Dal Salento con amore: ecco le coppie affiatate del mondo della ristorazione

Pubblicato il 14 febbraio 2023

Dal Salento con amore: ecco le coppie affiatate del mondo della ristorazione

I trucchi delle coppie salentine per andare d’amore e d’accordo nella vita e sul lavoro

“Se innamorarsi è raro, ma non difficile”, come scrive Massimo Gramellini nelle pagine di Cuori allo specchio. E che: “La vera impresa è conservare quel sogno d'amore anche dopo la sua trasformazione in realtà. Perché se incontrarsi resta una magia, è non perdersi la vera favola”, questo vale doppio per coloro che condividono una professione alquanto stressante che sottopone a orari logoranti, spesso no stop. Parlo del mondo della ristorazione e dell’accoglienza in generale, un mondo che affascina e che riempie di soddisfazioni, ma che in parallelo toglie libertà e tempo per sé stessi. Non a caso per chi vive in questo settore diventa naturale trovare partner in grado di capire e condividere questa scelta di vita.
In questo articolo, giunto alla sua seconda edizione (clicca qui per leggere quello dello scorso anno), abbiamo incontrato alcune coppie salentine super affiatate che riescono a far conciliare perfettamente vita di coppia e lavoro (nello stesso posto). Come? Lo abbiamo chiesto a loro….

Luana e Tommaso del bar Bamboo


Oltre quarant’anni insieme (nella vita e sul lavoro) e non sentirli. Luana e Tommaso, lei originaria di Bolzano e lui di Alessano, sono un esempio di amore, passione e dedizione da seguire. Galeotta fu una vacanza a Santa Maria di Leuca nell’estate del 1980, durante la quale si innamorarono follemente. Luana senza pensarci due volte decise di trasferirsi in pianta stabile a Lecce e di sposare il suo principe azzurro. Eh sì, come nelle favole.
Nel maggio 1981 rilevano il Bar Bamboo e si inventano l’happy hour, dando all’aperitivo una dignità mai vista prima. Il resto è storia...

Federica e Marco de Il Contenitore


Ci avevano visto lungo gli amici Amici di Federica e Marco de Il Contenitore che oltre 20 anni fa pensarono di presentarli. Fu subito amore. Mentre sul piano professionale sono 8 gli anni che li vedono insieme. Lei chef, lui in sala. Lei si occupa di tutto ciò che ruota attorno alla cucina, quindi i rapporti con il personale, la spesa, i fornitori, la scelta del menù e via dicendo, mentre a lui, che ha anche la qualifica di primo livello per sommelier, spetta la gestione del beverage, la gestione della sala e del personale adibito, il rapporto con i clienti e la gestione economica del ristorante. Il segreto? Nei momenti di forte stress è fondamentale trovare equilibrio evitando litigi e incomprensioni. (ph. Aut Fotografia)

Federica e Mirko de La Puccia


Oltre vent’anni d’amore anche per Federica e Mirko de La Puccia, che si sono conosciuti al liceo nei primi anni 2000. Ufficialmente, però, si sono fidanzati nel 2006, mentre è più recente la loro vita professionale di coppia, iniziata nel 2017. Il segreto per far funzionare tutto? Una chiara divisione dei compiti sulla base delle capacità e attitudini personali e il confronto continuo. E poi la capacità di entrambi di “punzecchiarsi” senza prendersi sul serio; essere permalosi è vietato. Solo risate e grande complicità.

Simona e Danilo del Road 66


Innamorarsi del capo può succedere. Se poi è corrisposto, allora la strada è in discesa. Così è capitato a Simona e Danilo dello storico pub leccese Road 66, nato nel lontano 1996.
I due lavorano insieme da 23 anni ma da 13 formano una coppia anche nella vita privata.
Del resto se hanno avuto modo di conoscersi approfonditamente (difetti inclusi) per dieci anni, significa che questo è proprio amore. Viva!

Valentina e Daniele di 50


Super affiatati anche Valentina e Daniele di 50, che iniziano la loro storia d’amore nell’estate del 2017, complici la bellezza del mare e la spensieratezza di un giorno di vacanza.
Cinque gli anni di vita assieme, più che sufficienti per far capire a entrambi di avere la giusta solidità per aprire un locale insieme. Alla base grande fiducia e stima reciproca. Tutti gli ingredienti al posto giusto per una ricetta vincente...

Margherita e Ippazio di Lemì Cozze & Gin


Grandissima complicità, passione nella ristorazione di livello e accoglienza impeccabile sono le armi vincenti di Margherita e Ippazio di Lemì Cozze & Gin di Tricase. Unitamente a una divisione dei ruoli ben definita: lui in cucina a creare capolavori di bontà partendo da una materia prima di assolta qualità, lei in sala ad accogliere i clienti e a soddisfarne le esigenze di servizio con garbo e professionalità. Una squadra affiatata dove regna armonia e ci si sente come a casa.

Deborah e Simone di La Medusa Restaurant


Stessa suddivisione dei ruoli anche per Deborah e Simone de La Medusa Restaurant di Porto Cesareo, recente ma apprezzatissima insegna a pochi passi dal lungomare che propone una cucina marinara sapiente e creativa. Dopo anni e anni da dipendente nelle cucine più conosciute del Salento lui e come responsabile di accoglienza lei, decidono di coronare il sogno di una vita. Un nuovo percorso da condividere appieno, tra gioie e dolori, soddisfazioni e sacrifici. Una sfida che stanno dimostrando di saper vincere...

Mariangela e Antonio di Bonasciana, Caffè & Cucina


Per caso e tramite amicizie in comune si conoscono Mariangela e Antonio, compagni di vita dal 2016 e soci nel lavoro dal 2017. Segni particolari di entrambi: testardi e combattenti. In senso positivo. E proprio queste caratteristiche di entrambi hanno dato loro la forza di superare qualsiasi momento di difficoltà. Ogni “scontro” diventa un’occasione di confronto e crescita costruttiva per il bene del locale e dei meravigliosi clienti del loro Bonasciana Caffè & Cucina, un locale con vista mozzafiato e la genuinità di sempre.

Serena e Francesco di Osteria di Lecce


Serena lavorava in un forno a Lecce da oltre otto anni e Francesco era chef in un ristorante in Francia da due quando si sono conosciuti e subito innamorati. Però, si sa, la distanza è insopportabile quando ci si ama e si ha bisogno di vivere la quotidianità assieme.
Una consapevolezza che ha portato Francesco a lasciare il posto di lavoro Oltralpe per riavvicinarsi alla sua metà, aprendo 5 anni fa un’insegna tutta loro, Osteria di Lecce, dove entrambi apportano valore aggiunto. Scherzando sostengono l’importanza delle gerarchie: “al ristorante comanda lo chef, a casa comanda Serena”. Pare proprio che funzioni! La mascotte del locale è il piccolo Andrea, che compie 5 anni come l’Osteria di Lecce. Due gioie in una.

Vanessa e Matteo de La Locanda del Borgo


Giovani, ma determinati, con passione da vendere e solida complicità. Così definirei Vanessa e Matteo de La Locanda del Borgo, che a distanza di quasi 5 anni dall’apertura del loro locale, si dimostrano sempre più affiatati.
Rispetto reciproco, differenziazione dei ruoli, confronto continuo sulla gestione del locale a 360 gradi sono di certo le armi vincenti, unitamente alla scelta di promuovere qualità, semplicità e genuinità. Pochi piatti, ma ben fatti. E su questo sono più che d’accordo entrambi.

Annarella e Carmine di Blu Cafè


Risale al 1999 il primo incontro tra Annarella e Carmine, anche se la scintilla vera e propria scoppiò qualche anno dopo, in quello stesso locale (poi qualcuno dice che il destino non esiste – ndr)! Era il 2003 e da quella volta non si sono mai lasciati. Professionalmente decidono di unire le forze nel 2012 e il successo del Blu Cafè è sulla bocca di tutti. La forza motrice è di certo l’amore: per se stessi, per il partner e per i clienti che ogni giorno li riempiono di soddisfazioni. Seguito dall’accortezza di valutare insieme le varie decisioni per il bene dell’azienda suddividendosi i compiti: ad Annarella il rapporto con i clienti e il personale, a Carmine i fornitori e la parte burocratica.

Francesca e Matteo di Al Ventuno


Giovanissimi, ma con esperienza e voglia di fare da vendere anche Francesca e Matteo, che hanno il merito di aver portato a Lecce idee interessanti di stampo cosmopolita. Dopo diverse esperienze oltre Manica, infatti, questi ragazzi tornano in Salento per realizzare i propri sogni. Insieme, più uniti che mai. E proprio questa è stata la loro forza, unitamente a entusiasmo e cortesia. Al Ventuno, aperto dalla mattina a sera tardi, ci si va per stare bene a 360 gradi. Il merito è tutto loro.

Valentina e Savi di Vinhà


La forza dell’amore e dei legami famigliari si respirano anche alla Trattoria e Vineria Vinhà di Matino, aperta nel 2018, dove l’accoglienza e i buoni sapori sono di casa. Il merito è di Valentina e Savi, della loro intraprendenza, della loro passione e del loro spirito di sacrificio.
Ecco cosa ci ha detto Valentina: "Ci siamo conosciuti perché entrambe gestivamo separatamente due locali: Savi era la mia concorrenza e a me non mi piace avere rivali.. quindi me lo sono sposato! Non c'è un segreto per lavorare bene insieme; forse il fatto che ci siamo divisi i ruoli compensa uno con l'altra ed è bello incontrarsi poi davanti a un buon bicchiere di vino e discutere di cose che ci sono accadute o semplicemente com'è andata la giornata nel tempo che non siamo stati insieme..
Quando aspettavamo nostro figlio, ho dovuto lavorare fino a poche ore prima del travaglio; nessuno ci credeva ma abbiamo messo un cartello attaccato al portone con su scritto : "Vado, partorisco e torno!" Ed è davvero è stato così: dopo 4 giorni di degenza ospedaliera, siamo tornati in tre, io Savi e il boss!"


L'immagine di copertine è di 2night per Bamboo Bar.
Immagini interne tratte da gallery 2night o dalle pagine fb dei rispettivi locali

  • SAN VALENTINO
  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Laura Sorlini

Vanta un’esperienza giornalistica competente e versatile maturata in anni di redazione. Appassionata di enogastronomia e turismo e sommelier, è alla continua ricerca di aspetti ed eventi da raccontare nelle rubriche che cura periodicamente per alcune delle più autorevoli riviste di settore.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Spiagge! Elette le più belle del mondo per il 2024 secondo Lonely Planet

Anche tre italiane in classifica.

LEGGI.
×