I ristoranti di Milano aperti nella fase 2: mangiare fuori casa quartiere per quartiere

Pubblicato il 21 maggio 2020

I ristoranti di Milano aperti nella fase 2: mangiare fuori casa quartiere per quartiere

Dopo una lunga attesa, a dir poco estenuante, Milano riprende il suo brulichio ed il suo via vai. Da lunedì 18 maggio i ristoranti hanno potuto attrezzarsi per aprire le loro porte. Il mancato incasso di quasi tre mesi e gli aiuti economici ancora non pervenuti hanno gettato sul lastrico tantissime realtà, anche ben affermate. Le difficoltà, purtroppo, sono ancora tante per non dire tantissime. Per questo in tanti hanno deciso, a malincuore, di non riaprire o di aspettare ancora per poter offrire il proprio servizio al massimo delle forze e senza limitazioni. 

Altri, per fortuna, hanno già annunciato l’apertura, dopo la dovuta sanificazione e sono tornati ad essere un punto di riferimento per i tanti milanesi desiderosi di tornare, almeno un po’, alle vecchie abitudini tanto amate come, ad esempio, quella di gustarsi un buon aperitivo in uno dei tanti templi del buon bere che hanno finalmente riaperto o, appunto, quella di mangiare in qualche bel ristorantino dimenticandosi degli stress e delle preoccupazioni. Certo, il distanziamento è ormai un obbligo assodato e le mascherine saranno il nuovo outfit top del 2020 ma, gel igienizzante e guanti alla mano, si riparte. 

Ecco qui, zona per zona, dove è già possibile godersi una buona “cenetta” gustosa fuori, finalmente dal vivo! Ecco un elenco di alcuni fra i nostri ristoranti del cuore che, con una buona dose di coraggio, di riscatto e con tanta speranza, hanno già aperto le loro porte ai milanesi.

Aperto in zona Navigli


Mieru Mieru in via Magolfa, nel pieno dei Navigli, ha riaperto le sue porte il 18 maggio dopo la dovuta sanificazione e la messa in sicurezza degli ambienti. Dopo il periodo di asporto e delivery,  ritorna a pieno ritmo e riapre le porte ai tanti milanesi affezionati della cucina pugliese di pesce della tradizione. Qui si unisce con maestria la simpatia del servizio alla buona tavola pensata come una volta: fatta di ingredienti genuini e accompagnata da litri e litri di “mieru”, il vino, ovviamente, pugliese. I suoi ampi spazi fanno ben sperare in una ripartenza meno rigida! 
Mieru Mieru, Via Magolfa, 14, Milano - Tel: 02 8940 6320

Aperto in zona Isola


Esempio concreto di ristorante che si è interrogato a lungo sul da farsi prima di ripartire è Sulle Nuvole di Chiara e Francesco Formigoni in Isola. Come promesso sulla pagina facebook, dopo aver proceduto alla messa in sicurezza del locale, mercoledì 20 maggio hanno potuto dare il via ad un nuovo corso con molto coraggio ma con la consapevolezza delle difficoltà al grido  di “non ci piegheremo” e noi non vediamo l’ora di dare loro una mano concreta (e palati pronti per essere deliziati!). Aperto a pranzo e a cena il locale dei due fratelli Formigoni propone una cucina buona fatta di dettagli fra ricette della tradizione milanese e (tante)  influenze veggy preparata a partire da prodotti sempre freschi di produttori selezionati della zona del mercato centrale. Frutta, verdura, carne e pesce di piccoli produttori che hanno proposto online sul sito del ristorante per tutto il corso della quarantena, oltre al servizio di delivery dei loro piatti. 
Sulle Nuvole Milano, Via Garigliano, 12, Milano - tel: 02.69006955

Aperto in zona Arco della Pace


Probabilmente la pizza è stato uno dei piatti più ordinati in periodo di quarantena (forse perchè, fin da subito, il lievito è diventato uno dei prodotti più ambiti e preziosi della quarantena). Per questo Starita Materdei nella zona dell’Arco della Pace, il milanese dello storico punto napoletano (dal 1901) si è attrezzato con l’asporto per fare compagnia ai milanesi affranti e chiusi in casa. Certo, gustarla appena sfornata è tutta un’altra cosa. Ora l’attesa è finita. Sulla pagina facebook del locale ha annunciato la riapertura ufficiale con il servizio al tavolo, a partire dal 22 maggio. Le pizze sono davvero tante ed è difficile scegliere. Oltre alle classiche, da provare anche quelle speciali e le stagionali come la Vesuvio (la mia preferita). Disponibili anche in versione gluten free. 
Starita Materdei Milano, Via Giovanni Gherardini 1, Milano - tel: 0233602532

Aperto in zona Sempione: Dawat


Ash, il titolare del Dawat, ristorante indiano in Corso Sempione, è stato uno dei primi a proporsi per insegnarci qualche bella ricetta nel nostro speciale sulle ricette degli chef milanesi da riproporre a casa. Inoltre ha attivato fin da subito il delivery e, poi, l’asporto, facendoci compagnia anche a distanza con la sua cucina tradizionale indiana. Di certo, però, non vedeva l’ora di riaprire il ristorante con il servizio al tavolo. Ed cco l’annuncio: dal 20 maggio si potrà tornare a gustare le specialità al forno tandoori, i curry vegetariani e non, i naan, i samosa e le tante prelibatezze ad un Paese che di certo non si potrà visitare ancora per un po’ ma che si può iniziare a riscoprire fin da subito attraverso la sua cucina. 
Dawat, Corso Sempione 88, Milano - tel: 0234537953

Aperto in zona Porta Romana


La voglia di riaprire è tanta anche per Particolare in Porta Romana che ha aperto le sue porte al servizio al tavolo il 19 maggio. Anche il suo staff, ben consapevole delle difficoltà, ha espresso il suo dispiacere e disappunto sulla pagina facebook del locale per la situazione e per le limitazioni che mettono in gravi difficoltà i ristoranti ed i ristoratori. Ma la speranza, il coraggio e la voglia di rimettersi in gioco non sono mai mancate. Per questo fin dall’inizio ha avviato il servizio a domicilio. Si riparte con un nuovo menu stagionale e la cucina mediterranea rivisitata in modo creativo e con la possibilità di vivere nuovamente i suoi spazi, seppur con i tavoli distanziati. 
Particolare, Via Gerolamo Tiraboschi 5, Milano - tel: 0247755016

Aperto in zona Parco Marinai d’Italia


In tempi di quarantena ci si è un po’ arrangiati in cucina e, soprattutto, spesso ci si è ingegnati per mancanza di ingredienti prima quotidiani e di facile reperibilità ma ora possiamo finalmente rilassarci e far sì che altri ci coccolino con piatti gustosi. Saporimaestri, riaperto al pubblico dal 19 maggio, durante il periodo di chiusura ci è stato comunque vicino con il suo servizio di consegna a domicilio di vino e piatti della sua cucina mediterranea (prevalentemente di pesce) per l’aperitivo e per la cena con take away e consegna a domicilio, ora comunque confermati. 
Saporimaestri, Via Maestri Campionesi 4, Milano - tel: 0221119615

Aperto in zona Centrale


Kanji Fusion in zona Centrale è il primo della rinomata catena di ristoranti Kanjii di Milano a riaprire al pubblico dopo la sanificazione ed il distanziamento dei tavoli. Dal 21 maggio è possibile gustare i suoi sushi, sashimi e tutte le prelibatezze nipponiche che tanto ci sono mancate in quarantena in compagnia al ristorante. Il servizio al tavolo deve essere prenotato. Confermata la formula all you can eat. Prosegue, inoltre, il servizio di delivery che ha salvato tanti sushi-addiced in astinenza in quarantena.
Kanji Fusion, Via Aminto Caretto 4, Milano - tel: 0266703543

Aperto in zona Repubblica


Fedeli compagni della quarantena, i gatti, in questo periodo più che mai, ci hanno ricordato che la vita può essere anche vissuta in modo più rilassato fra un pisolino, una pappa ed una carezza e l’altra. Ed è proprio a loro che si rifà uno dei bar più particolari di Milano che prende spunto dai “neko cafè” più modaioli di Tokyo. Un luogo dove scoprire non solo una buona cucina ma anche il piacere della compagnia, dopo tanto tempo di isolamento sociale. Anche il Crazy Cat, consapevole delle difficoltà del periodo, decide di riaprire con tanto coraggio da venerdì 22 maggio, anche perché, prima che essere un locale “il crazy” è una grande famiglia fatta di due persone e 9 gattini che si sono, inevitabilmente, abituati ad una routine diversa e chi ha un gatto sa bene quanto queste bestioline adorabili siano estremamente abitudinarie! Quindi la decisione è stata quella di fare tutto con calma e in sicurezza per tutti con gel igienizzante alla mano e da passare prima di ogni sessione di fusa, tavolini distanziati all’interno e all’esterno e obbligo di prenotazione sul sito per aperitivo, cena, brunch o merenda! Confermato il servizio di consegna a domicilio (senza gattini però!).
Crazy Cat, Via Napo Torriani 5, Milano - tel: 0284542739

Aperti in zona Moscova e Colonne 

 
Al Kisen Moscova, a due passi dalla metro Turati, e a quello storico in Colonne (Kisen Mora) è arrivato il momento di riaprire le porte. La data ufficiale è quella del 25 maggio per una ripartenza in tutta sicurezza fra tavolini distanziati e sanificazione degli spazi. Su prenotazione, sarà possibile tornare a gustare sul posto, nei suoi ambienti eleganti, il suo sushi tradizionale ed i suoi piatti fusion (come il Dragon ball di sua invenzione) in tutta tranquillità. 
Kisen Moscova, Via Della Moscova 10, Milano - tel: 0262086978
Kisen Mora, Via Gian Giacomo Mora 9, Milano - tel: 0236525697

Aperto in zona Brera


Forse il centro di Milano vuoto è una delle immagini legate a questo periodo che più di tutte ci rimarranno in mente in futuro. Ebbene il centro sta ricominciando a vivere nuovamente e a brulicare di persone e così la sua via Solferino, a due passi da Brera. Qui il Rangoli, dopo un periodo di chiusura totale per combattere la diffusione del Covid-19, ha deciso di riaprire a partire dal 20 maggio e ha riacceso il fuoco del suo forno tandoori. Fra le sue stanze, addobbate a tema che ti portano direttamente in India in un viaggio sensoriale a 360°, è possibile tornare a gustare la sua cucina indiana curata sia a pranzo che a cena. Prenotazione obbligatoria. 
Rangoli, Via Solferino 36, Milano - tel: 0229005333

Aperto in zona San Siro


Dopo aver fatto compagnia ai tanti affezionati con i loro servizi di delivery e take away il Miyama, ristorante giapponese di riferimento in zona, riapre le porte al pubblico dal 20 maggio con una nuova disposizione dei tavoli. Grazie ai suoi ampi spazi è possibile pranzare e cenare in tutta sicurezza, su prenotazione, anche nel suo giardino zen fra aceri e bonsai. 
Miyama, Via Caldera 1, Milano - tel: 0223163855




 Se nel nostro elenco non hai trovato il ristorante che cercavi o la cucina che più ti è mancata in tempi di "domiciliari", dai un'occhiata a questi ristoranti. Con i numeri di telefono che trovi sotto in calce puoi verificare tu stesso se sono aperti o se lo faranno a breve!

I ristoranti di MIlano aperti il lunedì

(articolo pre-Covid)

Una tristezza il lunedì. Inizia la settimana, come minimo metà mattinata in ufficio passa a smaltire il dramma della fine del week end. Eh no, è ancora troppo presto per pensare al successivo, siamo solo al primo giorno della settimana. Arrivi a sera e sei in una profonda crisi depressiva. Ecco, prima di lanciarti su un cocktail per risollevare il morale, celebra degnamente la prima sera della settimana con una cena fuori il lunedì sera a Milano.

Ce n’è per tutti i gusti. Vietato considerare il lunedì a Milano il giorno più triste per chi vuole stare fuori a mangiare qualcosa. Si va dall’hamburger in birreria, fino al sushi, passando per il menù etnico, pizza e la cena con colonna sonora rock. 

La cucina per trovare il buon umore
Se per te ogni lunedì è "blue monday", ho il locale giusto che anche nei più tristi dei lunedì sera ti farà tornare il sorriso: il Dersett in zona Ticinese. Un ristorante che fa del comfort food, ovvero del "cibo della felicità" che scalda il cuore e ci riporta ai sapori dell'infanzia, il proprio cavallo di battaglia. Cucina tradizionale, certo, ma reinterpretata e presentata con creatività. Maestria e massima attenzione anche alla qualità e alla stagionalità delle materie prime. Qui anche un semplice risotto agli asparagi diventa pura poesia da gustare. Elegante, ma non formale. Un locale da prendere in considerazione anche per occasioni romantiche o appuntamenti di lavoro. D'estate, un luogo dove cenare piacevolmente perché spazioso, ben climatizzato e senza zanzare. Il Dersett: comfort a 360 gradi.

La qualità mediterranea
La parola d’ordine è “qualità”. All’Altaguardia17 nulla è lasciato al caso. Lo chef, di origine siciliana, prepara una cucina basata sugli ingredienti freschi di giornata: spesso siciliana, sempre mediterranea e sicuramente rivisitata. Lasciatevi guidare dal titolare Riccardo, che è sommelier, nella scelta di un buon vino da abbinare al piatto da te scelto. 

Il vero amore
Quello per il cibo. Al Trulli Love (o truly love?) l’obiettivo è chiaro: l’amore per la Puglia, terra dello chef, e per la sua cucina. Ma non ci si ferma qui. Interessante la proposta del menù che è “Free Flow” dove non c’è una divisione classica fra le portate; i piatti si possono scegliere nell’ordine desiderato poiché ognuno è leggero e adatto in ogni momento del pasto. 

Per una cena in veranda
Se cerchi un locale aperto il lunedì sera a Milano, in zona Ticinese non può non venirti in mente il Be Bop. La scelta delle materie prime è molto attenta come attenta la selezione dei piatti che si adattano un po' a tutte le esigenze alimentari. Oltre a carne e pesce, grande spazio a piatti vegani e vegetariani; non solo, molti i piatti senza glutine, pizza compresa. Un locale dove riscoprire il gusto del "naturale", anche nell'ambiente con arredi in legno e un giardino interno aperto tutto l’anno. 

La cena romantica
Può sembrare un azzardo, ma organizzare una cena romantica, magari un primo appuntamento, il lunedì sera non è affatto una cattiva idea: ristoranti poco affollati, per creare quel po' di intimità che non guasta mai. Il posto giusto dove prenotare una cena romantica il lunedì sera è la piccola e caratteristica Osteria La Voliera. Una quarantina i coperti distribuiti in locale dal gusto shabby chic e retrò. Una piccola chicca in zona Porta Romana.

Chiacchiere e vino con cucina
Questo il motto del Tiraboschi 6, grazioso ristorante in zona Porta Romana a due passi da piazzale Libia. In tavola la cucina del Tiraboschi, guidata dallo chef Gianluca Panigada, una cucina dalle radici mediterranee ma ripensata in maniera innovativa. Da non sottovalutare la cantina: la selezione dei vini è curata direttamente da uno dei tre soci del ristorante. 

Il lunedì rock
Ogni sera è quella buona al Rock’N’Roll, punto di riferimento indiscusso di appassionati rockettari. Gastro pub dal generoso menu, la cucina è aperta ogni giorno fino all'1. Agli hamburger non si può certo dir di no e, se preferisci qualcosa di veg friendly, vai sul quello preparato con ceci e verdure, insieme a semi di finocchietto, cipolla rossa caramellata e salsa yogurt.

Il sushi di design
Ogni volta che entro al Taiyo provo sempre la stessa sensazione. Bel posto e ottimo sushi. L’ambiente per me è importante e nel ristorante di viale Monza è curato dall’architetto italiano Maurizio Lai. Da provare, senza riserve, i roll speciali, più elaborati rispetto ai tradizionali. Il Taiyo a Milano è anche in via Adige, con un dehors dal modo newyorkese.

A cena sotto il glicine
La Trattoria Bertamé è uno di quei posti che una volta scoperti non molli più. D’estate è una delizia mangiare sotto il glicine, all’aperto. Ogni particolare rimanda al mondo dei motori, quelli di Lorenzo, che da sempre gestisce l’officina di famiglia in via Lomonaco. Dai motori alla cucina, il passo è breve e gustosissimo. Le proposte non smettono mai di cercare soluzioni di gusto nuove, cenare qui è sempre un piacere. 

Anche se siete in tanti
Non manca di certo lo spazio anche per le grandi compagnie all'Impronta Birraia di via Tucidide. Il gastro pub in zona Forlanini è firmato dal birrificio brianzolo Hibu: quindi, capirai bene, qui è facile trovare una bella ed attenta selezione di birre artigianali non solo di Hibu - 14 e alla spina - ma provenienti un po' da tutta Italia ed Europa. Nel menu generosi hamburger, panini, carni alla griglia e club sandwich.



In tempi di quarantena in tanti hanno riscoperto il desiderio di cucinare e, con i tempi dilatati, hanno potuto cimentarsi in ricette nuove. Ne abbiamo già parlato in questa raccolta nella quale chef e bartender milanesi ci hanno fatto da maestri jedi e ci hanno tenuto compagnia svelandoci i loro trucchi del mestiere in ricette perfettamente replicabili a casa  ma il piacere di una buona cenetta cucinata da un grande chef e servita al tavolo in un ristorante accogliente non si può sostituire. 

Photo Cover by Pablo Merchán Montes on Unsplash
 

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI
  • NUOVE APERTURE
POTREBBE INTERESSARTI:

Il decalogo per un Natale a basso impatto su mare e oceani

10 buone abitudini per vivere un Natale più sostenibile. Ecco i consigli di MSC Pesca Sostenibile

LEGGI.
×