I memorabili hamburger di Treviso e provincia: accetti la sfida di mangiarli tutti?

Pubblicato il: 28 aprile 2017

I memorabili hamburger di Treviso e provincia: accetti la sfida di mangiarli tutti?

Secondo alcuni prestigiosi studi scientifici, l’Umanità è ufficialmente entrata nell’Era dell'Hamburger. Affrancatosi dall’etichetta "fasf food", il panino americano è diventato "gourmet", sulla bocca (e anche dentro) di tutti i gastrofanatici. Certo, nei ristoranti di carne trevigiani i tagli nobili rimangono la specialità della casa; ma poiché quando si tratta di mode noialtri siamo sempre in pole position, è ormai immensa pure la colonia dei locali, a Treviso e provincia, che propongono hamburger gourmet, scomposti, all’americana, all’italiana o addirittura….Triangolari.

Gli hamburger a Treviso in centro storico

Stabilire quali siano Treviso i migliori hamburger gourmet è senz’altro una gran bella sfida. “De gustibus non disputandum est”, come dicono i colti, ma da grande (anzi, grosso) mangiatore di hamburger, la mia brava e ghiotta idea me la sono fatta. Cominciamo da una novità assoluta: il Colonial Inn – Burgers&Steaks, aperto anche in centro storico dall’estate scorsa con i suoi pregiati hamburger di angus gluten-free, lavorato in casa, cotto su pietra lavica e preparato con ingredienti e contorni a Km 0. Passiamo poi a un’istituzione ormai leggendaria dell’hamburger a Treviso: l’Helmut, coi suoi celeberrimi panini serviti scomposti, che per primi hanno fatto innamorare la città del concetto di burger gourmet, e della filosofia gastronomica retrostante ad uno snack artigianale che è curato e presentato alla stregua di un vero piatto di cucina. 

Treviso, infine, può oggi fregiarsi anche dell’Hosteria Moderna: in centro storico ha aperto un anno fa quest’hamburgeria con cucina in franchising, dove il rapporto qualità-prezzo è notevole, il concept fresco e giovanile, e il servizio d’asporto funziona ad orologeria.

Gli hamburger a Treviso fuori dalle mura

Appena fuori le mura di Treviso, trovi il più grande ristorante della città. Con i suoi 200 coperti e le sue specialità di carne, il Bosketto è un punto di riferimento per i carnivori del trevigiano. Oltre alla pizza, ci mangi infatti grigliata, fiorentina, tartare (anche scottata), e ottimi hamburger. Sono 4 in listino, "pochi ma buoni", come si suol dire. A fare la differenza è certamente il fatto che siano tutti cucinati su brace ma anche la provenienza della carne: la macelleria Stecca di Treviso. Il locale, in stile industrial-chic, è perfetto per una cena in compagnia, sia con gli amici che con la famiglia, ed il giovedì sera ci trovi anche la musica live. Con la bella stagione si può mangiare all'aperto sui tavoli lungo il Sile o nell'ampia terrazza estiva circondata dal verde. 

Trasformare una specialità tipica dei fast-food in una prelibatezza di nuova generazione è anche la mission dell’America Graffiti, che reinterpreta la cultura a stelle e a strisce e tex-mex proponendo hamburger di tanti generi diversi, da leccarsi i baffi, e da gustare in quello che è un autentico diner in stile hollywoodiano.

Se poi ad un buon hamburger con fantasiosi contorni vuoi abbinare una birra per fini intenditori scelta da una collezione di 30 spine e 30 referenze artigianali da tutto il mondo, il Mezza Pinta in Strada Ovest è la birreria che fa per te.
Quando cerchi un pub in cui l’hamburger va per forza di cose mangiato guardando la partita in TV, al Wishing Wells, sempre in Strada Ovest, troverai l’imbarazzo della scelta nel menù, e tanti maxi-schermi in giro per il locale. Particolarmente adatto alle serate tra amici e ai gruppi sportivi, che godono di apposite convenzioni, è l’Albatross: qui gli hamburger si dividono tra pregiata fassona, saporito cinghiale o leggero pollo, ma puoi anche gustarne una variante di carne altamente selezionata che ti viene servita “all’italiana”, senza pane ma impiattata coi suoi bei contorni.

Gli hamburger da Mogliano a Preganziol

Un locale informale, adatto a tutte le età, punto di riferimento per cenare con hamburger e birra artigianale (un sacco le tipologie), magari con tutta la compagnia, guardando il calcio sui maxi schermi. Questo è Doge Zero, ristopub, brewpub e beer shop di Zero Branco. Il menù spazia dagli snack, alla carne fino ai primi piatti. Ma la grande star sono gli hamburger. Abbondanti e ripieni di formaggi, affettati, verdura frescha o grigliata, cipolle caramellate, carne rosata... Insomma, assaggino gourmet levati proprio. Dehor esterna per mangiare all'aperto nella bella stagione. 

Dici Mogliano e pensi all’Helmut: inutile girarci troppo attorno, la fama di questo locale è strameritata, e il successo di cui gode se l’è costruito sfornando fantastici hamburger gourmet ai mille gusti in anni in cui quasi nessun altro ci aveva ancora pensato. Il rovescio della medaglia è l’intasamento di clienti affamati che attendono il proprio tavolo come te, perciò armati di sana pazienza: ma infondo l’attesa del piacere è essa stessa il piacere, giusto? Se sei alla ricerca di una sfida mangereccia, Al Messicano troverai pane (e hamburger) per i tuoi denti: già il loro hamburger da mezzo chilo è cosa per pochi eletti, figuriamoci il Man Vs Food che, per l'appunto, ti “sfida” a mangiare un chilo di carne più pane e patatine, spazzolando tutto, senza limiti di tempo. Se ce la fai la cena è offerta e il tuo nome iscritto nell’indelebile bacheca del ristorante, fra mille onori. Sul Terraglio ha di recente cambiato nome Il Consorzio: una birreria grande e spaziosa, dove tra le innumerevoli voci del menù trova spazio anche una gran bella scelta di hamburger dal buon triplice rapporto qualità-prezzo-abbondanza. Fino a poco tempo fa questo locale era la filiale moglianese del Lune Blanche di Preganziol, brasserie con cucina e pizzeria amata soprattutto dagli sportivi (anche in forza del generoso dehors esterno) e da chi cerca anche in birreria il miglior equilibrio possibile fra sapore e genuinità: all’insegna di questa formula sta nascendo anche l’esclusiva linea di hamburger gourmet con cui il locale intende completare una proposta incredibilmente eterogenea e adatta davvero a tutti i palati.

In zona industriale a Preganziol, ecco infine un pub che ha vinto una sfida inizialmente improba, diventare la prima polpetteria artigianale della provincia di Treviso: al Rumori, tuttavia, c’è spazio anche per chi, oltre che ingozzarsi con le polpette della casa, non possa rinunciare al suo bravo hamburger di manzo, magari abbinato a una birra artigianale e un Gran Premio di F1 o MotoGP da guardare sul maxischermo.

Gli hamburger sulla strada per il mare

La bella stagione sta accendendo in tutti noi la voglia di scappare al mare ogni volta che riusciamo. E poiché il sole mette appetito, al rientro dalle spiaggia capita spesso che la fame chimica bussi alla porta: cosa c’è di meglio di un hamburger? Se fai la Treviso-mare, ti consiglio vivamente di fermarti a Roncade.  Al ristorante Perché, gli hamburger gourmet vantano peculiarità intriganti: sono interamente personalizzabili dal cliente, e vengono serviti con un’inedita, raffinata geometria triangolare che rende più facile addentare il panino senza sporcarsi.

A Quarto d’Altino il nuovo che avanza si chiama Boomerang: un pub fatto dai giovani per i giovani, dai mangiatori di hamburger per i mangiatori di hamburger, in cui la ricerca di carni selezionate è il segreto principale della mission di questo frizzante locale: creare il perfetto panino gourmet. A Silea, infine, un grande classico: il Colonial Inn – Burgers & Steaks, grande birreria in magnifico stile esotico dove carne di black angus ma anche di pollo e di tacchino viene cotta con estrema sapienza su barbecue in pietra lavica, e l’hamburger ti costa il 10% in meno se presenti il biglietto del vicino multisala The Space.

Gli hamburger dell’alto trevigiano

Alto trevigiano…. E non solo! Lungo lo stradone fra Sacile e Pordenone, un passetto fuori dalla provincia di Treviso, al Funky Go Sacile (famoso anzitutto per lo squisito galletto alla brace) puoi mangiare un hamburger gourmet preparato a regola d’arte: carne di manzo scelta, tritata e lavorata ogni giorno direttamente dalla cucina del Funky Go; cottura alla brace, pane artigianale a chilometri zero e svariati ingredienti di qualità; prezzi molto interessanti, come il Texasburger gourmet a soli 7,50 €. Rientrando dallo sconfinamento in quel di Sacile, puoi fermarti magari a Mareno di Piave, dove l’Inverness Pub, fra tante specialità di carne anglo-americane, e una scelta di birre degna di un pub scozzese e concerti a go-go, da oltre 20 anni propone hamburger di black angus scozzese amatissimi presso il pubblico di Conegliano e dintorni.

Conegliano la quale ha recentemente dato i natali ad un America Graffiti ancor più grande e spettacolare di quello trevigiano: io ti consiglio la sfida del Big Boss, un quadruplo hamburger da 340 grammi, triplo formaggio cheddar, triplo bacon, prosciutto grigliato e verdure, servito con patatine fritte e anelli di cipolla. Se lo finisci entro 25 minuti, il mega-panino ti viene offerto!

Gli Hamburger verso ovest

Menù stagionale, prodotti a km0, ingredienti ricercati e abbondanti tra due fette di pane fatto a mano… In una parola: gourmet. Sono proprio così gli hamburger di Outsider, pub di Quinto di Treviso. Adesso trovi Toni, con buns casereccio, burratina affumicata, prosciutto cotto affumicato, burger di manzo 180 gr, pomodorini semi dry fatti in casa, crema di porcini e scaglie di pecorino romano. E poi ancora Mario, Bepi... E tra i piatti, l'omonimo Outsider: hamburger, wurstel, pancetta e una montagna di chips. Anche proposte vegane e gluten free in menu ma, soprattutto, una selezione di birre irlandesi pazzesca, anche alla spina e a rotazione. 

Food pairing, la scienza che associa i cibi in base agli aromi e al loro composto molecolare. E’ questo ciò che propone l’Alchimista di Castelfranco, uno dei locali più affascinanti del trevigiano. Ti parlo di una cucina fusion decisamente particolare; in menu potresti infatti leggere qualcosa come “sushi burger”, ovvero due “fette” di riso a racchiudere farciture come la tartare di salmone marinato al pepe rosa e timo. Lo pensavi possibile? Non mancano nemmeno gli hamburger "tradizionali", definibili certamente come "gourmet". Ti faccio un esempio: pane (al lievito madre con farina macinata a pietra), hamburgher di manzo “Omegalleva” (200 gr), Bastardo del Grappa, insalata, pomodoro, servito con chips di patata. Slurp.

Nel meraviglioso dehors/giardino estivo/terrazza sopraelevata del Mandrillo di Castelfranco Veneto, puoi invece mangiare hamburger “panoramici” con vista sulla sontuosa Piazza Giorgione; non mancano poi i megaschermi per lo sport on demand in pay-tv.
Partita e hamburger. Il desiderio di molti si realizza da Medusa, sempre a Castelgfranco. Panini ludri e superfarciti sono il marchio di fabbrica di questa paninoteca dove puoi guardare giocare la tua squadra del cuore. Tutti gli ingredienti sono abbondanti e ben farciti, con patatine fritte belle croccanti da sgranocchiare tra un morso e l’altro.

Dici ovest e pensi al Far West, al Texas, al New Mexico: insomma a quei posti lontani che rievocano carne piccante e paninazzi all’americana. Come il Tex Mex Saloon di Asolo, un locale suggestivo che sembra uscito da El Paso, in cui ti servono hamburger da 170 grammi, macinati in casa e serviti con pane fresco a Km 0. Qui puoi anche cimentarti nella sfida Man vs Food, con il mega panino “Ok Corral” fatto con hamburger da 350 gr, bacon, fagioli texani, jalapeno, cipolla, uovo, formaggio, panna acida, salsa barbecue e servito con patate fritte, nachos e salsa messicana.

Lo sappiamo: l’hamburger sa essere anche un piatto gourmet e congeniale alla creatività. Bisogna però saperlo fare, passare dalle parole ai fatti. Se sei in cerca di certezze non posso che consigliarti il Bistrò 73 di Montebelluna, risto-pub smart e giovane, in cui panini, focacce e snack sono prodotti di cucina e di altissimo livello qualitativo. In effetti, quando addenti uno dei suoi hamburger (vero cavallo di battaglia del locale) distingui chiaramente ingrediente per ingrediente, questo perché le materie prime sono sempre fresche. Particolari e raffinate le farciture, che comprendono prodotti d'eccellenza come tartufo, tartare, caviale, radicchio trevigiano ecc. e l'effetto "unto" che spesso trovi in giro te lo dimentichi proprio. Non per nulla qualcuno parla dell'"unico burger gourmet degno di questo nome in provincia di Treviso".

A Montebelluna devi per forza far visita al maestro Manolo, decano dello Stonehenge Pub: da lui la carne dentro il panino si chiama ancora “svizzera”, perché affina l’arte dell’hamburger dai tempi in cui questo piatto esisteva solo nei fast-food; chiedi uno dei panini fuorimenù a carattere stagionale con ingredienti da mille una notte, e ti si aprirà un mondo. Altra tappa imperdibile in quel di Montebelluna è il Nidaba: storica birreria famosa ben al di fuori dal Veneto per la varietà delle sue spine, alle referenze artigianali ti abbina panini gourmet e hamburger che paiono arrivare da dritti Master Chef. A Castagnole di Paese, da qualche anno raccoglie meritati consensi lo Hops GastroPub: punto d’incontro fra birreria e ristorante, nei suoi hamburger fatti con macinato fresco di angus irlandese addenti un autentico sapore di macelleria, declinati in 3 formati di carne e 10 diversi abbinamenti, con svariate salse caserecce.



Immagine di copertina di American Graffiti

Aggiornati sulle migliori leccornie della tua zona: iscriviti alla newsletter

  • EAT&DRINK
  • SPENDO POCO E MANGIO BENE
  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Alvise Salice

Con lo pseudonimo di Kintor racconto da anni i miei intrattenimenti. Sport e hi-tech gli amori di gioventù; mentre oggi trovo che viaggiare alla ricerca di culture, gusti e sapori della terra sia la cosa più bella che c'è. O magari la seconda, via.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori Osterie d'Italia, i premiati tra piatti della tradizione e osti che la sanno lunga

Le menzioni della Guida alle Osterie d'Italia 2020 di Slow Food, giunta all'edizione numero trenta (e sempre fonte affidabilissima).

LEGGI.
×