognuno accompagnato da tre stuzzichini diversi (il prezzo di drink e finger food è di 12 euro). 
Cru - Cucina Rustica Urbana, via dell’Agnolo 48r, Firenze - Tel. 0552344120

Nel dehors a Santa Croce

A due passi da Santa Croce un cocktail bar dal 2012 è il salotto ideale per godersi buona musica e ottimi drink, anche all'aperto nel dehor. Al FUK un’atmosfera accogliente e confortevole pervade l’ambiente e mette a proprio agio; al resto ci pensano i cocktail, nati da un’attenta ricerca per giungere all’equilibrio perfetto di aromi e sapori. In lista una sezione è dedicata ai Bloody Mary con proposte come il Peperonata Potemkin, con un mix piccante a base di sriracha, tabasco jalapenos e classico. Troviamo anche i drink classici, i gin tonic e alcuni signature dai nomi divertenti come il Mango Penniente, a base di mezcal, lime, purea di mango e peach brandy.
FUK, via Verdi 19r, Firenze 

Sulla piazzetta a due passi dal Duomo

Un locale unico nel suo genere, che si ispira alle atmosfere fantasy tra industria e noir, e dove ogni sera si creano cocktail inediti ed originali. Il Dragonfly si trova a metà strada tra Santa Croce ed il Duomo, in Piazza Salvemini: un salotto naturale con tanti tavoli per godersi le creazioni di quello che è stato il primo steampunk pub - cocktail bar di Firenze. L'offerta dei drink viene spesso rinnovata ed arricchita di limited edition create per occasioni o momenti speciali. Oltre ai cocktail, l’offerta spazia dalle birre alla spina artigianali italiane ed estere fino alla selezione di vini toscani ed italiani al bicchiere. Grande attenzione alla selezione dei prodotti, anche privilegiando quelli locali: dal Birrificio Fiorentino fino ai liquori toscani come i distillati di Duit, il Gin di Peter in Florence e Sabatini. 
Dragonfly, Piazza Gaetano Salvemini 4, Firenze – Tel. 0553892429

Nella corte del design hotel

In cerca di un dopocena in una location speciale? Basta andare al 25 Hours Hotels! Aperto a tutti, il design hotel fiorentino dell’omonima catena tedesca si ispira alla Divina Commedia e vanta un’ampia offerta di spazi dedicati al tempo libero, il più suggestivo dei quali è ricavato nello splendido cortile interno dell’edificio storico che ospita l’albergo. Un luogo da godere in tutte le ore del giorno, anche per una bevuta serale grazie alla selezione di drink proposta dal DolceAmaro Companion Bar! Qui La carta è caratterizzata dai classici cocktail bitter-sweet: fra i signature troviamo ogni variazione possibile e immaginabile del Negroni, con un’ampia selezione di vermouth e bitter anche toscani. 
DolceAmaro Companion Bar, 25 Hours Hotels, piazza di San Paolino 1, Firenze – Tel. 055 2966955

In piazza Santo Spirito

Nato negli spazi di una storica bottega artigiana con oltre 130 anni di storia, Volume è più di un cocktail bar: un pò caffè, un pò libreria e un pò museo, qui si respira un’atmosfera d’altri tempi. E dai tavoli all’aperto sulla piazza si può godere anche di una fantastica vista della basilica di Santo Spirito! In carta, accanto alla lista di drink classici, troviamo i Moskow Mules rivisitati come il Volume, a base di vodka, succo di ginger, ginger ale e succo di cetriolo, e i signatures della casa come il Don Pedro, con tequila, salvia, sciroppo ai fiori di sambuco, succo di limone e sedano.
Volume, piazza Santo Spirito 3, Firenze - Tel. 0552381460

Nel giardino dietro Porta Romana

A Porta Romana le antiche mura di Firenze celano uno dei locali-giardino più amati della città: creato all’interno di Giardino Torrigiani, Serre Torrigiani è una vera e propria oasi nel cuore della città! Uno splendido giardino all’italiana si apre alla vista appena varcata la soglia di ingresso, disseminato di siepi, aiuole e fontane. Un terreno di oltre un ettaro in cui sono stati ricavati vari ambienti intimi e accoglienti: dai salottini appartati sotto gli alberi ai tavoli in mezzo al prato, dagli spazi suggestivi delle serre centrali alle sedute poste sotto il pergolato artistico realizzato dallo scultore Matteo Baroni. Sia ristorante che lounge bar, Serre Torrigiani ha un’offerta che copre dal pranzo al dopo cena: il menù propone una cucina creativa che spazia dai piatti tipici della tradizione toscana alle proposte internazionali, con una sezione dedicata all’aperitivo, mentre la cocktail list offre drink impreziositi dalle erbe aromatiche coltivate all’interno di Serre Torrigiani. Completano il quadro tanti eventi dedicati all’arte e alla musica dal vivo.
Serre Torrigiani, via Gusciana 21, Firenze - Tel. 3289666268



Foto di copertina di serre Torregiani.
Foto interne da pagine Facebook dei locali.

 

  • BERE BENE

scritto da:

Ambra Dinetti

Copywriter e content editor fiorentina, sono una collezionista di esperienze, viaggiatrice seriale, maniaca delle foto… ma soprattutto una buongustaia professionista. Sempre in cerca di nuovi stimoli, vivo la mia vita un quarto di pizza alla volta!

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​È ora di comprare l’olio! Ecco i migliori premiati dalla Guida agli Extravergini 2024 di Slow Food

Che il nostro olio fosse uno dei migliori al mondo, se non il migliore, è cosa nota.

LEGGI.
×