Barletta senza glutine: placare la fame senza rischi di allergia

Pubblicato il 8 ottobre 2021

Barletta senza glutine: placare la fame senza rischi di allergia

Anche il capoluogo della Bat ha la sua lista di locali “sound and safe” per chi soffre di celiachia. Ecco gli indirizzi dove mangiare in totale sicurezza.

A tutti è capitato di uscire a cena fuori e di sentirsi un po' “scomodi” a causa di un commensale alle prese con un'intolleranza alimentare. La celiachia è sempre più diffusa e, nonostante alcuni locali siano ancora completamente impreparati ad accogliere questi ospiti, altrove si è già intuito le potenzialità di questa fetta di popolazione che – proprio come tutti gli altri – vuole solo uscire a cena con gli amici e rilassarsi davanti a un buon piatto.

Anche senza una cucina dedicata e certificata AIC, soddisfare i gusti di chi soffre di celiachia è possibile. Del resto la nostra tradizione gastronomica mediterranea è ricca di piatti senza glutine. Per fortuna, a Barletta ci sono molti locali che hanno adeguato la propria carta alle richieste gluten-free. Abbiamo raccolto qui per voi i migliori indirizzi della città.

Il gelato buono per tutti



È stata una delle nuove aperture più interessanti dell'estate. Dopo aver conquistato tutta la costa con i suoi gelati, Bonelli Gelateria si prepara ad affrontare le stagioni più fredde con tanta creatività. Yum, lo stecco fai da te, sarà ancor protagonista del banco e permetterà a celiaci e intolleranti al lattosio di fare una golosa pausa in ogni momento della giornata.
Corso Giuseppe Garibaldi 228, Barletta (BT) - Tel. 0883887994

Ciambuott gluten-free


Nel cuore del centro storico di Barletta, si può fare una vera esperienza della gastronomia pugliese. Siamo da Samì Ristorante, il tempio della cucina mediterranea rivisitata alla luce delle più avanzate tecniche di cottura e di impiattamento. Tantissimi piatti in carta anche per celiaci, tra cui il buonissimo ciambuott (zuppa di pesce), che è possibile richiedere senza pasta. Da non perdere anche i deliziosi dolci a base di farina di riso.
Corso Giuseppe Garibaldi 149, Barletta (BT) - Tel. 0883882352

Tradizioni naturalmente senza glutine


Da Osteria Su&So la cucina pugliese incontra la tradizione veneziana. Ne nasce un'esperienza inedita, accattivante e divertente, dove è possibile scegliere anche tra diverse opzioni senza glutine. Del resto, la tradizione culinaria pugliese è ricca di piatti perfetti per chi soffre di celiachia. Basti pensare al crudo di mare o a del pesce fresco, ma anche al fegato alla veneziana (che qui è di casa): tutte preparazioni naturalmente senza glutine!
Viale Carlo Maria Giulini 46, Barletta (BT) - Tel. 08831958423

Santacroce e delizia


Santacroce Pizzeria è un locale dall'anima mediterranea, riflessa sia negli arredi che nel menu. Siamo a ridosso della bellissima Cattedrale di Barletta. Qui l'atmosfera è unica: ci si sente a casa, circondati da tanta energia positiva. Svelate senza paura la vostra celiachia: il personale di sala vi consiglierà sulla scelta migliore da fare per una serata all'insegna del gusto. Un esempio? I deliziosi poke (si pronuncia poh-kay, fate attenzione) con pesce fresco e tanti buoni vegetali.
Via Duomo 38, Barletta (BT) - Tel. 0883534405

Panzerotto e Peroni senza glutine


Su suggerimento dei nostri lettori segnaliamo Celimangiamo - Il palato incuriosito. Qui Francesca Paparella si è messa alla prova per preparare pane, dolci e prodotti da gastronomia senza glutine. «Il sapore delle cose passa sempre dal nostro palato e un briciolo di curiosità nel provare novità ci permette creare specialità», scrive sulla sua pagina. Tra farine aglutinate ed esperimenti continui, il venerdì e il sabato Francesca prepara anche il panzerotto per celiaci - fritto o al forno, a voi la scelta - abbinata a una Peroni gluten free. 
via Carso 38, Barletta - Tel. 3498196397


Foto cover: 2night.it, foto Bonelli Gelateria, shooting di Claudia Amato. Samì Ristorante, Osteria Su & So: 2night; foto Santacroce Pizzeria, Celimangiamo: Facebook.

  • CIBO CHE FA BENE

scritto da:

Stefania Leo

Giornalista e appassionata di cibo, amo vedere e raccontare tutte le storie che si intrecciano in un piatto. Cucino, leggo e non mi fermo davanti a nessun ingrediente sconosciuto: è solo il punto di partenza per un nuovo viaggio gastronomico.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Ecco i migliori vini d'Italia per la Guida del Gambero Rosso appena uscita

I Tre Bicchieri sono 476. I produttori hanno saputo recuperare il terreno dei mesi perduti, hanno passato più di un anno a curare vigneti e ad aggiornare cantine, e i risultati di questo lavoro sono evidenti, spiega la guida.

LEGGI.
×